Istruzione
Inaugurata oggi la nuova scuola a San Severino. Ceriscioli ha invitato il premier Conte alla Giornata delle Marche

"Invito il  premier Conte alla Giornata delle Marche che si terrà il 10 dicembre prossimo. In quell'occasione infatti assegneremo a tutti i volontari della Protezione Civile marchigiana accompagnati dal capo dipartimento Angelo Borrelli, anche lui invitato, il premio del Presidente".

Inaugurata oggi la nuova scuola a San Severino. Ceriscioli ha invitato il premier Conte alla Giornata delle Marche

Lo ha detto il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli oggi a San Severino all'inaugurazione della nuova scuola in via Lorenzo D'Alessandro, la prima ricostruita dallo Stato grazie ad un cofinanziamento del Miur e del Comune che ha utilizzato anche donazioni di privati ed associazioni. Presenti alla cerimonia il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il sottosegretario di Stato al Ministero dell'istruzione dell'università e della ricerca Salvatore Giuliano, il commissario straordinario del Governo per la Ricostruzione Sisma 2016 Paola De Micheli, l'assessore regionale alla Protezione Civile Angelo Sciapichetti, il presidente della Provincia Antonio Pettinari e  il sindaco di San Severino Marche Rosa Piermattei.

 

RIL_3217

 

"Si inaugura - ha proseguito Ceriscioli - un'altra scuola a pochi giorni dall'avvio dell'anno scolastico e a questa seguiranno molte altre inaugurazioni. Per quanto riguarda la ricostruzione delle scuole, che è competenza dei Comuni e delle Province, infatti, abbiamo diversi stati di avanzamento e anche in questo campo resta in piedi il problema della necessità di un maggior numero di responsabili del procedimento più volte da noi sottolineata. Molti bambini sono tornati nei loro territori perché quasi tutte le casette sono finite e ci aspettiamo che altri possano tornare, quindi è giusto mantenere la stessa energia e la stessa forza che c'erano prima. Sarebbe un paradosso da un lato ricostruire le scuole e dall'altro perdere le classi. Per questo la conservazione degli organici è stato il primo messaggio in assoluto che abbiamo indirizzato al nuovo governo e oggi, insieme con i sindaci collaboriamo perché vorremmo che tutte le classi avessero gli insegnanti dello scorso anno. San Severino ha lavorato molto bene in questi mesi. E' stata ad esempio la prima a portare via le macerie. Qui sono tanti i progetti portati avanti, anche a livello di ricostruzione privata. Già circa ottanta esempi di ricostruzione sono partiti. E' un lavoro enorme quello che stiamo portando avanti, come abbiamo sempre detto, e questo si vedrà man mano nella moltiplicazione delle realizzazioni. Ricordiamo che le Marche sono state colpite per un terzo del loro territorio, sono 87 i Comuni nel cratere ed è fondamentale mantenere la collaborazione istituzionale a tutti i livelli. Ieri per esempio eravamo a fare il punto con Arquata, un punto che facciamo mensilmente: c'è veramente un grande impegno e un grande lavoro e questi sono i momenti in cui il lavoro viene ripagato".

La scuola costruita in adempimento alle direttive della Protezione civile nazionale ha una struttura antisismica in acciaio e fondazioni in calcestruzzo armato, l'involucro esterno (pareti e solaio di copertura) è realizzato con materiale a secco formato da pannelli sandwich, isolante termico e lastre di cartongesso.

Dal punto di vista energetico, la scuola appartiene alla classe "A".

La superficie totale coperta è di 1547 mq.  Previste 14 classi per circa 300 alunni della primaria Luzio, un'aula multimediale, il refettorio  e locali per segreteria e professori. Le opere ammontano a 1.242.549,08 euro più iva per un totale di 1.366.803,99 euro di cui €1.167973.10+iva sono stati interamente coperti dal MIUR. La sistemazione dell'area esterna per giardino e impianto di irrigazione è costata invece 40.800 euro.

Letture:535
Data pubblicazione : 13/09/2018 15:42
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
3 commenti presenti
  • lettore speranzoso....

    14-09-2018 11:48 - #3
    Forse non mi sono spiegato bene, io NON SONO AFFATTO speranzoso, comincio a pensare seriamente che la "ricostruzione post sisma 2016" diverra' una specie di definizione di un preciso periodo storico di lungo periodo, come oggi parliamo di "Età del Bronzo - civiltà protovillanoviana - Tardo Impero d' Occidente " e via storificando. Chi ha preceduto l' attuale Governo (contro il quale - poverino - si scagliano tutti i poteri forti cattivi e prepotenti, sapendo bene di avere a che fare con personalità dolci e timide come Salvino er bullo e Giggino o' genio ) non merita molto più di un pernacchio in materia ma il "nuovo che avanza" mi pare stia dimostrando altrettanta incapacità gestionale. Conte ha già troppo da fare per tenere buoni i suoi due stimatissimi vice comandanti, probabilmente rimpiangerà i bei tempi in cui bloccava in silenzio duecento ragazzi alla volta spiegando i principi sulla interpretazione delle norme contrattuali ma al di là di tanti belli ed aulici "pistolotti" pronunciati in tono appropriato, mi sembra che i mattoni caduti sulla piazza di qualche piccolo comune del Maceratese stiano ancora là.... almeno "il nuovo che avanza" poteva portarli via, infischiandosene di normative europee sui rifiuti inorganici..... O è più facile fare i bulli solo con qualche centinaio di morti di fame e sete in mezzo al mare?
  • Diabolik

    13-09-2018 22:31 - #2
    Caro lettore speranzoso...,se fossi in te non sarei così ottimista. Metti caso che, come è probabile, vista la povertà di idee e di uomini del PD che Renzi ritorni ad essere il Segretario di un partito che non c'è più e Berlusconi abdichi e ceda il suo elettorato a Renzi avremo un partito di centro destra del 24% mica cotica ! Se poi, mettiamo anche tutti i cespuglietti a sinistra che comunque sperano di governare dopo tanti anni di astinenza ci troveremo con un partito quasi del 30%. Aricotica...! Comprare un po di onorevoli e senatori è il gioco più facile del mondo ed ecco fatto.. un Renzi tirato a lucido nuovo presidente del Consiglio, con viva e vibrante soddisfazione degli Italiani. Insomma non diamo nulla per scontato.. Siamo in Italia...., ci sono i poteri forti, ci sono i banchieri, la massoneria, la chiesa e gli imprenditori che non amano molto questo governo basta vedere le trasmissioni per rendersi conto che Salvini, Di Maio, Conte sono tollerati di facciata ma poi non passa secondo che tutte le colpe del mondo sono loro cancellando trenta/quaranta anni di DC/PSI/Berlusconi/Letta/Monti/Renzi e Gentiloni, mai visti mai conosciuti…!!! Ecco, allora, che le tue previsioni dovrebbero essere riviste al rialzo ... tra cento/centocinquantanni si potrà parlare di inizio della ricostruzione post sisma... Errani e la De Micheli sono stati bravissimi..... a non fare nulla e per fortuna!
  • lettore speranzoso....

    13-09-2018 16:19 - #1
    Probabilmente Conte avrà avuto il permesso dai suoi Vice Primi Ministri di uscire da Roma e magari anche parlare in pubblico, non troppo altrimenti rischia di disturbare il lavoro dei suoi due factotum..... Va bene, siete stati tutti bravi, la scuola è ricostruita, abbiamo fatto il pistolotto sulla importanza della educazione nella vita umana e della comunità.... adesso ci manca solo che nei prossimi cinquanta anni ricostruiate le macerie del terremoto di due anni fa.... Ah già! Ricordatevi pure di portare via i mattoni e gli altri residui caduti in strada che ancora aspettano di essere spostati.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications