Istruzione
ITET Carducci-Galilei: "Scuola Aperta" per l'Istituto Europeo di Design  Gli esperti raccontano il mondo della grafica e comunicazione ai genitori

L’Istituto Tecnico Economico e Tecnologico “Carducci-Galilei” di Fermo torna ad aprire le proprie porte per far conoscere sempre più e sempre meglio la propria offerta formativa.

ITET Carducci-Galilei:

È infatti fissata per sabato 13 gennaio alle ore 15.30 la giornata di “Scuola Aperta” rivolta agli alunni della Scuola Secondaria di primo grado e alle loro famiglie.

Oltre alla visita ai locali dell’Istituto della Sede centrale e della Sede Geometri, i ragazzi potranno conoscere le discipline che caratterizzano l’offerta formativa dell’Istituto attraverso la partecipazione ad attività laboratoriali di grande interesse: economia, discipline turistiche, diritto, lingue straniere, cinese, informatica, topografia, costruzioni, disegno tecnico. Ad arricchire il pomeriggio ci saranno inoltre attività di intrattenimento, gioco e divertimento, durante le quali gli allievi del Carducci-Galilei avranno modo di guidare con professionalità i visitatori alla scoperta dell’Istituto, dimostrando entusiasmo e forte senso di appartenenza ad una scuola di cui vanno fieri.

 

L'evento sarà anche occasione per la presentazione dell'innovativo ed importante corso di "Grafica e comunicazione", che si pone come un indirizzo di indubbio interesse nel quadro occupazionale attuale e che sarà a disposizione degli studenti a partire dalle iscrizioni di gennaio. Ad arricchire l’offerta di “Scuola Aperta” ci saranno due ospiti importanti: Corrado Virgili, fermano, grafico, illustratore e creativo digitale in 2d e 3d, che ha maturato una consolidata esperienza nel settore, collaborando, tra gli altri, con la RAI per le trasmissioni di SuperQuark (Piero Angela), con la Rainbow di Recanati, con importanti aziende nazionali ed internazionali, e la prof.ssa Arianna Ioli, rappresentante dell’Istituto Europeo di Design (I.E.D.), istituto che nasce nel 1966 grazie alla felice intuizione di Francesco Morelli ed è oggi un’eccellenza internazionale di matrice completamente italiana, che opera nel campo della formazione e della ricerca, nelle discipline del Design, della Moda, delle Arti Visive e della Comunicazione.

 

Le iscrizioni per l’anno 2018/2019 saranno aperte on line dal 16 gennaio al 6 febbraio, dalle 08.00 alle 20.00. Per chi ne avesse necessità, la scuola fornirà un servizio di supporto presso la sede centrale di Viale Trento tramite uno sportello di assistenza dove poter trovare il personale della segreteria didattica, pronto ad affiancare quanti lo vorranno per la compilazione del modulo online (aperto tutti i giorni alle ore 10.00 alle ore 13.30; il pomeriggio su appuntamento). Le altre date di “Scuola aperta” sono previste il 21 gennaio e il 4 febbraio, giorni nei quali si svolgeranno eventi culturali e formativi rivolti agli studenti e alle loro famiglie. Un’occasione importante, quella della “scuola Aperta”, per toccare con mano le numerose proposte ed iniziative dell’Istituto che ancora una volta si presenta come una scuola di alto livello soprattutto nelle materie di studio più vicine alle richieste del mondo del lavoro e della futura scelta universitaria dei giovani (lingue straniere, economia, diritto, finanza, marketing), preparando questi ultimi con serietà e competenza ad affrontare le sfide che il futuro riserverà loro.

Letture:955
Data pubblicazione : 11/01/2018 16:31
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro
Commenti dei lettori
3 commenti presenti
  • roba da matti 16/07/2018 21:01 - #3
    Il classico non è vecchio, è antico ! Il classico è antico come Fermo, come i palazzi più belli che ci sono in Italia ! Ed è situato in un palazzo bellissimo, nobile, solido, con un significato, sia come costruzione, sia come posizione, al centro della vita cittadina. Ci sono molte aule luminose , molte a misura di una classe con numeri umani, ma sempre, sempre, sempre migliori di quelli di qualsiasi nuova scuola, che in pochi anni si degrada, vedi ragioneria e scientifico, edifici di una bruttezza e trascuratezza uniche. Per non parlare della bellissima biblioteca, con volumi rari e antichissimi, degli spazi comuni a misura d'uomo, in cui ci si incontra, non ci isola in anonimi corridoi. Bisognerà fare un corso a certi genitori, che capiscano a che tipo di scuola iscrivono i loro figli ! Anche Fermo è antica, la vogliamo abbattere o tenerla come museo ? Aspirazione di gente incolta e con scarsa sensibilità etica, estetica e sociale, in genere gente molto egoista. Certo, dal sindaco tutti si aspettavano di rimettere presto e bene in piedi l'edificio storico dell' Ugo Betti, impareggiabile e unica scuola media, che sarà rimpianta per generazioni, come è già rimpianta da alunni e insegnanti, e che difendesse a spada tratta il liceo classico nel cuore di Fermo: così non è stato, la storia darà il suo giudizio sui piccoli personaggi che, purtroppo, hanno avuto in mano il futuro di Fermo e il futuro dei nostri giovani.
  • franco 05/07/2018 20:11 - #2
    ILOCALI DEL CLASSICO NON SONO IDONEI DA TEMPO PER UNA ISTITUZIONE SCOLASTICA, NON TAPPIAMOCI GLI OCCHI.AULE SEMI INTERRATE, FORTE UMIDITA', MANCANZA LABORATORI E PALESTRA IDONEI. ORAMAI E' UN FABBRICATO VECCHIO DA DISMETTERE. INUTILE INSISTERE
  • un fermano 28/05/2018 22:13 - #1
    Non riesco a capire quei genitori che , pur credendo che i loro figli siano in pericolo di vita andando al liceo classico di Fermo, hanno continuato a mandarli l'anno scorso e quest'anno, in massa, persino i più scalmanati e terrorizzati: nessuno si è ritirato, nessuno. Si vede che poi, alla fine, tutta questa paura è solo strumentale, a che cosa , si vedrà, forse mania di protagonismo, delirio di onnipotenza, disagi psicologici. Non è gente che ama Fermo, di sicuro.
Aggiungi il tuo commento

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications