Cronaca
Civitanova Marche. Furti e rapine all’interno di garage condominiali: arrestato un 43enne

Ieri mattina, 18 luglio, gli uomini del Commissariato della Polizia di Stato, diretto dal Commissario Capo il Dottor Lorenzo Sabatucci, e quelli della Compagnia Carabinieri di Civitanova Marche agli ordini del Maggiore Enzo Marinelli, hanno dato esecuzione alla misura cautelare emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari di Macerata, il Dottor Giovanni Maria Manzoni, rilasciata su richiesta del Procuratore  della Repubblica di Macerata, il Dottor Giovanni Giorgio, che concordava, dopo aver coordinato le attività investigative, con le indagini eseguite dal Commissariato di P.S. e dai Carabinieri della Compagnia in ordine ad una rapina e un furto, che hanno permesso d’identificare l’autore in un noto pregiudicato, B.M. 43enne di Civitanova Marche, e rintracciarlo nella giornata di ieri a Pesaro.

Civitanova Marche. Furti e rapine all’interno di garage condominiali: arrestato un 43enne

Le prime indagini sono partite a seguito di un furto all’interno di alcuni garage condominiali; furti che successivamente si sono trasformati in rapine. Era il 14 aprile quando M.B., con una complice che l’attendeva a bordo di un’auto, si era introdotto nel seminterrato di un condominio nel tentativo di effettuare dei furti nei garage. A quel punto il malvivente si è imbattuto in uno degli abitanti che gli ha chiesto spiegazioni riguardo la sua presenza nel seminterrato. Alla richiesta dell’uomo, il malvivente lo ha minacciato con una pistola (rivelatasi una scacciacani), intimandogli anche di consegnargli il portafogli. Il condomino è però riuscito a divincolarsi e, in seguito a una colluttazione, è anche riuscito a strappare l’arma di dosso al malintenzionato e a bloccarlo, vedendolo in volto. Il malvivente è poi riuscito a sfuggire al condomino ed è fuggito a bordo dell’auto che lo attendeva.

Immediato l’arrivo sul posto della volante della Polizia, che subito ha dato il via alle attività investigative.

Un secondo episodio, avvenuto il 2 maggio, riguarda il furto di una biciletta da donna del valore di 200 euro che si trovava legata con catena e lucchetto alla ringhiera di uno sportello bancomat. L’uomo è stato riconosciuto dalle telecamere di videosorveglianza e conseguentemente identificato in M.B. Per lui è scattata quindi la misura cautelare ed è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Pesaro a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Letture:2743
Data pubblicazione : 19/07/2018 09:56
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications