Politica
“E’ ora che la Regione cambi colore”. Il coordinatore provinciale di Fermo Jessica Marcozzi contro le scelte del PD e della maggioranza regionale

“Con l’avvilente bagarre e la scandalosa approvazione in Consiglio Regionale della modifica dello Statuto che, con l’emendamento del Pd, apre le porte a sei assessori esterni – scrive il coordinatore provinciale Forza Italia di Fermo Jessica Marcozzi - il Centrosinistra ha sferrato l’ennesimo attacco alle tasche dei Marchigiani. E’ arrivata l’ora che la Regione cambi colore perché Forza Italia da anni dà dimostrazione di essere l’unico partito attento all’economia dei cittadini”.

“E’ ora che la Regione cambi colore”. Il coordinatore provinciale di Fermo Jessica Marcozzi contro le scelte del PD e della maggioranza regionale

Intervento della coordinatrice Marcozzi che prosegue: “In un periodo in cui la crisi sta mettendo in ginocchio gli Italiani, emerge un quadro economico per i Marchigiani ancor peggiore rispetto al trend nazionale. In base ai dati di Bankitalia, infatti, l’economia regionale ha un andamento addirittura più oscuro rispetto a quello nazionale: il Pil delle Marche ha fatto registrare un -2 per cento rispetto alla media delle altre Regioni, la disoccupazione nelle Marche è in aumento, gli investimenti industriali si sono bruscamente arrestati, tracollano la ricchezza e la conseguente capacità di spesa delle famiglie come pure gli investimenti edili con il collasso del settore immobiliare. Ebbene, dinanzi a un simile scenario il Consiglio Regionale si dedica all’approvazione di sei Assessori esterni. E così, con 23 voti, tra cui anche quelli di Ncd che è sempre più l’acronimo di Nuovo Centrosinistra, contro 19, è passato l’emendamento del Pd che concederà al prossimo Governatore la possibilità di avvalersi di sei Assessori esterni. E’ l’ennesimo provvedimento che fa gridare allo scandalo perché va a bersagliare le tasche dei cittadini, serve solo a regalare una poltrona a qualche privilegiato e a tutelare gli interessi personali e i personalismi di una politica vecchia e autoreferenziale, ormai superata dalla storia e da osteggiare ad ogni costo. Uno scandalo macchiato, come se non bastasse, da un deprimente siparietto tra il segretario regionale del Pd Francesco Comi e il Governatore Gian Mario Spacca con il primo a difendere l’emendamento del suo partito ribadendo che i tagli devono essere seri e ad accusare Spacca di aver speso ben 6 milioni di euro per la comunicazione istituzionale, il secondo, invece, a replicare che per la stessa comunicazione ha speso 800 mila euro. Un valzer di denari in barba agli stipendi dei Marchigiani. O meglio, di coloro che ancora ne possono vantare uno. E così è stato scritto l’ennesimo capitolo degli sprechi targati “centrosinistra” nelle Marche. Forza Italia, dunque, sulla scia dell’imperativo del Presidente Silvio Berlusconi di non gravare sui cittadini con sprechi e balzelli per alimentare una politica capricciosa e parassitaria, resta l’unica alternativa seria e credibile al governo della Regione. I dati delle Marche, infatti, stanno purtroppo degenerando progressivamente. Ed è ora che la Regione cambi colore”.

Letture:2216
Data pubblicazione : 02/11/2014 11:31
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications