Politica
Nuove assunzioni alla Provincia di Fermo. Scoppia un nuovo caso. Il consigliere Amato Mercuri: “Ritirare il bando e destinare le poche risorse pubbliche a fini più utili”. LEGGI L'INTERROGAZIONE

Il movimento "Un Grande Fermano" tramite il suo consigliere Provinciale Amato Mercuri interroga il Presidente Cesetti se sia opportuno procedere con l'assunzione di nuovo personale in provincia in un momento in cui siamo in attesa delle nuove norme governative riguardanti il riassetto delle stesse. Il documento è stato consegnato in provincia e sarà al centro di uno dei prossimi consigli.

Nuove assunzioni alla Provincia di Fermo. Scoppia un nuovo caso. Il consigliere Amato Mercuri: “Ritirare il bando e destinare le poche risorse pubbliche a fini più utili”. LEGGI L'INTERROGAZIONE

Consigliere Mercuri che, insieme al suo movimento “Un Grande Fermano” scrivono: “ Denunciamo l'ennesimo episodio di sperpero di denaro pubblico in assunzioni inutili o quantomeno premature e comunque ai danni della comunità”. Movimento che invita il Presidente Cesetti: “A ritirare il bando e destinare le poche risorse pubbliche disponibili a fini più utili e più rispettosi di chi paga le tasse. Continueremo senza sosta la nostra attività di controllo nell'interesse di tutta la comunità fermana”.

 

LEGGI L'INTERROGAZIONE

Letture:3336
Data pubblicazione : 14/11/2014 11:47
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
10 commenti presenti
  • Cittadino

    19-11-2014 12:51 - #10
    Nei commenti precedenti si è detto che le competenze delle Provincie sono state notevolmente ridotte: ciò è avvenuto solo sulla carta tramite leggi non attuate scritte per prendere in giro la gente! Le provincie svolgono le competenze che hanno sempre avuto e di più ancora, infatti ora fanno pure le gare d'appalto dei comuni non capoluogo del loro territorio!
  • Luca

    15-11-2014 11:24 - #9
    Con tutto il lavoro che c'è da fare in Provincia assumiamo anche ... bravo Cesetti ... i miei complimenti!
  • cittadina sul serio

    15-11-2014 09:43 - #8
    Ci risiamo e ci risaremo! Amato vuole comparire a tutti i costi. E' solo manìa o qualcosa'altro? Scrive e scrive al suo presidente e lo fa sapere al mondo intero. Udite, udite: lo pubblica!!!! Manco se avesse inventato una nuova formula sulla relatività! E, poi, Amato, Amato, sei proprio convinto che la gente del tuo paese e dintorni non sappia quante sprecherie hai fatto tu ? Pensi forse che il mondo attorno sia senza occhi e senza testa? Amato caro, non riesci a stupire, anche se lo sforzo per farlo è grande!
  • giorgio

    14-11-2014 20:24 - #7
    Be se un presidente di provincia si deve giustificare paragonando il suo peccato a quello di un sindaco di un comune di 600 abitanti credo che siamo messi peggio di quanto pensassi. Speravo che il buonsenso fosse oramai un sentimento vero per chi guida il ns. territorio invece oltre a non cambiare la faccia non sono cambiti i modi.
  • barbara

    14-11-2014 19:03 - #6
    Il signor Marco dovrebbe vergognarsi, lode invece a chi cerca di contenere la straripante superbia dei nostri politici locali. Che Dio ci aiuti.
  • .....Il non pudore di chi evoca il pudore....

    14-11-2014 18:04 - #5
    Credo che ben abbia fatto il Consigliere Mercuri a sollevare il caso dell’ennesimo episodio di cattiva amministrazione della Provincia di Fermo. Innanzitutto è bene chiarire che sono due cose ben diverse l’assunzione del dipendente dello stato civile del comune di Moresco da quella effettuata dalla Provincia. L’ufficiale dello stato civile di un comune è una funzione obbligatoria per un comune e il sindaco deve garantire il funzionamento dell’ ufficio, pena decadenza. Peraltro credo che anche se sono solo 600 abitanti a Moresco, i cittadini abbiano comunque il diritto ad aver garantite tutte le funzioni dello stato civile. Altra cosa, al di là di quello che dice il Presidente Cesetti, è l’assunzione e/o proroga dell’incarico di Capo di gabinetto. Le province sono enti che dovranno essere soppressi, la loro attività e le loro competenze sono state notevolmente ridotte pertanto la stessa funzione di gabinetto del Presidente è inutile, e sarebbe stato un bell’ esempio di buona amministrazione se Cesetti non avesse prorogato alcun incarico per tutto il tempo di durata del suo mandato e affidato tale funzione ad uno dei dipendenti già in carico alla provincia, credo ne siano più di 250, senz’altro una risorsa, con un po’ di capacità l’avrebbe trovata. Che Cesetti , adduca giustificazioni legali e/o amministrative alla correttezza del suo operato, poco importa ai cittadini, questo è un problema suo. I cittadini stanchi di essere vessati dalle tasse, sfiniti da una crisi senza fine, guardano alla concretezza delle cose e giudicano inaccettabile che Comuni e province si accaniscano in tutti i modi nel fare cassa, per poi spendere inutilmente i denari. Questa mattina, come quasi tutte le mattine, tra la rotonda di Molini Girola e la rotonda Brancadoro, alla fine della Provincia di Fermo, c’erano ben 7 autovelox di comuni e polizia provinciale, tutti ben attrezzati a fare multe. Che Cesetti e i Sindaci non ci dicano che si preoccupano della sicurezza degli automobilisti. Se in 10 Km ci sono 7 autovelox, quindi uno ogni 1,5 Km, quella si chiama vessazione. Ecco perché, anche un’ assunzione seppur a compenso ridotto come dice Cesetti , poiché deve essere pagata anche con i proventi delle multe, diventa politicamente inaccettabile. Forse Cesetti farebbe bene ad accogliere l’invito che Giannatonio Stella gli ha rivolto dalle righe del Corriere della sera parlando della casta, e lasci perdere la carica di Presidente della provincia, godendosi il lauto vitalizio maturato in soli 9 anni da parlamentare equivalente a circa 10 pensioni di operai calzaturieri maturate in oltre 40 anni di duro lavoro e, prima revoca l’incarico al suo capo di gabinetto, meglio fa. Questo è pudore !!!!
  • simone

    14-11-2014 15:18 - #4
    Dopo aver letto il commento di Marco capisco perché noi italiani e in particolare noi fermani ci troviamo con il sedere per TERRA! ma le province non era state soppresse per ridurre la spesa pubblica?! E Cesetti che fa continua ad assumere personale per un ente in via di estinzione! bell'esempio ancora una volta a fare i sacrifici sono i poveri cristi per loro, politicanti di mestiere, le cose non cambiano altrimenti perchè continuare dopo 30 anni di "onorata carriera" . Evidentemente quella poltrona da numerosi vantaggi.Alla faccia del Renzi che voleva rottamare la vecchia classe politica
  • pudore

    14-11-2014 15:07 - #3
    Gent.mo Consigliere Amato Mercuri, qualche mese fa il Comune di cui lei era sindaco, Moresco, ha indetto un concorso pubblico per Istruttore amministrativo-servizi demografici (anagrafe). Ora lei si mette sopra un piedistallo e fa la morale a Cesetti. Le ricordo che lei, da Sindaco, amministrava 600 anime, mentre Cesetti ne amministra 178.000. Indire un concorso per 1 istruttore amministrativo in un comune di 600 abitanti è come se Cesetti facesse un concorso per 296 posti in Provincia!!! Basta fare le proporzioni matematiche. Ma di cosa parla?
  • risposta scritta pubblica

    14-11-2014 13:11 - #2
    Nell'interrogazione Mercuri chiede a Cesetti risposta orale al prossimo consiglio, invece sarebbe gradita risposta scritta e pubblicata in questo spazio web, altrimenti è la solita azione che i politici fanno per illudere e "infinocchiare" i cittadini, dicendo belle e sensate parole senza dare seguito con fatti concreti sensati da buon padri di famiglia. Curioso che Mercuri per parlare al suo Presidente scrive articoli, lo fa per rileggere il suo nome sui giornali o perchè vuol far credere che si sta occupando di qualcosa per il territorio e per i cittadini?
  • marco

    14-11-2014 12:09 - #1
    Il Comune di Moresco (600 abitanti) a fine mandato del Sindaco Amato Mercuri, marzo scorso, ha fatto un concorso per assunzione di personale amministrativo... Chi è senza peccato scagli la prima pietra.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications