Economia
Fermo, CCIAA: celebrata la giornata dell’economia 2018. LEGGI gli interventi

In Camera di Commercio celebrata la Giornata dell’Economia. Ad aprire i lavori, dopo il saluto del sindaco di Fermo Paolo Calcinaro e dell'assessore regionale al Bilancio Fabrizio Cesetti, è stato il presidente Graziano Di Battista che ha illustrato i dati del territorio.

Fermo, CCIAA: celebrata la giornata dell’economia 2018. LEGGI gli interventi

“Stiamo vivendo senza dubbio una situazione difficile – ha esordito – basti pensare al numero delle aziende iscritte alla Camera di Commercio di Fermo che da 22.589 del 2010 sono passate a 20.800 nel 2018. Un saldo negativo di 1.800 realtà. Preoccupa anche il dato delle aziende attive scese da 20.406 del 2010 a 18.487 di oggi, con un saldo negativo di circa 2 mila aziende. In questo contesto ci dobbiamo chiedere, quale prospettiva lasciamo ai giovani? Credo si debba saper cogliere le opportunità ed utilizzare la nostra esperienza non come punto di arrivo ma come strumento per 'imparare ad imparare'. Solo così si potrà crescere”.

DI_BATTISTA

E' stata poi la volta di Cesarà Catà, uno dei tre relatori, che ha evidenziato l'importanza dell'appartenere ad una provincia: “Dobbiamo lavorare per tradurre a livello universale il nostro microcosmo. Essere 'provinciale' significa avere una prospettiva da dove poter guardare. Cosa c'entra la letteratura e la filosofia con l'economia? L'etimologia stessa della parola 'economia' ci indica di cosa si stratta. Nomos, in greco significa legge nel senso profondo del termine e oikos focolare, abitazione domestica, dunque la legge del focolare, ciò che ci permette di vivere insieme  nella casa comune”.  Colombi e Marcattili hanno aggiunto: “Il Fermano terra della piccola impresa sembra vivere un momento delicato sul fronte della creazione di impresa. Le ragazze sono nettamente più attratte dalla libera professione mentre i ragazzi alla via dell’impresa. Poca è l’attrattiva per l’impresa di famiglia.

FI_BATTISTA_UNO-1

L’eredità sembra consumata e servono nuovi investimenti per sostenere una nuova cultura d’impresa e un rinnovato senso del lavoro. Senza tutto questo il Fermano sarà destinato a vivere di una eterna “nostalgia canaglia” per i tempi che furono. In questo senso, le Giornate dell’Economia del Fermano non hanno solo rappresentato un momento “statistico” – nella consapevolezza che i dati non rappresentino di per sé l’informazione e la conoscenza per le decisioni di sviluppo – ma un laboratorio di senso, che ha favorito inedite connessioni (Istituzioni, Scuola, Chiesa, Associazioni di rappresentanza, Università) e contribuito a far riconoscere la Camera di Commercio come la Casa dell’Economia e dello Sviluppo, capace di elaborare una visione strategica di territorio e di coscienza di comunità civile, imprenditoriale e istituzionale. La scelta di riassetto camerale – spiegano ancora Colombi e Marcatili - non può far svanire il Capitale Fermano. Sul piano delle infrastrutture istituzionali, la Camera di Commercio diventa regionale e la Provincia è depotenziata. Sul piano economico, il settore calzaturiero continua la profonda transizione e fatica ad emergere un Fermano alter-nativo. Su quello sociale c’è un rischio “game-over” diventato ormai tabù con la fine degli ammortizzatori sociali e l’acuirsi delle forme di disagio nelle nostre famiglie. Per spirito “locale ma connesso” tendiamo lo sguardo anche alle “prossime fermate” e alle nuove frontiere credibili per il Fermano. Alcuni cantieri sicuri rappresentano un primo segno di vita. Con la realizzazione del Nuovo Ospedale, l’attuazione dell’Iti Fermano e del Progetto Periferie transiteranno sul territorio investimenti pubblici che miglioreranno le condizioni”, hanno finito i due relatori.

 

PLATEA

 

Letture:2015
Data pubblicazione : 25/10/2018 19:48
Scritto da : Redazione Sport
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications