Politica
Fermo. Si allarga la polemica sui vertici ASITE. Forza Italia: “In tutto questo tempo non sono stati in grado di produrre un piano industriale”

Il gruppo consiliare di Forza Italia torna sulle polemiche relative alla discussione secretata in consiglio comunale del caso Asite:“Il Presidente del Consiglio Vallasciani risponde piccato e con tono da maestrino al consigliere Raccichini e questo non va bene”.

Fermo. Si allarga la polemica sui vertici ASITE. Forza Italia: “In tutto questo tempo non sono stati in grado di produrre un piano industriale”

Forza Italia che in una nota spiega: “Certo che eravamo stati informati sulla segretezza del consiglio comunale chiamato a discutere e deliberare sulla presidenza dell’Asite. Ciò non toglie che il Presidente è stato mal consigliato sull’applicazione della norma. Quotidianamente discutiamo e deliberiamo circa l’operato dell’amministrazione, e in questa occasione si trattava di un dibattito di grande interesse pubblico. Infatti la gente è stata colpita da questa secretazione e ha negativamente commentato la decisione, come se ci fossero dei fatti da nascondere. La scelta si è rivelata quindi non solo un boomerang per la maggioranza di sinistra, ma purtroppo ha anche alimentato l’antipolitica così diffusa in questo momento. Per evitare equivoci, rimarchiamo che la nostra iniziativa è nata in seguito al conferimento di rifiuti da fuori regione, fatto tenuto nascosto dai vertici dell’Asite e dall’assessore competente. Partendo da questa grave omissione abbiamo contestato la gestione complessiva della società”.

Forza Italia fermana che prosegue: “Il presidente e il cda ormai a scadenza e a tre anni dal loro insediamento continuano a scaricare infatti le loro responsabilità sulla passata gestione. Eppure in tutto questo tempo non sono stati in grado di produrre un piano industriale, un nuovo piano economico-finanziario da sottoporre alla provincia e la relativa revisione delle tariffe e chiarire la reale capienza residua della discarica. In più hanno ricevuto istanza di fallimento da legali per le loro prestazioni, subito decreti ingiuntivi per mancati pagamenti, con aggravi di spese. Infine, da quanto è dato sapere da dichiarazioni di stampa non intenderebbero contestare il processo verbale di constatazione, per circa 1.300.000 euro, emesso dalla guardia di finanza. Tali circostanze, davvero singolari e inusuali necessitavano e necessitano dei dovuti chiarimenti del caso. Tutto questo è più che sufficiente per revocare il mandato al lottizzato Cippitelli e non basta secretare una seduta consiliare per mettere a tacere l’opposizione”.

 

Letture:1768
Data pubblicazione : 12/05/2014 18:03
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
5 commenti presenti
  • Massimo

    14-05-2014 08:52 - #5
    Gli illusionisti del comune e dell'Asite devono cacciare fuori il contratto Asite e Asia Ambiente secretato dal comune e mai reso pubblico. Questa amministrazione annovera tanti illusionisti tra di loro, ma mi auguro che chi prima o poi chi li sostituirà abbia il coraggio di tirare fuori tutto quello che hanno combinato in questi anni e chiederne conto, perchè ho l'impressione che oggi si veda la punta dell'iceberg, di m.....a in profondità tanta da spalare.
  • Enrico

    13-05-2014 19:16 - #4
    Il regolamento dice questo: Art. 40 Adunanze segrete 1. Le sedute del Consiglio sono segrete nei seguenti casi: a) quando il Consiglio stesso, con deliberazione motivata, stabilisca che la seduta debba essere segreta; b) quando si tratti di deliberare su questioni concernenti persone; c) quando la trattazione possa essere pregiudizievole agli interessi patrimoniali del Comune; d) quando la segretezza della seduta è richiesta dalla legge. 2. Si ha questione concernente persone quando il Consiglio deve esprimere giudizi, valutazioni o apprezzamenti su qualità morali, capacità professionali, attitudini, meriti e demeriti di persone. 3. Durante le adunanze segrete possono restare in aula, oltre agli Assessori, il Segretario generale e gli altri funzionari indicati dal Presidente, che rimangono tutti vincolati al segreto d’ufficio. Fatemi capire quindi cosa si chiedeva, di andare contro il regolamento? Cosi avevate anche la scusa per chiedere la rimozione del presidente del consiglio! Semplicemente ridicoli... p.s. per il vecchio oligarca.. quelli precedenti sicuramente erano più competenti, come s'è visto.. 1.3 milioni di euro li farei pagare a loro.
  • Il Vecchio Oligarca

    13-05-2014 18:32 - #3
    Un conto è la votazione segreta, un conto è la secretazione dei lavori del consiglio! Con pacatezza direi che in questo caso la secretazione è apparsa per lo meno opinabile, di sicuro inopportuna, date le ripetute omissioni dell'attuale dirigenza dell'Asite su fatti di PUBBLICO interesse. Su una cosa Enrico ha ragione: lottizzare è quando si prende una persona non competente e la si mette a capo di una municipalizzata solo perché è della tua area politica. E' proprio quello che il Pd fermano ha fatto all'Asite!
  • tiraemolla

    13-05-2014 17:54 - #2
    a proposito di fiaschi...di discussione pubblica e di voto segreto, quando si tratta di persone, non hai mai sentito parlare Enrico?
  • Enrico

    13-05-2014 10:27 - #1
    Ma chi le scrive queste "note", mago zurlì? Se avevano qualche speranza di far passare la mozione di sfiducia era proprio con la votazione segreta... lo sapevano bene, per questo l'hanno fatta. Dato che non ci sono riusciti, buttano la palla in calcio d'angolo sulla questione della "discussione segretata" che non è una scelta ma un obbligo in quei casi.. quindi di che stiamo a parlare? La revoca del mandato dopo che il consiglio comunale ha respinto la mozione di sfiducia? Ma siete ubriachi? Poi è involontariamente ironica la chiusura con il "lottizzato", quando loro hanno lottizzato anche i piccioni in piazza! Lottizzato è quando prendi, che ne so, un geometra che non sa neanche cos'è un risconto o un accantonamento, e lo metti a capo di una municipalizzata solo perchè è della tua area politica.. Allora si che sarei d'accordo con loro. Quindi ripeto.. lasciate il fiasco!
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications