Politica
Provincia di Fermo verso il voto. I retroscena. Tre domande a Saturnino Di Ruscio. “Sono convinto che alla fine saranno due le liste contrapposte”

La provincia fermana si avvicina alla data del voto e, dietro l'apparente tranquillità dovuta all'assenza di comizi elettorali, manifestazioni pubbliche c'è un grande fermento, soprattutto all'interno dei gruppi politici locali. Accordi tra sindaci, appoggi tra partiti, e chi più ne ha più ne metta. Abbiamo posto tre domande al consigliere provinciale Saturnino Di Ruscio cercando di fare chiarezza su quanto sta accadendo.

Provincia di Fermo verso il voto.  I retroscena.  Tre domande a Saturnino Di Ruscio. “Sono convinto che alla fine saranno due le liste contrapposte”

Dunque saranno tre le liste per le prossime elezioni provinciali?

Assolutamente no! Bisogna fare un pò di chiarezza e ripercorrere le tappe della vicenda. Premesso che non sono interessato direttamente a queste elezioni provinciali, ricordo che in un primo momento Forza Italia ha cercato un accordo con Cesetti (candidato Presidente dal/del PD) per una lista unica! A questo punto alcuni amministratori del Fermano, anche di Forza Italia, mi hanno chiesto di aiutarli a costituire una lista di moderati e civici alternativa alla sinistra, perchè non si riconoscevano nè nel candidato presidente, nè nel PD. Successivamente il PD ha detto a Forza Italia di fare una propria lista; ed in effetti abbiamo appreso dai giornali che F.I. avrebbe fatto una lista senza simbolo d'appoggio a candidato del PD. Probabilmente qualcuno ha suggerito ai vertici di F.I. che tale scelta non sarebbe stata opportuna e ad oggi F.I. vuol fare una propria lista con un proprio candidato. Per quanto mi riguarda, ho accolto la proposta pervenutami di lavorare per ricostruire un polo dei moderati e civici e nient'altro. Noi non condividiamo l'idea di presentare più liste di moderati, cio' a smentire voci che affermano il contrario.

Non mi ha risposto alla prima domanda, quante liste alle prossime elezioni provinciali?

Sono convinto che alla fine due saranno le liste contrapposte e due i candidati presidenti contrapposti. Non ha alcun senso costituire più liste nell'area moderata, a meno che non si voglia fare il gioco della sinistra. Con il sistema elettorale proporzionale, come nel caso in questione, a volte i grandi partiti presentavano liste civetta per catturare voti a loro favore e toglierli all'avversario. Non credo che i moderati aspirino a questo ruolo, che va a favore della sinistra.

Come giudica la situazione politica locale?

E' una situazione molto strana sia a livello locale che nazionale. La vita democratica di un Paese si fonda sulla dialettica tra una maggioranza ed un' opposizione che, in una contrapposizione positiva e propositiva, competono per contribuire al meglio per la crescita della propria comunità. Oggi assistiamo ad una finta contrapposizione tra le parti, unite solo per gestire il potere e ciò a spese delle comunità locali. Ho fatto una serie di interventi in occasione dell'accordo di programma ex FIM, perchè sono convinto che certe cose possano accadere, solo se ci sono accordi tra maggioranza e opposizione per gestire interessi e potere e non per il bene della comunità. Senza una reale e costruttiva contrapposizione politica delle parti, una democrazia è incompleta o non puo' chiamarsi tale.

Letture:2815
Data pubblicazione : 29/08/2014 10:01
Scritto da : Paolo Paoletti
Commenti dei lettori
5 commenti presenti
  • marco

    29-08-2014 19:09 - #5
    Dott. Di Ruscio, ma lei non è stato un simpatizzante della Lega Nord? Non è anche stato un simpatizzante di Dell'Utri? Questo la rende moderato? Mah... E comunque, dott. Di Ruscio, le faccio presente che utilizza termini che puzzano di vecchio ("moderati"). Cosa fa, mi perde colpi? Stia attento perché altrimenti il centrodestra fermano (o quel che ne rimane) non la ricandiderà a sindaco alle elezioni comunali del 2016. Ah, tra l'altro, lei oggi parla in qualità di consigliere provinciale, ma dal prossimo novembre prenderà parola sulla stampa in qualità di cosa? Ex sindaco? Tanto vale scomodare Fedeli, almeno aveva spessore.
  • C&C Cesetti e Ceroni con l'alta regia di Petrini governano il territorio

    29-08-2014 15:26 - #4
    Giocano da decenni sulla pelle dei cittadini con accordi sottobanco e adesso anche "soprabanco". Delle persone e delle idee politiche loro non inteteressa niente, solo di dividere le torte. Finchè qualcuno non ha la forza di cacciarli sarà dura per il territorio messo sottoscacco da questa "Santa Alleanza".
  • Anonimo

    29-08-2014 14:30 - #3
    Saturnino la voto.A me la politica fa schifo ma di Lei ho questo ricordo:ero al liceo e quando aspettavo la corriera in piazza,offriva sempre passaggi in auto a Vincé.Che Le diceva sempre:-Io non te so'votato sa! Però Lei continuava lo stesso. Un PD da cu..
  • Curioso

    29-08-2014 14:26 - #2
    Di Ruscio ma quando parla di moderati a chi si riferisce...??? Ho l'impressione che si sia perso il senso dei termini...!!! Moderato che più moderato non si può è il PD come pure moderati sono la Spiga (2voti) IDV (5 voti) quindi bene a fatto F.I. a cercare di fare una lista civica per appoggiare il moderato Cesetti. Ora non ci venga a dire che le liste civiche sono più moderate di Cesetti e del PD perché rischia di diventare anche goliardico. A proposito ma visto che dall'articolo non si capisce Lei si candida o aspetta le prossime amministrative Comunali???
  • Meneger de Porto Sant'Erpidio

    29-08-2014 10:28 - #1
    Vedete cosa succede? Le provincie non sono state affatto abolite!! Non votano i cittadini è questa l'unica novità. Ma il Carrozzone Provincia (più piccolo del Mega-Carrozzone Regione, ma sempre carrozzone) rimane in piedi: ci saranno una serie di Poltrone da occupare, ambite da molti. Tutta la struttura rimarrà intatta; nessun risparmio sostanzioso, nessuna efficienza aggiuntiva. E' una riformicchia, spacciata per "inizio del cambiamento".....ma va là!! Il cambiamento avverrà per tracollo economico pubblico-privato che travolgerà i più deboli e lascerà i ricchi ancora più ricchi (N.B. il 7% delle compravendite immobiliare a LONDRA riguardano compratori Italiani; i francesi sono il 3%. Ci sono ricchi sempre più ricchi; e una fascia di povertà sempre maggiore. Ma alla politica sembrano interessare le poltrone immediate....quelle provinciali).
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications