Istruzione
“EmozionArti……e adesso viene il bello”. Il 6 giugno in Piazza del Popolo a Fermo lo spettacolo dell'ISC "Da Vinci-Ungaretti"

Il 6 giugno, in Piazza del Popolo, salotto buono e bello della città di Fermo, in scena “EmozionArti……e adesso viene il bello” conclusione di un percorso didattico annuale dell’Istituto Da Vinci-Ungaretti.

“EmozionArti……e adesso viene il bello”. Il 6 giugno in Piazza del Popolo a Fermo lo spettacolo dell'ISC

All’interno della progettualità che mira a far riflettere sul tema della bellezza si sono costruiti percorsi specifici per ogni ordine di scuola: infanzia, primaria, secondaria di I grado, che diffondano i valori della cittadinanza attiva, della solidarietà, della tolleranza.

Tale progetto tiene in considerazione tre aspetti fondamentali: orientare al sentire estetico e ad apprezzare il “piacere del bello”, sostenere lo sviluppo della creatività e dell’immaginazione ed esercitare la capacità di riconoscere e gestire sempre meglio le proprie emozioni.

Nella scuola dell’Infanzia ci si è avvicinati all’arte e in stretta collaborazione con il Liceo Artistico “Preziotti”i piccoli “hanno studiato” e riprodotto opere d’arte. Nella scuola primaria si è affrontato il tema della bellezza come capacità di cogliere ed esprimere emozioni. Incontrare il bello ha permesso di intraprendere un cammino che ha sensibilizzato e offerto stimoli adeguati per sviluppare capacità critica e andare oltre gli stereotipi, riconoscendo, in tal modo, modelli culturali positivi. In tutte le classi prime della scuola secondaria si è lavorato sulla bellezza del creato e sulle emozioni provocate dal mondo che ci circonda, realizzando un percorso didattico legato ai cinque sensi. Nelle classi seconde si è andati “a caccia della bellezza nel viaggio tra i siti patrimonio dell’umanità in Europa. Nelle classi terze la bellezza è data dall’incontro con l’altro, attraverso la parola orale e scritta pronunciata o ascoltata. Le attività laboratoriali svolte durante l’anno sui temi dell’immigrazione, dell’accoglienza, dell’integrazione si concluderanno attorno ad un tavolo imbandito dove le studentesse e gli studenti “banchetteranno”con menu’ di poesie recitate, brani in prosa intervallati da intermezzi musicali.

Letture:1626
Data pubblicazione : 04/06/2018 14:16
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • un fermano 28/05/2018 22:13 - #1
    Non riesco a capire quei genitori che , pur credendo che i loro figli siano in pericolo di vita andando al liceo classico di Fermo, hanno continuato a mandarli l'anno scorso e quest'anno, in massa, persino i più scalmanati e terrorizzati: nessuno si è ritirato, nessuno. Si vede che poi, alla fine, tutta questa paura è solo strumentale, a che cosa , si vedrà, forse mania di protagonismo, delirio di onnipotenza, disagi psicologici. Non è gente che ama Fermo, di sicuro.
Aggiungi il tuo commento

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications