Cronaca
"La peggiore mareggiata degli ultimi anni". Il drammatico risveglio di Porto Sant'Elpidio, Ceriscioli chiede lo stato di emergenza. FOTO

Appena pochi giorni fa il sindaco di Porto Sant'Elpidio Nazareno Franchellucci aveva comunicato l'arrivo di un atteso decreto da parte dei tecnici della Regione Marche che, in mezzo a una serie di altre autorizzazioni, consente alla giunta di procedere con il posizionamento dei sacchi che dovrebbero rappresentare un argine in quelle aree particolarmente soggette ad erosione o prive di scogliere radenti.

Nel comunicare la notizia il primo cittadino aveva anche aggiunto che le operazioni di posizionamento sarebbero state compiute tra la fine di questa settimana e l'inizio della prossima. Purtroppo, però, l'ondata di maltempo che si è abbattuta su tutta Italia ha anticipato le mosse della giunta non risparmiando nemmeno il Fermano: il forte vento che ha sferzato tutta la nostra Provincia sulla costa ha ovviamente causato violente mareggiate che, in particolare a Porto Sant'Elpidio, hanno provocato danni ingenti.

“La peggiore mareggiata degli ultimi anni!!!! Danni per decine di migliaia di euro; in queste ore anche dove ci sono le radenti le onde sono talmente alte che arrivano fin sulle pareti degli stabilimenti" - questo il commento dello stesso Franchellucci già durante la notte.

Il primo cittadino si è allora immediatamente attivato con il Presidente della Regione Luca Ceriscioli chiedendogli di valutare seriamente l'opportunità di chiedere lo stato di emergenza, “unico strumento – secondo Franchellucci – con il quale tentare di dare un minimo supporto ai concessionari e alle amministrazioni che come la nostra stanno già facendo la conta dei danni e dovranno iniziare lavori urgenti di sistemazione".

Una richiesta che non è caduta nel vuoto. Ceriscioli ha infatti comunicato al sindaco di aver già inoltrato la richiesta di attivazione dello stato di emergenza. A tutti i comuni potenzialmente interessati sarà inoltre richiesta una stima dei danni a strutture pubbliche e privati.

L'ennesima nottata drammatica, quindi, per una città e degli operatori balneari che negli ultimi anni hanno sofferto continuamente le conseguenze dell'erosione : una nottata che conferma, se mai ce ne fosse stato ancora bisogno, la necessità assoluta di procedere quanto prima alla sistemazione su tutto il litorale cittadino di quelle scogliere emerse che la giunta regionale ha recentemente inserito nel suo piano di gestione integrata delle aree costiere.

Letture:1730
Data pubblicazione : 30/10/2018 09:15
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications