Lavoro
Tirocini over 30. Code all'ufficio dell'impiego di Fermo. La denuncia di CGIL, CISL e UIL Marche: “Procedure inadeguate”

Cgil, Cisl e Uil regionali esprimono la massima solidarietà e vicinanza ai tanti disoccupati che hanno passato la notte in fila davanti ai Centri per l'impiego per cogliere l'opportunità del bando della Regione sui tirocini Over 30. Anche a Fermo si è verificata una lunga coda. "La situazione - spiegano i sindacati -  deve far riflettere tutti, sopratutto le Istituzioni sulla grave situazione di difficoltà e di disagio che anche nelle Marche si è determinata e si sta allargando dall'inizio della crisi".

Tirocini over 30. Code all'ufficio dell'impiego di Fermo. La denuncia di CGIL, CISL e UIL Marche: “Procedure inadeguate”

“Emerge – scrivono Cgil Cisl Uil Marche - con evidenza innanzi tutto l'inadeguatezza delle procedure seguite e quindi l'esigenza di ragionare a fondo per il futuro sulle modalità e sui criteri di avvio dei tirocini, modalità che rischiano di innescare solo una guerra tra poveri e di creare un sentimento di sfiducia nelle istituzioni stesse. La situazione sarebbe stata peggiore se la Regione non avesse accolto le richieste di Cgil, Cisl e Uil di posticipare la scadenza del bando in virtù del fatto che la normativa nazionale sui nuovi Isee impedisce l'ottenimento della certificazione in tempi brevi”.

Sindacati che concludono: “Questi fenomeni nascono anche dalla carenza di risorse disponibili per le politiche attive del lavoro orientate alla ricollocazione delle persone disoccupate; pertanto è necessario che, tra le scelte che andranno adottate a breve sia sull'utilizzo dei fondi comunitari sia rispetto al bilancio regionale, si tenga conto di questa emergenza e si individuino risorse aggiuntive”.

Letture:2523
Data pubblicazione : 09/03/2015 16:19
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
5 commenti presenti
  • paolo

    10-03-2015 18:29 - #5
    datori di lavoro..siete tutti mercenari a spese di noi disoccupati...avete guadagnato sfruttandoci o facendoci lavorare in nero...non tutti sia chiaro...poi un po di crisi mandate a casa migliaia di lavoratori...i sindacati complici....oppure ci sfruttate con i tirocini senza pagare un euro....vergognatevi...
  • over30

    10-03-2015 10:42 - #4
    Il problema si riproporrà tra 6 mesi quando, alla fine del tirocinio, la maggior parte dei 70 tirocinanti tornerà a casa nella stessa condizione di disoccupazione. Pienamente ragione al commento di paolo
  • anonimo

    09-03-2015 21:23 - #3
    ma qual e' quella nazione che per un tirocinio costringe la gente ad andare un giorno prima per prendere il posto?!?! mentre i nostri politici oltre a pensare ai c... loro e a farsi rimborsare i soldi spese per le mimose (vedi i 66 consiglieri regionali inquisiti nelle marche) (..)
  • paolo

    09-03-2015 18:45 - #2
    ma ancora piu vergognosi sono quei datori di lavoro ke approfittano della situazione.... magari x 40 ore settimanali....non sssumono anche se ne hanno bisogno ma sfruttano chi non lavora...questa e'l'italia signori...
  • Sfroos

    09-03-2015 17:01 - #1
    quando i ragazzi hanno iniziato a mettersi in fila voi stavate ancora dormendo...questa è un'altra mega sola come le work experience...
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications