Politica
Elezioni provincia di Fermo. Massucci del Centro del Fermano contro Sel: “Cerchino loro la coerenza prima di criticare le altre forze politiche”. Arriva la lista civica territoriale

“Le opinioni che il Segretario Provinciale di SEL ha inviato alla stampa ci preoccupano ma nello stesso tempo ci motivano a continuare il nostro lavoro”. Inizia così l'intervento di Gaetano Massucci de Il centro del Fermano all'interno del dibattito, quanto mai acceso, in merito al voto del prossimo 12 ottobre per le elezioni provinciali.

Elezioni provincia di Fermo. Massucci del Centro del Fermano contro Sel: “Cerchino loro la coerenza prima di criticare le altre forze politiche”. Arriva la lista civica territoriale

“Il Centro del Fermano è sempre stato coerente con le scelte fatte sia in ambito Provinciale che in ambito locale – spiega Massucci - ed è stata in questa ottica di coerenza e responsabilità che ha auspicato una continuità nella presidenza della provincia di Fermo, senza la presunzione di proporre sante alleanze né contro né a favore di nessuno”.
Massucci, già vice presidente della Provincia di Fermo, aggiunge: “Forse è proprio SEL a dover ricercare la propria coerenza e giustificare meglio le sue scelte e difficoltà piuttosto o prima di criticare altre forze politiche. La nostra partecipazione ed impegno nel coalizzare le forze civiche del territorio non è altro che una responsabile prosecuzione di un impegno politico per il bene del territorio al di là ed al di sopra di chi sarà il prossimo presidente della Provincia. Nella lista civica e territoriale che presto presenteremo, e per la quale ognuno sarà libero di scegliere senza imposizioni né preclusioni in un progetto che è più serio e più ampio di quello che Vallasciani pensa di interpretare, cioè quello di mostrare la determinazione delle forze civiche e territoriali ad essere presenti nelle scelte da effettuare senza logiche di potere o di opportunismo”.

Letture:2426
Data pubblicazione : 04/09/2014 15:50
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
12 commenti presenti
  • tutti alla corte di Cesetti

    09-09-2014 10:09 - #12
    Massucci ex presidente della provincia di Fermo dimissionario per candidatura flop a sindaco i Fermo,si riavvicina alla corte di Cesetti e di conseguenza al partito democratico,per riacquistare quanto perso in passato.A Fermo apparentemente all'opposizione della Nella Brambatti e del pd,in provincia di nuovo con Cesetti,la coerenza prima di tutto.Voglio proprio vedere chi saranno i suoi compagni di viaggio verso sinistra, forse FM e Lanciotti con cui si è presentato insieme alle comunali di PSGiorgio?L'altro consigliere comunale di Fermo Romanella Luciano,un politico buono per tutte le stagioni e coalizioni?Qualche cespuglio in cerca d'autore della sinistra? Comunque,fare polemica con i compagni di SEL è davvero divertente,perchè loro,sempre a modo loro,hanno detto quello che pensano la maggiorparte degli abitanti la provincia di Fermo.
  • corsi e ricorsi storici

    05-09-2014 09:34 - #11
    Fermo anno 2009 Cesetti, Massucci, Di Ruscio, Ceroni e company, Fermo anno 2014 Cesetti, Massucci, Di Ruscio camuffato, Ceroni e company, non è cambiato niente, sempre i soliti noti. La poltica al servizio non della gente ma dei politici, è ora di finirla.
  • bandierole al vento

    05-09-2014 08:49 - #10
    Tante bandierole al vento in politica con la p minuscola, cambia il vento e interesse cambio posizione,schieramento, colore come i camaleonti. Tipico l'esempio in questo comunicato di Massucci e del suo movimento civico, voglio Cesetti per continuità ma questa lista civica territoriale blabla, blabla, ma a che serve, non si capisce!" Ma poi chi sarebbero questi civici territoriali? Non si dice. Per fortuna che si votano tra di loro,perchè da cittadino mi sarei molto arrabbiato, d'altronde come al solito.
  • Silvano

    05-09-2014 07:52 - #9
    Jete a fatigà
  • Vittore il Moro

    04-09-2014 23:31 - #8
    Basta, SEL, Centro del Fermano, PDCI, PD e tutti gli altri con tutta questa ridicola pantomima per le elezioni provinciali che non rappresentano nulla se non la voglia di ciascuno di ritornare ad occupare, meglio, scaldare una poltrona come avvenuto in tutti questi anni. Solo apparenza senza sostanza. Il gelataio di Firenze ci sta dimostrando come sia possibile distruggere quel po che è rimasto di questo paese insieme alle sue insipide ancelle Botticelliane come la Madia. La gente che ha molto più buon senso di voi politici si domanda, lasciare le provincie senza capo e ne coda a cosa serve??? A Nulla. Lasciare il Senato risparmiando solo 40 milioni di euro, invece di eliminarlo risparmiando 540 milioni di euro a cosa serve? A nulla. Infinocchiare le persone con gli 80 euro, per poi vedersi aumentata TASI e ICI o come si chiama la nuova tassa, a cosa serve? A nulla. Riformare il lavoro creando più precarietà e disperazione nei giovani a cosa serve ? A nulla. Ebbene la somma di queste tre sbandierate riforme fa ...il nulla! Sei misi di promesse, annunci, gradassate, che neppure il condannato di Arcore si era sognato di fare..poi il nulla…!!! Tagli delle spese alla casta ? Assenti. Tagli dei mega stipendi di manager e super pagati dello stato, alla casta dei consiglieri e dirigenti regionali, alle municipalizzate ? Assenti. Poi si vanta di bloccare gli stipendi degli statali oramai fermi da otto anni, sostenendo che tutti devono fare sacrifici. Tutti chi ? I soliti poveri disgraziati di sempre. Si cercano soldi e poi si rimanda l'abolizione del finanziamento pubblico dei partiti al 2017. Si riducendo tutele e servizi e non si toccano gli evasori istituzionalizzati quali mafia, imprenditori disonesti, liberi professionisti, commercianti che insieme producono 350 miliardi di evasione fiscale. Ecco a tutti quelli che, come Renzi a livello Nazionale, e voi a livello locale cercate di trovare una "misera" collocazione politica pur di rimanere a galla vi dico che il tempo è finito. Dovete al più presto togliere le tende e tornare ai vostri quotidiani lavori, perché con il vostro scarso senso di credibilità e coerenza avete dimostrato, tutti, di non essere in grado di governare e dare risposte a questo paese. Quindi basta. La gente è stufissima dei vostri continui e poco credibili appelli e non vede l’ora che ve ne andiate. TUTTI indistintamente. Chi rimarrà a governare ? Risposta. Nessuno Credetemi è una situazione cento volte migliore rispetto a quella di farsi governare da nullità politiche. La gente spesso ha più buon senso di chi si crede di sapere, conoscere e saper fare tutto e di questi la politica ne è piena.
  • maria teresa

    04-09-2014 20:44 - #7
    Patetismo politico: ma che avranno quelle poltrone !
  • gian

    04-09-2014 18:55 - #6
    Invece di civici vi dovreste chiamare cinici che è tutto un programma.
  • Alessandro Propenzi

    04-09-2014 18:50 - #5
    Caro Massucci, i suoi comunicati di chiarezza e spontaneità dovrebbero chiarire i suoi "NI" dati all'amministrazione Brambatti nei tre anni appena trascorsi. Il civismo come il suo e quello di altri (VEDI LIDO DI FERMO) hanno portato due amministrazioni comunali ed una provinciale a delle difficoltà. Ci vuole serietà e senno. Guardare al futuro vuol dire cambiare i volti del civismo fermano...
  • libbbbbbbbero x Bastiano@

    04-09-2014 18:09 - #4
    Veramente le ultime righe del comunicato di Massucci sono incomprensibili, non si capisce a cosa serve la lista civica, un mistero. Invece si comprende il suo sostegno a Cesetti, forse con il suo partner Romanella, che tu chiami il magnifico duo, forse il Batman e Robin della poltica fermana? In tal senso ho forti dubbi, non li vedo come due super eroi, ma due consiglieri comunali sornioni che agiscono a tutto campo senza preclusioni, favoriti da un quadro poltico a Fermo da commedia all'italiana. Quello che non sopporto è la critica mossa da Massucci ai SEL, in quanto ritengo che loro abbiano disegnato quanto accade a Fermo e nel fermano, inciuci a più non posso che però, vedono partecipi anche quelli del SEL. Un pensiero anche a Giorgio Raccichini del PDCI di Sangiorgio che offre un appoggio ESTERNO a Cesetti, una battuta degna dei film di Totò e Peppino.
  • carlo

    04-09-2014 17:31 - #3
    Queste elezioni non servono perche' le province le doveva abolire, ma sara' interessante vedere cosa faranno i tanti politicastri, in quanto sono solo loro a votare. nessuno parla di programmi ma e' assalto alla poltrona con coalizioni anche contro natura. aspettiamoci il peggio.
  • stefano

    04-09-2014 17:18 - #2
    Se l'esperienza amministrativa a Fermo ha inseganto qualcosa, lo ha fatto, è naturale che Massucci ritorni alla casa madre della sinistra e al fianco di Cesetti, con questo intervento difeso dal Sel, portandosi appresso o vale anche il contrario, il consigliere comunale Luciano Romanella, da sempre tendente a sinistra dopo l'esperienza negativa sua nell'amministrazione Di Ruscio e dopo aver appoggiato Cesetti alle provinciali contro Di Ruscio. La vera porcheria politica, sarà che nel disastrato e svenduto comune di Fermo, le forze politiche saranno unite in un polpettone indigesto ai cittadini a sostegno del sindaco Nella Brambatti, ma non perchè a ben operato ma perchè interessati a stare insieme per il futuro. Forza Italia è poi da sballo, in tutta Italia all'opposizione del Partito Democratico e a Fermo con il senatore Ceroni voleva fare una lista a sostegno del Cesetti ora tesserato PD e appoggiato dallo stesso, incredibile ma vero. Non vorrei lasciare fuori dal contesto l'ex sindaco Di Ruscio, mazzolato da Cesetti alle provinciali, che ha appoggiato alle comunali l'UDC con una candidatura a sindaco del geometra Gallucci senza possibilità reali contro Forza Italia e che in questi giorni dice di spendersi per una lista di coalizione anche con Forza Italia, ahahahahahahahahaha, ma quando dai paesi vicini ci dicono che Fermo è il paese de li matti ma non sarà vero o Fermo è anche il paese dei p........i ?
  • bastiano

    04-09-2014 16:26 - #1
    Massucci non ha chiarito se appoggerà o meno Cesetti in quanto in passato era stato nominato vicepresidente della provincia di Fermo con Cesetti presidente e si era alleato tra l'altro con il PD. E' un ritorno a sinistra di Massucci, che a Fermo è all'opposizione della Brambatti e del PD? Quali sono gli altri civici che compongono la lista ? Forse il monimento di Luciano Romanella? Sarà il magnifico duo a sfidare chi ? Un comunicato stampa che non chiarisce nulla ma secondo me genera ulteriore caos a quello che c'è, con all'inizio Ceroni di Forza Italia che appoggiava Cesetti per un tutti insieme appassionatamente.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications