Economia
Crisi russa: l'appello di Assocalzaturifici per la tutela della manifattura italiana

Cleto Sagripanti, presidente Assocalzaturifici, lancia un appello affinché venga tutelata la manifattura calzaturiera, in relazione con i vari mercati internazionali. Tiene banco la questione delle relazioni commerciali con la Russia e la sua crisi politica con l’Ucraina. Una situazione che potrebbe avere pesanti riscontri economici per l’intero settore, visto il blocco delle importazioni importo dalla Ue.

Crisi russa: l'appello di Assocalzaturifici per la tutela della manifattura italiana
Il presidente Cleto Sagripanti

Cleto Sagripanti che dichiara: "Dopo le dichiarazioni del Ministro degli esteri Federica Mogherini a Bruxelles, sale sempre di più la nostra preoccupazione per le relazioni commerciali con la Russia, un mercato strategico che non può essere liquidato rapidamente e che rappresenta una destinazione fondamentale per l'export manifatturiero italiano e in particolare per il settore calzaturiero, pesando circa l'8% sull'intero export di calzature made-in-Italy.”

Presidente della Assocalzaturifici che precisa, parlando delle restizioni commerciali imposte alla Russia: “Per ora il blocco alle importazioni è limitato ad alcuni settori e ai soli enti pubblici russi ma, se queste misure dovessero allargarsi, per la nostra manifattura la situazione diventerebbe irreparabile, soprattutto per le tante aziende calzaturiere italiane che hanno rapporti commerciali prevalentemente con la Russia.”

Le preoccupazioni rimangono vive e si naviga a vista, considerate le incertezze di questi periodi e un futuro sempre più insondabile per quanto riguarda il settore delle calzature. Sagripanti che aggiunge: “Già durante la nostra manifestazione theMICAM, che si è chiusa ieri, abbiamo visto i primi segni tangibili di questa situazione, con un crollo preoccupante dei buyer dall'area russa.”

Ora, l’intenzione da parte di tutto il settore della manifattura calzaturiera è quella di lanciare un segnale forte alla politica, sollecitando il Governo italiano a non dimenticarsi per l'ennesima volta dell’eccellenza manifatturiera e, di conseguenza, a tutelare un patrimonio di qualità, tradizione e, non da ultimo, che da posti di lavoro, per un ammontare che arriva fino al 4% del PIL italiano".

Letture:1917
Data pubblicazione : 06/09/2014 12:17
Scritto da : Iacopo Luzi
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Ipocrisia della politica

    06-09-2014 15:50 - #1
    Rivolgetevi alla consigliera Bellabarba, che si attiverà lei in vostro favore. Chiedetegli pure a quale partito appartiene e scoprirete che è dello stesso della Mogherini. Siamo circonadati da una massa di politicanti ipocriti.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications