Cronaca
“La pacchia è finita: via lo status di protezione a chi commette reati gravi”: Salvini commenta il caso dell'adescatore di minorenni e promette una stretta sui richiedenti asilo

Negli ultimi giorni nel nostro territorio ha tenuto banco il caso del 25enne richiedente asilo di origini pakistane, ospite presso il Cas di Porto Sant'Elpidio, che, attraverso profili social falsi, adescava ragazzine di età compresa tra gli 11 e i 14 anni e, dopo averle convinte ad inviargli foto svestiste, finiva per ricattarle.

“La pacchia è finita: via lo status di protezione a chi commette reati gravi”: Salvini commenta il caso dell'adescatore di minorenni e promette una stretta sui richiedenti asilo

Il ragazzo è stato arrestato nella serata di martedì dai Carabinieri della stazione di Montegranaro, città nella quale risiede una delle sue dodici vittime, quella dalla quale, dopo essersi confidata con la madre e un'insegnante, è partita la denuncia che ha messo i Militari dell'arma sulle tracce del pakistano.

Ma se il caso ha fatto ovviamente molto scalpore a Porto Sant'Elpidio e in tutto il Fermano, non è passato inosservato nemmeno ai piani alti della politica nazionale.

Nel pomeriggio di ieri, infatti, il Ministro dell'Interno Matteo Salvini ha commentato così l'episodio sui propri canali social ufficiali: “A Fermo, un richiedente asilo pakistano, di 25 anni, è stato arrestato con l'accusa di molestie sessuali su ragazzine minorenni. BASTA – si legge sulla bacheca del leader della Lega -. Col #decretosicurezza, che sarà pronto a settembre, voglio bloccare l'iter o revocare lo status di protezione per coloro che si macchiano di reati gravi, e inasprire le norme che al momento sono troppo permissive. LA PACCHIA È FINITA”.

Letture:1330
Data pubblicazione : 01/09/2018 10:17
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • ANNUNCIAZIONE; ANNUNCIAZIONE !

    01-09-2018 17:55 - #1
    Pregiatissimo sig. Ministro, non sarebbe il caso di fare meno annunci reboanti - manco fossi un Berluska qualunque - su futuri inimagginabili successi e inevitabili vittorie in arrivo, e ottenere risultati concreti da rivendicare davanti alla opinione pubblica DOPO averli realizzati? E' da 70 anni che tiriamo avanti con inevitabili vittorie future.... PRIMA fai questo benedetto e meravigllioso decreto, DOPO farai gli annunci di vittoria.... PRIMA metti dentro qualche pezzo grosso della mafia e affini, DOPO potrai dire di avere fatto meglio di altri....
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications