Politica
Il senatore fermano Verducci: "Soddisfazione per l' approvazione dell'emendamento che esclude una VIA postuma per gli impianti di biogas"

“È un ottimo risultato che in commissione sia stato approvato all’unanimità dei componenti e con parere favorevole del governo l’emendamento presentato dai Senatori del Partito Democratico volto all’esclusione della soluzione di Valutazione di Impatto Ambientale postuma per sanare gli impianti a biogas non regolari". così dichiara il Senatore Francesco Verducci, che, con gli altri colleghi marchigiani, ha seguito sin da subito la vicenda.

 Il senatore fermano Verducci:

"Abbiamo proposto – aggiunge Verducci – che l’Italia si adegui e recepisca a pieno la normativa europea, in particolare sul solco della direttiva 2011/92/UE, in materia di VIA per gli impianti di produzione di energia. La soluzione postuma avrebbe rimandato il problema, probabilmente aggravandolo. Così vogliamo inserire il rapporto tra territorio, amministrazione pubblica e fabbisogno energetico all’interno di un percorso più lungimirante ed equilibrato. Aver concesso in passato autorizzazioni senza le adeguate valutazioni, così come impugnato dalla Presidenza del Consiglio e dichiarato incostituzionale dalla Corte, non può passar sopra l’integrità dell’ambiente e la salute dei cittadini".

Letture:1895
Data pubblicazione : 24/07/2014 11:45
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
9 commenti presenti
  • arturo

    25-07-2014 11:31 - #9
    se passasse, votato dai nostri cari politici, il commissariamento ad acta per i siti ex sadam, anche se non già autorizzati, sarebbe uno schiaffo a tutto l'elettorato di queste vallate. I 12.000 cittadini che hanno firmato la loro avversione, le assemblee pubbliche con centinaia e centinaia di partecipanti, le relazioni mediche che hanno messo in evidenza i possibili danni alla salute. Cancellerebbero tutto in un colpo solo. E questa sarebbe la democrazia? Il principio di concertazione, legge europea, che cosa ne facciamo? Prepariamoci tutti ad una contrapposizione ancora più forte e determinata perchè a questo punto dovremmo essere noi ad insegnare la democrazia ai nostri politici.
  • DARIO

    24-07-2014 22:05 - #8
    centrale fermo, ci pensera' il consiglio di stato a fare chiarezza definitiva. vale a dire una nuova mazzata per comune e provincia.
  • arturo

    24-07-2014 20:22 - #7
    concordo pienamente con il giudizio espresso da Walter. un sentito ringraziamento al Senatore Verducci per il lavoro svolto quale rappresentante di un territorio che viene preso di mira in modo arrogante e ingiustificato da politici e imprenditori che vedono le nostre vallate vocate ad un tipo di sviluppo per niente condiviso dalla popolazione. Ricordo a questo proposito la raccolta di 12.000 firme di cittadini che hanno espresso il loro giudizio contro tali iniziative. O le assemblee pubbliche con centinaia e centinaia di partecipanti. Ed è anche a nome di tutte queste persone che esprimiamo al Senatore la nostra vicinanza affinchè faccia sentire la nostra voce nei luoghi istituzionali e che si ponga fine a disegni illegittimi contro gli interessi economici e di salute di tutta una comunità.
  • simone

    24-07-2014 16:52 - #6
    Basta con questi bla, bla, bla, bla, bla, bla. Inizio lavori centrale a campiglione il 01/09/2014.
  • Aristocratico

    24-07-2014 16:43 - #5
    Verducci....ma che avete proposto..???? E' stata la Comunità Europea ad imporvi questo....!!! Forse i cittadini non sanno che sempre la Comunità Europea ha impugnato il D.lgs 152/06 che parla appunto di VIA, VAS ed altro in quanto non in linea con i dettati Europei...Come sempre l'Italia e la politica Italiana arriva ultima altro che soddisfazione oserei dire è un pianto generale....!!!
  • x simone che fa sempre bla bla

    24-07-2014 16:40 - #4
    bla bla bla ti piace farlo per i padroni della powercrop. magari vorresti lavorare alla centrale fregandotene della salute pubblica. ti piace l'inquinamento da respirare. bhe trasferisciti vicino a una bella centrale grossa grossa..ce ne sono poche in itaglia.. e poi fai bla bla alla luna insieme a quelli che come te curano i propri interessi contentandosi delle briciole ch i padroni gli buttano sotto al tavolo.
  • simone

    24-07-2014 15:31 - #3
    ancora bla bla bla bla ,verducci chi?
  • Bruno

    24-07-2014 15:05 - #2
    Di la verità Francesco, sci dovuto fà a cazzotti cò Petrini ? Tanto lo sapemo tutti che era statu issu a scrie l'emendamento pé sarvà Spacca & Co. !!
  • Walter

    24-07-2014 12:33 - #1
    Un plauso al Senatore Verducci e ai sui colleghi che si sono impegnati per il ripristino della legalità. Purtroppo nella medesima Legge di conversione del Dl 91/2014, con un emendamento, è stato reintrodotto un articolo con il quale si prevede la possibilità di nominare da parte del Comitato interministeriale, dei commissari ad acta per effettuare le riconversioni in impianti a biomasse degli ex stabilimenti SADAM, reiterando il tentativo già fatto nel 2013 e che, grazie all'impegno del Senatore e dei suoi colleghi, si riuscì ad evitare. Considerato che tale norma è illegittima, così come ebbe a sancire con apposita sentenza la Corte Costituzionale poiché tale materia esula dalle competenze Statali, e considerato inoltre che l'articolo ad oggi inserito appare ancor più illegittimo poiché contempla la nomina dei summenzionati commissari laddove ancora non si sia arrivati al rilascio dell'apposita autorizzazione (o sembra fatto apposta per il caso di Fermo), e non tiene minimamente conto dei contenziosi in essere dianzi alla Magistratura Amministrativa, anzi potrebbe addirittura interferire con eventuali sentenze di diniego all'autorizzazione. Volevo chiedere al Senatore Verducci se non ritiene opportuno, se non doveroso, attivarsi nuovamente con i suoi colleghi per eliminare tale articolo in difesa della salute, dell'ambiente e dei diritti dei cittadini del fermano, nonché del principio di uguaglianza dinanzi alla legge.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications