Politica
Il no tax day approda anche a Fermo. Questa mattina presidio di Forza Italia. “Protestiamo anche contro la politica delle tasse a Fermo dell’amministrazione Brambatti”

Come in tutti i capoluoghi d’Italia anche Fermo si è svolta questa mattina la manifestazione:” Contro il gravoso ed inaccettabile aumento della pressione fiscale e della spesa pubblica, tutto a discapito delle famiglie e delle nostre imprese”. Così il coordinatore comunale di Forza Italia di Fermo Alessandra Iacopini commenta l’iniziativa di questa mattina.

Il no tax day approda anche a Fermo.  Questa mattina presidio di Forza Italia. “Protestiamo anche contro la politica delle tasse a Fermo dell’amministrazione Brambatti”

“In particolare – spiega Iacopini -  la tassazione sulla casa è aumentata del 200% dopo il governo Berlusconi, si è passati dagli 11 miliardi di euro di tassazione sulla casa nel 2011, ai 24 miliardi di euro nel 2012 con Monti, ai 30 miliardi di euro dei governi Letta e Renzi. Il coordinamento comunale di Fermo di Forza Italia, unitamente al Gruppo Consiliare e a Forza Italia Giovani, ha organizzato  un presidio presso il Foro Boario dalle 9 alle 13 dove abbiamo incontrato non solo i simpatizzanti, ma tutti i cittadini che volevano conoscere le proposte  del partito per  ridurre la tassazione e per dire la loro su una realtà divenuta intollerabile”. 

Coordinatrice comunale che aggiunge: “La manifestazione di Fermo intende anche protestare contro la maggioranza di sinistra da tre anni al governo della Città. Seppure fin dal 2011 questa amministrazione fosse consapevole dei forti tagli che avrebbe operato il governo centrale non ha posto in essere nessuna modifica strutturale per ridurre stabilmente i costi di gestione dell’attività comunale e liberare risorse per i cittadini. I bilanci che si sono susseguiti si sono fondati su un continuo aumento della pressione fiscale e del costo dei servizi.  Non c’è settore in cui non si siano messe le mani nelle tasche dei fermani: trasporto scolastico, asilo nido,  servizi cimiteriali,  tariffe orarie delle strutture sportive. Ma sono le tasse sugli immobili, IMU e TARES prima, poi IMU, TARI e TASI a mettere davvero in difficoltà le famiglie e le attività produttive. La volontà del coordinamento fermano è quella di  creare un partito laborioso e radicato nel territorio che promuova un confronto sociale per comprendere le esigenze  dei cittadini ed elaborare soluzioni da presentare a chi ci  governa. Bisogna spostare il nostro agire politico dalle istituzioni alla società dove c'è la politica reale”.

Letture:1623
Data pubblicazione : 29/11/2014 16:23
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications