Politica
Provincia di Fermo. Il PD ha scelto all’unanimità Fabrizio Cesetti alla Presidenza. A settembre il voto

E’ Fabrizio Cesetti, presidente uscente della Provincia di Fermo, l’uomo che il Partito Democratico di Fermo ha scelto alla guida di quella che sarà la nuova provincia di Fermo. A settembre il voto. Presidente e consiglio saranno scelti non dai cittadini ma dai sindaci e dai consiglieri comunali dei 40 comuni componenti la Provincia di Fermo.

Provincia di Fermo. Il PD ha scelto all’unanimità Fabrizio Cesetti alla Presidenza. A settembre il voto

Il presidente Fabrizio Cesetti, di fronte alla richiesta del PD, in primis del coordinatore provinciale Paolo Nicolai, ha dato la sua disponibilità alla rielezione. Nel frattempo Cesetti è diventato membro a tutti gli effetti del Partito Democratico fermano essendosi tesserato. Direttivo provinciale che ha spiegato come l’incarico da nuovo presidente, non remunerato, sia un impegno di non poco conto. A convincere il direttivo provinciale, riunitosi lunedì scorso, che quella di Cesetti potesse essere la scelta giusta è stata proprio la sua esperienza nel territorio accumulata in questi 5 anni di presidenza.

Letture:2917
Data pubblicazione : 23/07/2014 10:20
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
17 commenti presenti
  • Marco

    28-07-2014 08:08 - #17
    Cesetti ha gestito bene ed in economia la Provincia, è inutile che si cerchi di dire il contrario perché i fatti parlano chiaro, basta solo conoscerli. E sinceramente io lo vedrei bene anche in Regione, dove il nostro territorio è rappresentato in maniera indecorosa.
  • tommaso

    24-07-2014 09:30 - #16
    A Fermo ci si lamenta sempre di tutti e di tutto, la Brambatti è da premio Oscar come la più insopportabile, ma anche Cesetti, che blaera da anni sul nuovo ospedale a Campiglione (che non si costruirà mai) e della centrale a biomasse sempre a Campiglione ( che si farà) non è che sia nei sogni dei fermani, anzi ..... Leggere che Nicolai segretario provinciale democratico candida Cesetti alla provincia è fuori dalla mia comprensione, parlate di rinnovamento e ripresentate Cesetti ? Alla fine credo che non si voglia cambiare lo stato dell'arte, che fa comodo a chi tira le fila dietro le quinte senza esporsi ma intrigando. Lunedì si voterà nel consiglio comunale di Fermo la sfiducia al sindaco Brambatti, chi si prenderà la responsabilità di concedere nuova fiducia ad un sindaco che invece di lavorare per la città ha fatto il contrario ? Dopo l'ultimo rimpasto di giunta, chi conosce i nomi dei nuovi assessori e quanto stanno facendo ? Io non posso rispondere a nessuna delle due domande e preciso che non sono di destra.
  • mendicante

    23-07-2014 22:43 - #15
    Il fatto che contui a fare politica prescinde da eventuali compensi nell'immediato perché la politica non è solo stipendi ma potere. Rimanere in politica significa mantenere lo stesso potere e ambire a ruoli successivi, perché Cesetti non si fermerà qua. Uno che vuole fare l'avvocato fa l'avvocato e basta. Spiegare queste cose è svilente. Gratis 'sto ciufolo!
  • Meditiamo

    23-07-2014 19:29 - #14
    Nessuno fa niente per niente.
  • Albertomario C.

    23-07-2014 19:20 - #13
    Caro Nicola ma di quale livore e risentimento parli? I fatti sono sotto gli occhi di tutti. La Provincia targata Cesetti ha fallito. Punto. Non si è svincolata di un millimetro, dalla cultura Ascolana di gestire le cose. Solite parrocchiette, soliti sistemazioni di amici degli amici, solito modo di gestire le pratiche, solito tutto. Eppure da una nuova provincia ci si aspettava di più e di meglio. Colpe di Cesetti e dei suoi stantiii collaboratori, stanchi e con idee vecchie. Qualche taglio di nastro, qualche discorsetto qua e là poi per il resto è vuoto assoluto. Un fallimento politico. Qui non è una questione di soldi qui è una questione di gestione del potere che non può essere più nei modi e nei termini di quella fatta fino ad ora. Cesetti, dopo aver attraversato l'arco costituzionale è riapprodato al PD. Ma è mai possibile che sia l'unico a poter gestire la provincia domando???? Canigola, Giacinti o altri giovani sindaci, quando potranno essere della partita??? Nicolai e Bagalini, vi rendete conto che così facendo state distruggendo un partito o site convinti che finchè c'è Renzi c'è speranza...!!! A livello locale state portando il PD a livelli di prefisso telefonico, a presto la risposta..!!!
  • ma il PD non esprime nulla ?????????

    23-07-2014 18:37 - #12
    Se mi ritrovo a Fermo come sindaco la Brambatti, una tragedia ripescata dal passato, in provincia mi ripresentano Cesetti che da qualche giorno ha preso la tessera del PD, ma non sarà che il PD non esprime nuovi politici ma cerca sempre nel museo delle cere !!!!!!!!!!!!! Ma i due imberbi segretari Nicolai e Bagalini, vogliono mettere su un'assistenza agli anziani ???????????? Siete il nulla ed è per questo che non sapete esprimere nulla. PS anche A GRATIS è possibile fare danni, capito mi hai ????????
  • nicola

    23-07-2014 17:57 - #11
    Capisco il livore ed il risentimento che anima i più ma stavolta bisognerebbe dare atto a Cesetti di essersi messo a disposizione del territorio gratuitamente. Non vorrei fosse sfuggito che l'incarico dei "nuovi" Presidenti delle provincie italiane è assolutamente privo di indennità. Pertanto, Cesetti continuerà a sottrarre tempo alla sua professione per occuparsi della provincia fermana ma stavolta gratuitamente.
  • Piero

    23-07-2014 17:04 - #10
    Per i soliti male informati, il Presidente Cesetti continuerà ad assolvere al suo incarico GRATIS, senza alcun onere per il contribuente, come del resto ogni altro organo politico delle nuove province. Il risparmio, peraltro NON sarà di competenza della Provincia, ma sarà restituito allo Stato, purtroppo.
  • Aggratis se lavori per la provincia

    23-07-2014 17:02 - #9
    Spero che i lettori si stiano convincendo che la dimensione provinciale è quella ideale per governare il territorio. In Regione stiamo capendo che si lavora per la gestione ordinaria e per la funzione legislativa, ma i soldi qui ci sono e le cricche si aggirano riuscendo ad ottenere favori. In provincia si lavora per gli interessi della gente primi tra tutti i giovani e i disoccupati
  • Fabio Petrini

    23-07-2014 17:01 - #8
    In realtà l'amministrazione provinciale di sinistra guidata da Cesetti ha deluso i cittadini, perché non ha raggiunto gli obiettivi dichiarati in campagna elettorale. Purtroppo con la pasticciata riforma delle province voluta da Renzi, dal PD, dall'UDC, da NCD e da Scelta Civica, cioè dall'attuale maggioranza di governo, non saranno più i cittadini a scegliere i futuri amministratori provinciali ma sindaci e consiglieri comunali, in pratica le segreterie dei partiti, che nel Fermano sono in gran parte di sinistra e quindi Cesetti ha molte probabilità di essere rieletto, specialmente adesso che ha preso la tessera del PD. A proposito, non era Cesetti, qualche tempo fa, ad essere fortemente critico nei confronti del PD? A meno che gli amministratori di sinistra che hanno a cuore il nostro territorio non votino un altro candidato per costruire una provincia nuova e diversa e soprattutto vicina ai cittadini. Speriamo. Fabio Petrini Forza Italia - Fermo
  • Lucia

    23-07-2014 16:20 - #7
    Un lavoro no????? Come cozze sullo soglio.
  • mendicante

    23-07-2014 15:46 - #6
    Questa è la riprova, se ve ne fosse ancora bisogno, che la politica è un affare. Poteva tornare a fare il suo mesitiere, che è l'avvocato, non certo il minatore. Evidentemente la politica comporta meno sacrifici e più danari. Evidentemente...
  • alessandro

    23-07-2014 14:44 - #5
    La riforma delle province, insieme a quella del Senato e della legge eelttorale saranno il colpo di grazia alle democrazia in Italia. L'obiettivo è quello di zittire tutte le voci fuori dal coro. Il PD sta in sostanza completando l'attuazione del programma della P2 di Licio Gelli.
  • Piero

    23-07-2014 14:21 - #4
    La scelta giusta, perché unico Presidente eletto dai cittadini (ed ultimo, vista la brutta "riforma" dell'ente provincia), perché ha reso un grande servizio al territorio rendendolo autonomo da Ascoli in tempi record, con una struttura agile e molto meno costosa della "gemella" ascolana. Ora dovrà gestire la transizione verso la nuova organizzazione degli enti locali, dopo la riforma già legge ed in previsione delle riforme costituzionali in arrivo.
  • Carletto

    23-07-2014 11:22 - #3
    Hahahha... Cesetti chi? Cesetti Zeno memorabile ala della Fermana dei bei tempi.....o Cesetti Stefano noto direttore del Carlino? Altri Cesetti degni di così "grande" sponsorizzazione mediatica non li conosco. Per la verità un Cesetti primo e unico presidente di non so bene quale ente c'è stato ma, di lui, si sono perse le tracce, in logorroiche, inutili ed inconcludenti discussioni che hanno portato allo sfascio una intera comunità....!!! Spero solo che sia uno dei due sopra citati che, sono anche simpatici ed intelligenti....altrimenti sarebbe da stendere un velo pietoso. Certo che il PD, nel fermano, gode di immensi consensi grazie alla lungimiranza politica di Nicoali e Bagalini che hanno "rivoltato" il partito come un calzino, ora con questa conadidatura hanno dimostrato "finalmente" che anche loro sono convinti che la carta vincente è solo una....!!!! IL NUOVO CHE AVANZA....Basta con i riciclati politici, basta con gli uomini per tutte le stagioni, basta giochi e giochini. ARIA NUOVA E FACCE NUOVO..peccato però che spesso le facce nuove abbiano le facce da .......... del passato e questo come dice Razzi ..non è bello...!!!
  • marc

    23-07-2014 11:20 - #2
    Trampolino di lancio per far fuori la Brambatti e sostituirsi a lei? Col placet di Nicolai che così non avrà problemi (leggi concorrenza) a ripiazzare l'amico Petrini alle Regionali. Che bel quadretto: Cesetti sindaco di Fermo tenuto per gli attributi dalla segreteria provinciale PD. Nicolai segretario, pronto a sostituirsi a Cesetti quando questo farà i capricci. Petrini nuovamente in regione per paura di non venire rieletto in Parlamento a causa della riforma di Renzi. E magari anche Donzelli, parente di Nicolai, assessore alla cultura del Comune di Fermo. Da questo quadro 2 ignari esclusi: Buondonno, che ancora spera di rientrare in campo, e Bagalini che verrà fatto fuori dai suoi elettori di Campiglione quando capiranno il giochetto per Petrini. Questi tizi non hanno calcolato un fattore in tutti questi calcoli: se la Brambatti viene ufficialmente fatta fuori dal PD gli elettori si incazzeranno e le elezioni comunali le vincerà la destra. Non c'è Cesetti che tenga.
  • Adesso basta !!!!!!!!!!!!!!!!!

    23-07-2014 10:22 - #1
    Non voterò più il partito democratico, sempre i soliti noti, basta !!!!!!!!!!!
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications