Politica
Il Comitato Abramo Mori fa il punto sul futuro della provincia di Fermo ricordando Luigi Vitali

“Si è riunito il direttivo del comitato “Abramo Mori” con la partecipazione di alcuni amministratori locali (sindaci e consiglieri comunali) per esaminare insieme lo stato della riforma e della trasformazione delle provincie, la riduzione delle loro competenze e le problematiche relative alle prossime scadenze per la loro nuova gestione amministrativa”.

Il Comitato Abramo Mori fa il punto sul futuro della provincia di Fermo  ricordando Luigi Vitali

Nell’occasione sono state ricordate le figure di Abramo Mori, pioniere della provincia di Fermo, e di Luigi Vitali, strenuo combattente politico per ottenere l’ente territoriale; sono stati ringraziati tutti coloro che hanno operato nella stessa direzione e gli amministratori provinciali di questi cinque anni.
“Tuttavia – spiega il coordinatore del comitato Giuseppe Rossi - da più parti si è fatto notare che le provincie in questi anni hanno cercato di fare “di tutto un po’” piuttosto che concentrarsi nell’affrontare e risolvere specificamente i problemi, che gli altri enti locali, in particolare i comuni, non sono in grado singolarmente di risolvere, creando in questo modo non utili sovrapposizioni e notevole dispersione di energie e risorse finanziarie. Si è osservato inoltre che le provincie piuttosto che promuovere, favorire ed introdurre innovazioni istituzionali e nei servizi pubblici per i territori si sono prevalentemente orientate a “gestire l’esistente” senza riuscire a rispondere adeguatamente alle nuove esigenze dei cittadini e alla loro richiesta di nuovi servizi”.

Rossi che prosegue: “Pertanto, come è noto, la legge 56/2014 prevede la trasformazione delle provincie da enti direttamente eletti dai cittadini ad enti di secondo livello, strettamente legati da un rapporto di interdipendenza e di sinergia politica, funzionale ed organizzativa con i comuni della loro circoscrizione territoriale. Infatti, dopo il commissariamento delle attuali provincie, per il nuovo consiglio provinciale e per il nuovo Presidente, che verranno eletti domenica 28 settembre prossimo, votano i sindaci e i consiglieri comunali dei 40 comuni della Provincia di Fermo. E sono eleggibili a Presidente della nuova provincia i sindaci dei comuni di questa e, solo per questa occasione, il Presidente e i consiglieri provinciali uscenti, e per i dieci componenti del nuovo consiglio provinciale sono eleggibili solamente i sindaci e i consiglieri comunali in carica. Le liste dei consiglieri provinciali devono essere sottoscritte dal 5 % degli aventi diritti al voto e presentate entro il 7 e l’8 settembre prossimo. Ogni elettore potrà dare un solo voto di preferenza”.

“Infine – conclude Rossi - per quanto riguarda la riduzione delle competenze delle provincie, la legge 56/2014, impedendo loro di continuare a fare “ di tutto un po’”, conferma la loro natura di enti titolari di alcune precise e specifiche funzioni fondamentali di promozione, di programmazione, di coordinamento e gestione di politiche e servizi di area vasta. Il direttivo, rilevati la scarsa conoscenza dei problemi ed il disinteresse generale, ha deciso di promuovere a breve una iniziativa provinciale per informare ed approfondire le problematiche relative alle nuove competenze delle provincie ed alla loro nuova gestione amministrativa, per la quale sono necessari amministratori motivati, che guardino solo all’interesse del territorio ed abbiano come obiettivo politico una gestione unitaria del nuovo ente fra tutte le componenti presenti nei 40 consigli comunali della provincia”.

Letture:2050
Data pubblicazione : 13/07/2014 12:29
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • 7-8 settembre scadenza candidatura alle provinciali

    14-07-2014 08:15 - #1
    Notare bene! Si tratta di incarichi politici gratuiti, responsabilità molte soldi zero. Una riforma che fa acqua da tutte le parti. Nessun politicosi prestera' a questo gioco
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications