Istruzione
Porto Sant'Elpidio. La carica dei 254! Via i rifiuti da ogni zona della città, l'entusiasmo dei ragazzi delle scuole per Puliamo il Mondo

254 ragazzi delle scuole De Amicis, Pennesi, Rodari e Urbani in fila per due, pettorina o cappello giallo addosso, ieri mattina si sono recati in ogni zona di Porto Sant'Elpidio per raccogliere rifiuti, anzi per Pulire il Mondo! E’ questo il nome della manifestazione organizzata dal circolo elpidiense di Legambiente e dal Comune. Chi è passato al lungomare si è fermato incuriosito a guardare e a chiedere e forse anche a comprendere quanto ai bambini stia a cuore la cura dell'ambiente. 

Porto Sant'Elpidio. La carica dei 254! Via i rifiuti da ogni zona della città, l'entusiasmo dei ragazzi delle scuole per Puliamo il Mondo

Inutile dire che nelle aree interessate (Area antistante Ex-Fim, Spiagga Orfeo Serafini, Prato lungomare tra il Fosso dell'Albero e la Rotonda, Villa Bernetti (giardini dietro al comune), Villa Murri (parco tra la villa e la nazionale) hanno trovato di tutto, dalle scarpe, ai tappeti, ai soliti imballaggi in plastica.

Questo, infatti, è il secolo della plastica. Ce n'è talmente tanta, e dappertutto, che studi recenti hanno dimostrato, che anche il nostro organismo è ormai composto da questo derivato del petrolio. La plastica infatti è entrata a forza nella catena alimentare, attraverso la microplastica, cioè frammenti macromolecolari derivati dallo spezzettamento della plastica stessa. La microplastica viene ingerita involontariamente dai pesci e da lì al piatto il passo è breve.

 

“Pertanto l'invito - spiega la referente del Circolo Legambiente di Porto Sant'Elpidio, Katia Fabiani - è quello di comprare beni che abbiano meno plastica possibile: in alcuni negozi ad esempio si vendono detersivi, cereali o legumi sfusi. E in generale basterebbe non richiedere la borsetta, se compriamo solo un pezzetto che potremmo tranquillamente tenere in mano.
Un'altra richiesta più banale la dobbiamo fare ai proprietari dei cani: per favore raccogliete i rifiuti solidi dei vostri amici a quattro zampe. Soprattutto vicino alle scuole capita che i bimbi la calpestino o gli zaini trolley se la ritrovino sotto alle rotelle. Tornando invece ai problemi causati dalla microplastica, se il rifiuto che gettiamo a terra è piccolo, come la carta di una caramella, questo non significa che non inquina, ma soltanto che che ci mette meno tempo a sminuzzarsi e quindi a divenare microplastica.

 

“A volte – spiega il sindaco Nazareno Franchellucci – un'esperienza formativa sul campo è più significativa ed incisiva di mille parole. Vedere con i proprio occhi e toccare con mano l’inciviltà della gente è sicuramente stato utile per smuovere le coscienze e la sensibilità di questi ragazzi che rappresentano il futuro della nostra società”.

Secondo l'assessore all'ambiente Daniele Stacchietti "è stato davvero sorprendente constatare la naturalezza con cui i piccoli cittadini hanno fatto proprio un gesto di cittadinanza attiva come quello che si è svolto ieri mattina. Infatti, senza paure o remore, i ragazzi delle nostre scuole hanno contribuito a rendere più pulito e più decoroso il nostro territorio, anche e soprattutto insegnando a noi adulti che la tutela dell’ambiente non è demandata all’Amministrazione o alle associazioni di categoria, ma che è parte della nostra vista quotidiana. Un sentito ringraziamento alla Protezione Civile e ai suoi volontari per aver sostenuto e permesso, con la loro presenza, di vivere questo momento di partecipazione".


"Sono rimasta davvero colpita dal numero di adesioni e dall’attenzione e preparazione con cui i ragazzi hanno raccolto e differenziato le varie tipologie di rifiuti - aggiunge l'assessore al turismo Elena Amurri -. A volte non abbiamo contezza di quali siano le molteplici conseguenze di un gesto così semplice come quello di gettare la carta delle caramelle a terra: l’obiettivo è proprio quello di aiutare le giovani generazioni e non solo a prenderne coscienza. Colgo l’occasione per ringraziare le insegnanti che hanno aiutato e collaborato in questa giornata formando preventivamente gli alunni sul valore ambientale dell’iniziativa"


“Ringrazio gli alunni delle nostre scuole per aver voluto dedicare questa giornata alla cura della propria città - conclude l'assessore alla cultura Luca Piermartiri -. Un'occasione per prendere coscienza del proprio senso civico e svolgere un’attività didattica diversa dal solito”.

Letture:739
Data pubblicazione : 24/10/2018 15:04
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications