Lavoro
Fermo. Caso delle sporzionatrici delle mense comunali. L'intervento di CGIL e CISL: “Cambiare tutto il sistema degli appalti”. LEGGI LA NOTA INTEGRALE DEI SINDACATI

“La recente vicenda delle sporzionatrici, dopo quella del sistema museale, cioè stipendi e spettanze non erogate ed altre irregolarità, conferma che la gestione degli appalti del comune di Fermo è disastrosa”. Inizia così la durissima nota che porta la firma dei segretari di CIGL e CISL Di Cosmo e Cifani, in merito al caso delle lavoratrici nelle mense comunali di Fermo.

Fermo. Caso delle sporzionatrici delle  mense comunali. L'intervento di CGIL e CISL: “Cambiare tutto il sistema degli appalti”. LEGGI LA NOTA INTEGRALE DEI SINDACATI

“Le responsabilità – spiegano i sindacati – sono politiche e chiamano in causa anche imperizia e negligenza della dirigenza incaricata. Per sciogliere il quesito abbiamo già chiesto un incontro all'Amministrazione comunale”. Nella nota i sindaci spiegano come: “Il sindacato di categoria di Cgil e Cisl è riuscito a mettere una pezza al 'buco' prodottosi a danno delle operatrici dello sporzionamento delle mense scolastiche, ottenendo l'impegno solette al pagamento delle spettanze arretrate e, per il futuro, l'assicurazione che le retribuzioni saranno erogate in modo corretto, sia nei tempi che nel quantum. Resta tuttavia il problema di fondo che va affrontato con l'Amministrazione comunale. La vicenda dello sporzionamento ha radici nelle prassi sbagliata con cui si redigono i capitolati d'appalto. E, come in questo caso, all'insegna del massimo ribasso e di clausole che, contrariamente a quanto prevede la normativa vigente, tentano di eliminare la responsabilità in solido della stazione appaltante, cioè l'Asite”.

 

LEGGI L'INTERVENTO INTEGRALE DEI SINDACATI

Letture:2330
Data pubblicazione : 13/11/2014 17:52
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Lucia

    13-11-2014 18:08 - #1
    (..)Cippitelli avrebbe già dovuto rassegnare le dimissioni. Ecco come ha "sistemato il bilancio"...... Aumentando le tariffe a carico dei cittadini e risparmiando sui servizi che sono infatti sempre più' scadenti in tutti i settori, a scapito dei lavoratori che non vengono pagati e dei cittadini tutti che si ritrovano a dover fare i conti con sempre maggiori disservizi.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications