Cronaca
Area Vallesi: l'Erap acquista 17 appartamenti per gli sfollati del sisma

In questi giorni la Regione Marche, attraverso l’Erap regionale, ha comunicato al Comune di Fermo l’acquisizione delle unità immobiliari ad uso abitativo nell’area Vallesi di Fermo che consentiranno di poter ospitare 17 nuclei familiari fermani, nuclei le cui abitazioni sono state ritenute inagibili a seguito del sisma del 2016.

Area Vallesi: l'Erap acquista 17 appartamenti per gli sfollati del sisma
“Operazione molto positiva – ha detto il Sindaco Paolo Calcinaro – con alloggi destinati a casi di inagibilità di tipo E e F, un sostegno che si dà a famiglie fermane con problematiche legate alla ricostruzione post sisma e che dall’altro lato fa rivivere una zona che non era mai decollata, ora dotata anche di videosorveglianza, con la proprietà che ha effettuato interventi di recupero ed il Comune che ha ripreso e riaperto i parcheggi pubblici”.
 
Come noto, l’Ente Regionale per l’abitazione pubblica (Erap) aveva emesso tre avvisi, di cui l’ultimo in ordine di tempo nel novembre 2017, di manifestazione di interesse per l’acquisto di immobili invenduti da utilizzare per l’emergenza abitativa del terremoto nelle Marche, in sostituzione delle Sae e del Cas (Contributo Autonoma Sistemazione).
 
In particolare, nell’avviso si parlava di unità immobiliari ad uso abitativo, libere e disponibili, sul libero mercato da destinare temporaneamente a soggetti residenti in edifici danneggiati o distrutti dagli eventi sismici o dichiarati inagibili.
 
Fermo, in particolare, con queste 17 unità immobiliari darà alloggio ad altrettanti nuclei familiari del centro storico e delle zone limitrofe, ovvero la parte della città dove si è registrato il maggior numero di persone evacuate a causa dell’inagibilità delle loro abitazioni. Nell’area Vallesi, in particolare, sono stati effettuati già nei mesi estivi da parte dell’impresa proprietaria anche gli interventi di recupero dell’intero contesto, compreso dunque il verde, gli ascensori, le parti comuni e interventi di rifinitura. Nella zona è stato installato anche un sistema di videosorveglianza (che comprende in complesso 22 telecamere).
 
La Protezione Civile delle Marche ha anche comunicato che è stato stanziato un contributo di 4 mila euro per l’acquisto di mobilio ed eventuale trasloco a beneficio degli assegnatari degli immobili acquistati dall’Erap.
 
Letture:1942
Data pubblicazione : 02/11/2018 07:26
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
2 commenti presenti
  • Don Chisciotte

    03-11-2018 16:22 - #2
    I dubbi sull'operazione sono molti e non tutti fugati dall'entusiasmo di Calcinaro. L'area è stata a lungo motivo di polemiche per la volumetria realizzata, per le difficoltà oggettive di realizzare l'opera, con sbancamenti di notevole consistenza e rischio di instabilità del terreno che solo grazie ad una palizzata fatta a gradoni ha consentito l'intervento edilizio. I lunghi anni trascorsi dal completamento dell'opera senza avere acquirenti segno della non appetibilità dell'area. Le numerose polemiche per la convenzione sottoscritta dall'ASITE per la gestione del parcheggio interrato mai decollato e sotto utilizzato. Le polemiche politiche per quella che ai più è sembrata una forzatura urbanistico-edilizia senza nessun vantaggio per il comune e che oggi, ironia della sorte, con l'acquisto dell'ERAP rimane per la maggior parte in mano pubblica. Un bene ? Un male? Come sostiene il commento della sig.ra Giusy esistono forti perplessità sull'opportunità e l'utilità di acquistare in blocco quegli immobili ed in quel luogo. Credo che di invenduto, Fermo sia piena ed è per questo che il commento di Giusy ha un valore fondamentale per chi è interessato a capire le dinamiche che sottendono all'uso di denaro pubblico. Perché li e perché proprio un immobile che per la sua collocazione e organizzazione edilizia necessita di importanti e costanti opere di manutenzione a partire dal verde, per arrivare alle strutture in cemento armato, agli spazi condominiali tra cui gli ascensori così detti pubblici, per finire poi all'area a parcheggio ? Tra costi e benefici una operazione in perdita o una operazione di particolare valore solo per chi è riuscito a vendere l'invenduto ? Tutti i dubbi restano e come dice Giusy aspettiamo conferme o smentite fatto sta che dell'ex Area Vallesi ancora se ne parla oramai a quasi nove anni dal suo completamento e non certo in termini positivi, stante anche il modo e la tempistica con cui è avvenuto "L'AFFARE" !
  • Giusy

    02-11-2018 15:57 - #1
    Che bello, l'area ex Vallesi rinasce, grazie al sisma. Evviva e infiniti ringraziamenti all’ERAP unico regionale che si è fatto promotore dell’acquisto di 17 appartamenti altrimenti destinati all’abbandono e che, grazie all’intuizione politica della passata amministrazione Di Ruscio che ha reso edificabile un’area, all’interno del Centro Storico, più votata al pascolo di mufloni che all’edificazione che da anni fa bella mostra di se nel fianco Nord del Centro Storico con il suo colore giallo paglierino e la sua architettura finto Liberty che è stato possibile un simile miracolo che ha in se, spregiudicatezza, lungimiranza, intuizione e grande programmazione. Non c’è dubbio, il privato che ha realizzato l’opera ha avuto un merito straordinario, la chiaroveggenza di sapere cosa sarebbe successo dopo tanti anni. Non è una dote da poco e non da tutti. Complimenti ! Fatta la debita e opportuna premessa sul riconoscimento a chi ha avuto l’intuizione passiamo ad analizzare con quali costi per la collettività è avvenuto tutto ciò. Se non sbaglio sul tema acquisti da parte delll'ERAP Unico Regionale è in corso una indagine sia da parte della magistratura che da parte della Corte dei Conti e dell’ANAC (Cantone) tanto per non farci mancare nulla per una semplice e piccolo dettaglio “ per un uso del denaro pubblico non certo virtuoso”. Ci asteniamo da ogni commento per rispetto di chi lavora al fine di addivenire alla verità. Verità che però ha delle cifre su cui ragionare. Quanto sono costati 17 immobili che erano fino a ieri invenduti ? Chi ha beneficiato di tale e tanta fortuna, cosa inusuale per altre situazioni di invenduto ? La società proprietaria in che condizioni economiche era prima della vendita alla regione Marche (ERAP Uinco) degli immobili realizzati ? Chi ha pagato la manutenzione degli immobili prima di essere ceduti ? La manutenzione riguarda tutte le strutture del complesso immobiliare anche le strutture portanti, visto che pochi anni fa quelle poste nella parte retrostante a ridosso dei parcheggi venivano date come lesionate da parte di qualche tecnico comunale ? Poche ma precise domande a cui i vertici dell’ERAP Unico della Regione Marche ed il Sindaco Calcinaro dovrebbero rispondere, visto che i primi hanno acquistato ben 17 immobili ed il secondo è titolare dei parcheggi posti nei piani sottostanti il complesso. Forse Calcinaro e C. prima di gioire sarebbe necessario il buon senso visto che la struttura continua ad essere sinonimo di poca chiarezza e di interessi non certo cristallini e a favore della collettività, perché poi quel bene rimarrà per la sua costante ed onerosa manutenzione sul groppone della collettività. Oltre il danno anche la beffa dei costi ma sembra troppo visti i precedenti non certo rivolti alla tutela degli interessi pubblici come la convenzione tra ditta costruttrice e ASITE. Ho la vaga impressione che dell’area ex Vallesi ne sentiremo parlare a lungo.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications