Istruzione
L'ITI Montani trasloca al Polo Scolastico: 17 nuovi locali per terminare l'anno scolastico

La Provincia di Fermo, corrispondendo agli impegni assunti con l’Istituto I.T.I. Montani nei giorni successivi alla chiusura dell’edificio Triennio, ha reperito spazi presso il Polo Scolastico sito in Via Lussu per destinarli ad aule e laboratori a servizio del medesimo Istituto. Un’azione intrapresa in collaborazione con il Comune di Fermo, che ha, nel contempo trovato nuove aule per ospitare gli alunni della scuola media Betti.

L'ITI Montani trasloca al Polo Scolastico: 17 nuovi locali per terminare l'anno scolastico

“Siamo partiti dai locali – spiega la presidente Moira Canigola – occupati al momento dalla scuola Betti, ma siccome non erano sufficienti abbiamo recuperato altre aule. Questo grazie alla collaborazione degli altri due Istituti presenti nel polo attiguo alla Provincia. Fin dalle prime ore dopo il sisma del 2016, il supporto della dirigente Corradini dell’Itet Carducci è stato fondamentale. A questo si è aggiunta l’intesa con la dirigente Scatasta del Liceo Artistico Preziotti. Insieme abbiamo riorganizzato gli spazi, riuscendo a recuperare le aule necessarie per servire nel miglior modo l’arrivo degli alunni dell’I.T.I. Montani”.

La dotazione complessiva di ambienti, che sono stati recuperati, è costituita da 17 locali. “Almeno quattro – prosegue la Presidente – saranno allestiti come laboratori in modo da consentire al Montani di completare con regolarità l’anno scolastico in corso”.

A prendere possesso dei nuovi spazi sarà, come anticipato dalla dirigente dell’I.T.I. Margherita Bonanni, il corso di informatica. “Come Provincia, non appena inizierà il trasferimento degli alunni della Betti, presumibilmente i primi giorni di febbraio – afferma la Presidente - realizzeremo il cablaggio dei laboratori di informatica, portando così la connessione migliore. Al contempo, inizierà il trasloco degli arredi”.

Nel mentre sono state valutate dagli uffici provinciali la viabilità e l’organizzazione del trasporto scolastico, garantito esattamente come prima del trasferimento

L'attività della Provincia continua nella definizione del procedimento necessario che porterà alla assegnazione definitiva dell'incarico, con l’inizio dei lavori entro la prossima stagione estiva, per la ricostruzione dei nuovi laboratori ITI presso il polo scolastico (per un valore di circa 2 milioni di euro) e con i quali verranno messi a disposizione ulteriori 8 ambienti.

Azioni quelle descritte propedeutiche a quello che resta l'obiettivo finale e che è in fase di progettazione e che prevede l'adeguamento sismico del Triennio Montani ed il rifacimento dei tetti. Interventi già finanziati e per i quali si stanno seguendo le procedure previste dalla normativa.

 

Letture:1861
Data pubblicazione : 23/01/2019 12:53
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
6 commenti presenti
  • l'osservatore fermano

    25-01-2019 12:00 - #6
    Gentile Paolo, ho letto che tutto il complesso Montani verrà restaurato e messo in sicurezza compresi i sottotetto; pertanto ipotizzo e mi auguro, come tutti noi, che i laboratori resteranno dove erano prima del sisma. La Preside Bonanni non lascerà sicuramente nulla di intentato perché questo avvenga, ed io sono fiducioso. Per quanto riguarda l'opposizione hai ragione, non sappiamo più dov'è e se esista ancora,purtroppo. Comunque, restiamo in attesa delle risposte per i preventivi e "costi-benefici" riguardo la Betti da parte dell'amministrazione.
  • paolo

    25-01-2019 09:39 - #5
    mi rivolgo ad osservatore fermano, che mi sembra più informato e competente dei nostri amministratori e magari risponde pure: il piano di ristrutturazione dell'ITI di cui parli, comprende anche i laboratori o quelli sono definitivamente perduti e in futura costruzione in estrema periferia nel polo scolastico vicino al cimitero ? ( per quanto riguarda la Betti, mi stupisce che il sindaco faccia orecchie da mercante, e mercante è decisamente appropriato, ma che l'opposizione stia zitta zitta, mi sorprende ancora di più )
  • l'osservatore fermano

    24-01-2019 17:06 - #4
    Esiste un preventivo,un progetto per rimettere in sesto la Betti? Non ho letto da nessuna parte quanto costerebbero il restauro e la sicurezza antisismica. Di questi tempi va molto di moda il sistema "costi-benefici". I costi non li conosciamo ma i benefici,quelli si che sarebbero tantissimi; la maggioranza dei fermani (quasi tutti noi abbiamo frequentato le medie U.Betti) vorrebbe la sua riapertura in sicurezza e gli adolescenti resterebbero vicini al centro storico con tutto quanto di bello e di importante ciò può comportare ,vivendo in un contesto come pochi, e si sa che l'ambiente condiziona i ragazzi e in questo caso sicuramente in positivo. Le scuole medie sono di competenza dell'amministrazione comunale, pertanto attendiamo buone notizie, si fa ancora in tempo per rimediare. Per quanto riguarda l'ITIS , leggo con piacere che il piano di ristrutturazione del complesso è in fase avanzata e ci sono soprattutto i soldi (parlo da ex).
  • fermano

    24-01-2019 14:40 - #3
    ma quanto è brutto questo ammasso di cemento ? la foto rende benissimo la bruttezza pure dello squallido ambiente circostante, sterpaglie, auto appese sulla discesa a picco, nessuno spazio gradevole all'aperto per gli studenti ( si immagina l'uscita, uno slalom tra auto e autobus ), una scuola infossata, di pochi anni e già tutta scrostata...nemmeno una pensilina per ripararsi dalla pioggia...insegne invisibili, attaccate con lo scotch...una vera educazione alla bruttezza
  • francesco

    24-01-2019 10:15 - #2
    Orlando, ho pensato la stessa cosa ! E intanto il magnifico edificio della Betti, rimpianto da tutti, scolari e insegnanti, langue abbandonato e senza che si sappia nulla di nulla , intendo ufficialmente, non chiacchiere ,delle sue effettive condizioni, dei costi per un eventuale adeguamento e ristrutturazione, di tempistiche dell'orrido edificio in costruzione in pessima zona ( promesso per l'inizio del 2017, con dichiarazione strombazzante ! ), di quanto la città di Fermo ci stia rimettendo in tutti questi giochi di scacchi. Invece di provvedere , da parte del sindaco, come un buon padre di famiglia, che non abbandona.
  • Orlando

    23-01-2019 18:30 - #1
    Faccio i complimenti a tutti. Per la Betti c'erano solo 14 aule e nessuna possibilità di trovare uno spazio per un aula insegnanti (tenevano i loro libri e i documenti nei portabagagli delle loro auto), un aula per ricevere i genitori (venivano ricevuti nello sgabuzzino del piano terra) e adesso che arrivano i potenti dell'ITI subito 19 aule e 8 ambienti nuovi "gentilmente" concessi da chi prima non concedeva nulla. Capisco che finalmente ora siete tutti dello stesso colore ma i ragazzi, quelli della Betti ed i loro insegnanti meritavano più rispetto da chi li ha visti sempre come ospiti sgraditi. E scommetto che ora avete rimesso anche la wifi in quelle aule!
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications