Politica
Fermo. “Quando la demagogia viene smentita dai fatti. A che gioco gioca il Sindaco?” Il gruppo consiliare di Forza Italia sul depuratore basso Tenna

“Quando la demagogia della sinistra viene smentita dai fatti. E’ il caso del depuratore “basso Tenna”. Nella primavera del 2011, con autorizzazioni concesse e terreni espropriati, finanziamenti ottenuti e lavori appaltati, il PD e la sinistra fecero dello stop alla realizzazione del depuratore di S. Tommaso un tema portante della campagna elettorale per le amministrative”. Inizia così l'intervento del gruppo consiliare fermano di Forza Italia, dopo che i riflettori si sono riaccesi sulla vicenda della possibile dismissione del depuratore di Lido di Fermo annunciata da Comune e Ato la scorsa settimana. 

Fermo. “Quando la demagogia viene smentita dai fatti. A che gioco gioca il Sindaco?” Il gruppo consiliare di Forza Italia sul depuratore basso Tenna

Gruppo fermano di Forza Italia, guidato da Mariantonietta Di Felice, che spiega: "Lo stesso argomento fu ripreso a giugno dal neo sindaco Brambatti, convocando tutti gli organismi competenti con il finto obiettivo di verificare ancora una volta la possibilità di trovare un nuovo sito, modificare il progetto in corso e realizzare, addirittura, un secondo e più grande impianto a Campiglione. E’ finita come doveva finire: il Ciip l’anno scorso ha inaugurato il depuratore basso Tenna, appunto in località S.Tommaso. Un impianto tecnologicamente avanzato, costato oltre 4 mln di euro, realizzato in un anno e mezzo di lavoro e dimensionato per un carico di circa 20.000 abitanti equivalenti. E’ il primo stralcio di un progetto ben più ampio che prevede, con la realizzazione del lotto successivo, l’ invio al depuratore così ampliato, di tutti i reflui che ora giungono a Lido di Fermo. Solo così si potrà procedere alla dismissione di quest’ultimo impianto che ormai si trova a ridosso delle abitazioni".

Forza Italia che riporta poi le dichiarazioni del presidente Ciip Alati: "E’ il presidente del Ciip Alati a chiarire: il Consorzio ha predisposto il progetto per il nuovo collettore che collega Lido di Fermo con il depuratore basso Tenna e “che andrà a sgravare il depuratore di Lido per circa 8/10 mila abitanti equivalenti”. E ancora: “da qui a parlare di dismissione totale è presto, il percorso è lungo, ci vuole molto tempo, milioni di euro e un potenziamento del depuratore di S. Tommaso”. A questo punto ci chiediamo: a che gioco gioca il Sindaco? Dopo tanta demagogia elettoralistica si accorge ora della 'riqualificazione ambientale' e per eccesso di zelo si vende anche quello che non ha. Ma i fermani hanno capito che questo è il gioco delle tre carte".

Letture:2698
Data pubblicazione : 17/11/2014 10:10
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • papero fortunato

    18-11-2014 17:33 - #1
    La Brambatti non avendo fatto nulla da quando eletta sindaco a Fermo tenta di prendersi i meriti degli altri con l'aggiunta di sana propaganda, come risulta dalla successiva smentita del presidente del CIIP Alati. Alla fine però, si dovranno prendere il merito di aver messo in ginocchio la città e di aver fatto infuriare i fermani, questo alla Brambatti e compagnia non lo toglierà nessuno.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications