Politica
CAL Regionale. Il Sindaco Romina Gualtieri a difesa delle scuole e delle pluriclassi dei piccoli comuni marchigiani

Durante il CAL Regionale degli scorsi giorni, è stato approvato all'unanimità un punto, fortemente richiesto e caldeggiato dal Sindaco Gualtieri, a difesa delle scuole dei Piccoli Comuni. Infatti, con deliberazione n.110/14 il Consiglio Regionale, ha approvato le "linee guida della rete scolastica del sistema educativo marchigiano per l'anno 2015-2016", e, nell'allegato della stessa, la possibilità di eliminazione delle pluriclassi.

CAL Regionale. Il Sindaco Romina Gualtieri a difesa delle scuole e delle pluriclassi dei piccoli comuni marchigiani

Da una valutazione corretta emerge che l'eventuale superamento delle pluriclassi presenti in alcuni Comuni della Regione, in particolare nei Comuni dell'entroterra, comporterebbe inevitabilmente la chiusura del plesso scolastico. Le pluriclassi sono presenti in piccoli Comuni con realtà socio - economiche già disagiate, all'interno dele quali la scuola svolge oltre ad una funzione educativa e didattica un rilevante ruolo sociale; la scuola è il punto di riferimento di una comunità dove i cittadini si incontrano, si confrontano, scambiano esperienze. La scuola è il centro pulsante di una comunità che rende vitale e aggregato un piccolo Comune ; senza la scuola, in molti casi, si assisterebbe ad una disgregazione della comunità. Inoltre le pluriclassi sono presenti, in Comuni o frazioni montani dove le caratteristiche orografiche del territorio e la rete viaria sono particolarmente disagiate ed impervie. Considerando che non sempre le scuole vicine hanno gli spazi e i posti sufficienti ad accogliere gli alunni delle pluriclassi che rischierebbero quindi dover affrontare viaggi ancor più lunghi per accedere a scuole che hanno la disponibilità dei posti. Vi è poi il problema dei trasporti scolastici: non sempre infatti, alla luce delle gravi difficoltà finanziarie, i Comuni sarebbero in grado garantire il servizio di trasporto scolastico che risulterebbe più oneroso rispetto alle spese sostenute per il mantenimento della stessa pluriclasse. Inoltre non è affatto dimostrato che, dal punto di visto didattico, l'esperienza delle pluriclassi sia meno efficace rispetto a quella di classi "normali": si parla oggi di positive esperienze di classi miste dove gli scambi tra alunni di diversa età deve ritenersi un arricchimento socio – culturale. Ciò è dimostrato anche dal fatto che gli alunni provenienti da scuole con pluriclassi, nei successivi percorsi di studio, sono avvantaggiatirispetto agli altri alunni. La Regione Marche, con diversi atti di indirizzo, intende promuovere e valorizzare il territorio dell'entroterra marchigiano, riconoscendone il ruolo strategico e fondamentale nello sviluppo turistico, culturale ed economico della Regione; poi, procede in senso contrario per la permanenza della scuola in tali territori. Abbiamo chiesto con forza di salvaguardare il pieno esercizio del diritto allo studio degli alunni ovunque risiedano, considerando che altre Regioni come l'Emilia Romagna ed il Piemonte che investono sulle pluriclassi.

Letture:1633
Data pubblicazione : 23/09/2014 10:34
Scritto da : Avv. Romina Gualtieri
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications