Istruzione
Servigliano. Leonardo Tamburrini vince la Borsa di studio “Lina Cinque Verducci”

Leonardo Tamburrini, studente della classe III E della scuola media “Luigi Vecchiotti” di Servigliano, si è aggiudicato la prima edizione della borsa di studio “Lina Cinque Verducci", organizzata dalla Casa della Memoria per incentivare la ricerca sulla storia del Campo di Servigliano e ricordare la figura della professoressa Lina Cinque Verducci. 

Servigliano. Leonardo Tamburrini vince la Borsa di studio “Lina Cinque Verducci”

Come ha sottolineato il preside emerito Ciro Bove, membro della commissione esaminatrice, “non è stato facile assegnare il primo premio. Basti pensare che i primi 4 lavori presentati dagli alunni sono racchiusi in appena 5 punti. Merito dei ragazzi che si sono impegnati al massimo e hanno prodotto ricerche davvero interessanti, costituire da tre tesine e da dieci video-racconti in alcuni casi con elementi inediti sulla storia del Campo di Servigliano”.

Gli studenti hanno lavorato singolarmente o a coppie. Le tesine sono state presentate da: Chiara Francesca Berdini, Emanuele Pistolesi, Nicolò Barchetta-Mattia Spinelli.

Ecco invece gli autori dei dieci video: Sofia Baglioni-Edoardo Barchetta; Pierferdinando Valentini; Enrico Brunelli-Daniele Di Rocco; Pietro Giacomoni-Mattia Funari; Rilind Neziri-Emanuele Pistolesi; Daniele Marinozzi-Matteo Cesetti Roscini; Leonardo Tamburrini; Luca Bottoni; Matilde Cordari-Martina Francesca Teodori; Martina Frollà.

Tamburrini ha vinto la borsa di studio, pari a una somma di 500 euro messa a disposizione dalla famiglia Verducci, grazie a un video-racconto della durata di 17 minuti nel quale ha ripercorso la storia del Campo dal 1915 al 1955, mettendo in risalto la figura di James Keith Killby, ufficiale inglese (oggi vivente a 101 anni) che, dopo essere fuggito dal Campo di Servigliano nel settembre 1943, e aver trovato riparo e salvezza grazie alla generosità delle famiglie della vallata del Tenna, di rientro in Inghilterra ha fondato il Monte San Martino Trust che annualmente finanzia soggiorni di studio a Londra e a Oxford a giovani marchigiani come segno di riconoscenza verso quelle famiglie che, a rischio della propria vita, salvarono centinaia di soldati alleati in fuga dopo l’armistizio. Ad oggi oltre 500 ragazzi hanno usufruito della possibilità offerta dal Monte San Martino Trust.

Ecco la motivazione espressa dalla giuria nel conferire il primo premio a Leonardo Tamburrini: “Il lavoro è stato svolto con interesse culturale, con rigore, chiara organicità ed esposizione efficace. La ricostruzione della storia del Campo di Servigliano è ricca di informazioni e di ricerche personali notevoli. La sintesi è ordinata ed evidente, anche sul piano pedagogico. Essa è utile agli allievi della scuola e agli adulti che non devono dimenticare”.

E’ stata una mattinata molto interessante quella organizzata dalla Casa della Memoria e dal suo presidente Emidio Pipponzi, arricchita dalla lectio magistralis dello storico Costantino Di Sante, lo studioso che venti anni fa mise in risalto per primo in maniera dettagliata e documentata numeri e fatti relativi al Campo di Servigliano.

Dopo i saluti del sindaco Marco Rotoni, la dirigente d’Istituto Anna Maria Isidori ha evidenziato l’importanza dell’iniziativa soffermandosi sul valore educativo della stessa e ringraziando per i lavori gli studenti e i docenti. Commovente il ricordo dedicato a Lina Cinque Verducci, docente della scuola media “Luigi Vecchiotti”, scomparsa prematuramente: il marito Carlo Verducci e i figli, il senatore Francesco Verducci e Luigi Verducci, non hanno trattenuto le lacrime.

Lina Cinque Verducci ha dedicato la sua vita da docente ai ragazzi, sempre pronta a stimolare studi e ricerche con metodo ma anche con un dolce sorriso. I Verducci hanno confermato che l’appuntamento della borsa di studio tornerà ogni anno e diventerà tappa fissa nel panorama delle iniziative legate alla scuola.

Letture:1171
Data pubblicazione : 07/06/2017 12:39
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications