Cronaca
Montegiorgio. Forza un posto di blocco, ma viene fermato poco dopo: cittadino albanese in manette per detenzione e spaccio di stupefacenti

Nella tarda mattinata di ieri, in contrada Piane di Monteverde, a Montegiorgio, i Carabinieri del Reparto Operativo - Nucleo Investigativo di Fermo, in collaborazione con i NORM - Aliquota Radiomobile delle Compagnie di Montegiorgio e Fermo, oltre che con il supporto aereo di un elicottero del quinto Nucleo Elicotteri dei Carabinieri di Pescara e di un'unità cinofila del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Fermo, hanno tratto in arresto il 46enne S.C., di origini albanesi, disoccupato e residente a Montegiorgio, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Montegiorgio. Forza un posto di blocco, ma viene fermato poco dopo: cittadino albanese in manette per detenzione e spaccio di stupefacenti

L'uomo, nel corso della mattinata di ieri, ha forzato il controllo di una pattuglia del Nucleo Radiomobile di Montegiorgio, non fermandosi all'Alt impostogli dai militari a Magliano di Tenna e fuggendo a tutta velocità bordo di un'autovettura Toyota. Nella manovra in questione, la sua auto ha anche urtato un agente, ferendolo in modo lieve.

Il malvivente però è stato intercettato e bloccato poco dopo dal consistente dispositivo che i militari avevano già presìdisposto per la sua cattura.


La perquisizione presso l'abitazione in  uso, un casolare isolato fuori dall'abitato, dotato di un consistente sistema di videocamere, ha permesso di ritrovare una piccola raffineria artigianale, dove l'uomo tagliava e confezionava crack e cocaina. E proprio il flusso continuo di autovetture in quel luogo aveva messo in allerta i Carabnieri, che da alcuni giorni osservavano i numerosi spostamenti dell'uomo e le sue continue uscite, anche nel corso della notte.


I militrti hanno sequestrato circa 400 grammi di cocaina purissima e 1 grammo di crack suddiviso in dosi, oltre a un bilancino, un frullatore, sostanza da taglio, mestoli, arnesi e contenitori utilizzati per cristallizzare lo stupefacente, materiale per il confezionamento, l'impianto di videosorveglianza installato illecitamente, circa 500 euro provento di attività di cessione di stupefacenti, l'autovettura e il telefono cellulare dell'uomo.
Al termine delle formalità di rito, il malvivente è stato associato presso la Casa Circondariale di Fermo, dove ora è a disposizione della locale autorità giudiziaria.

 

CC_Monteverde_3

 

CC_Monteverde_4

Letture:3102
Data pubblicazione : 22/12/2018 14:11
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications