Politica
Imu e Tares a Fermo. “Il Comune ha aumentato l'Imu sulla prima casa vanificando l'abolizione decisa dal governo”. La denuncia di Forza Italia e Fermo Libera

G"iorni di scadenza per mini Imu e Tares  - scrivono i capigruppo Mariantonietta Di Felice e Michele Rastelli -  i cittadini sono disorientati non solo per l’importo, quanto per la confusione e la difficoltà dei calcoli. Dobbiamo rilevare, purtroppo, che il nostro comune ha aumentato l’imu sulla prima casa dello 0,8 per mille, vanificando in parte l’abolizione decisa dal governo".

Imu e Tares a Fermo. “Il Comune ha aumentato l'Imu sulla prima casa vanificando l'abolizione decisa dal governo”. La denuncia di Forza Italia e Fermo Libera

Un attacco nei confronti dell'amministrazione fermana, quello dei due capigruppo di Forza Italia e Fermo Libera. Rastelli e Di Felice spiegano: "Tutti hanno potuto vedere lo spropositato importo della Tares, per un servizio del tutto inadeguato. Per le attività produttive in particolare, l’aumento è insopportabile in questo momento di difficoltà economica. E pensare che poteva essere diminuita, ma esigenze di cassa hanno richiesto ai fermani questo salasso. Invece di cercare risparmi con interventi strutturali, è un gioco da ragazzi aumentare le tasse, un vizietto che la sinistra ha sempre avuto, sia a livello nazionale che locale".

L'attacco dei due capigruppo prosegue: "Un ulteriore vizio, che le amministrazioni di sinistra hanno, è quello di dare sempre la responsabilità per ogni problema a chi li ha preceduti. Lo si sente ripetere per l’Asite, per i fantomatici debiti lasciati dalla vecchia giunta, per lo stesso caso di via Respighi e, siamo alle comiche finali capogruppo Colò, per la piazza chiusa e abbandonata. A meno che non vogliamo ricordare la brutta figura fatta in occasione della nevicata del 2012. Non potendosela prendere con la precedente giunta, si recriminò per una neve “con fiocchi più grandi e cristallizzati” di quelli caduti con il centro destra. Ora basta con questo piagnisteo che nasconde, dopo quasi tre anni dalle elezioni, il fallimento della giunta Brambatti. Tutti possono verificare il profondo malcontento della cittadinanza che chiede una svolta radicale nella guida di Fermo. Come abbiamo avuto modo di dire più volte, l’edilizia è l’anello debolissimo della già debole attività amministrativa della sinistra. Le confuse vicende di Via Respighi, con inquietanti risvolti giudiziari, l’irrisolto problema dei lotti di Casabianca, i pesanti ricorsi dei privati sul piano particolareggiato di San Michele terra, sono scogli che, se non superati, dovrebbero convincere l’attuale amministrazione a rassegnare le dimissioni".

Letture:2131
Data pubblicazione : 20/01/2014 16:22
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
3 commenti presenti
  • Franco

    21-01-2014 10:30 - #3
    Stiamo ore e e ore in fila per pagare, ieri la doppietta IMU e TARES e non vi dico i commenti di quelli che stavano in coda con me, ve li risparmio ma ve li potete immaginare non ci vuole molto. Fermo non è più la citta degli studi ma delle tasse.
  • Il lupo

    20-01-2014 19:45 - #2
    Il sindaco dovrebbe essere espressione di tutti ; mi domando, il sindaco di Fermo chi rappresenta ?E' proprio vero la dignità non è più di questo mondo, chiedo alla dott. Brambatti di farsi un giro per Fermo e chiedere se rappresenta ancora qualcuno. Un consiglio sindaco vai a casa dimostra di avere ancora un po' di orgoglio. A chi gli sta vicino , guardatevi intorno penso vi rendiate conto chi state difendendo, rendetevi conto del fallimento di questa amministrazione, che sarà ricordata come la peggiore della storia di Fermo,fateci sta grazia ponete fine a questo calvario ve ne saremo grati .
  • alonso

    20-01-2014 19:28 - #1
    Facile commentare la giunta Brambatti,ora che siete all'opposizione voi di destra pensate di aver azzeccato tutto in 10 anni che avete governato a Fermo? Non parliamo dell'Asite un'azienda mangia soldi dei cittadini fermani:Se erano rimasti i servizi al comune di Fermo ora sicuramente stavamo meglio.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications