Cronaca
I Carabinieri arrestano un pregiudicato marocchino, aveva messo a segno furti tra Marche e Abruzzo: colpiti anche esercizi di P.S. Giorgio e P.S. Elpidio

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Fermo, in collaborazione con i militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia del capoluogo e della Stazione di Porto Sant’Elpidio, nella serata di mercoledì hanno individuato e sottoposto a fermo di indiziato di delitto Z.K., 43enne cittadino marocchino senza fissa dimora, celibe, nullafacente e pregiudicato.

I Carabinieri arrestano un pregiudicato marocchino, aveva messo a segno furti tra Marche e Abruzzo: colpiti anche esercizi di P.S. Giorgio e P.S. Elpidio

I Carabinieri, al termine di una mirata attività, dopo aver raccolto una serie di indizi che portavano al'uomo quale autore di diversi furti perpetrati sul territorio, hanno fatto irruzione presso un casolare adibito a covo a Grottazzolina, in località Colli Nunzi.

Nell’edificio i militari hanno ritrovato alcuni capi di abbigliamento tecnico per motociclista (casco, tuta, giaccone, pantalone, guanti), oltre a diversi documenti di identità, un carnet di assegni, tessere sanitarie e un’autovettura FIAT Punto rubata qualche giorno fa a Giulianova, oltre ad alcuni arnesi da scasso, tra cui una grossa mazzola.

Proprio dalla refurtiva rinvenuta, oltre che da fotogrammi ricavati dai diversi sistemi di videosorveglianza delle città e privati, è stato possibile desumere che il materiale rinvenuto fosse tutto di provenienza furtiva, da spaccate in esercizi commerciali, tra cui un negozio di abbigliamento sportivo e un furgone a Porto San Giorgio, un bar a Porto Sant’Elpidio oltre al già citato furto dell’auto in Giulianova.

Nella circostanza è stata deferita in stato di libertà una donna, F.G., una 43enne di origini brasiliane e residente a Civitanova Marche, per il delitto di ricettazione, essendo stata sorpresa abitare all’interno dell’immobile assieme all’uomo.

Il G.I.P. presso il Tribunale di Fermo, nella mattinata di giovedì, ha convalidato il fermo operato dai Carabinieri, disponendo la custodia cautelare in carcere.

Il materiale sequestrato è tuttora a disposizione dell’autorità giudiziaria per gli ulteriori riscontri del caso.

Letture:1993
Data pubblicazione : 22/09/2018 13:02
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications