Politica
Fermo. “Le dimissioni della Di Felice, una mossa ampiamente prevista. Da tempo è in azione contro il Partito”. Forza Italia Fermo replica alle dimissioni di massa. La resa dei conti

Siamo alla resa dei conti. Dopo il pesante attacco e le dimissioni di massa dei vertici comunali, in parte provinciali e della vice coordinatrice regionale Mariantonietta Di Felice è ora Forza Italia, è il coordinatore provinciale Jessica Marcozzi, a rispondere. “La mancata realizzazione dei propri progetti – scrive - a volte può provocare brutti scherzi e annebbiare la ragione. La Di Felice si firma Capogruppo consiliare del Comune di Fermo la cui assise è stata sciolta e ora affidata alla gestione commissariale”.

Fermo. “Le dimissioni della Di Felice, una mossa ampiamente prevista. Da tempo è in azione contro il Partito”. Forza Italia Fermo replica alle dimissioni di massa. La resa dei conti

“La Di Felice – prosegue la risposta di Forza Italia -  è liberissima di dimettersi ma non infanghi il Partito, da cui per anni ha ricevuto, perché vede i suoi piani naufragare.  Tutti devono sapere che la Di Felice aveva due, seppur legittime, aspirazioni: primo obiettivo: essere candidata a Consigliere regionale, cosa che è non è stato possibile realizzare in quanto in lista non possono essere presenti più di due donne. Cosa ovvia è stata la riconferma della Consigliera regionale uscente Graziella Ciriaci e la candidatura della Coordinatrice provinciale Jessica Marcozzi. Secondo obiettivo: essere candidata a Sindaco di Fermo, operazione che non stata possibile, nonostante i suoi ripetuti e autonomi tentativi, perché nessuna delle forze politiche fermane ne ha voluto condividere la scelta. La Di Felice da tempo opera nel Partito in assoluta autonomia guidata da un mentore (chi è lo scopriremo solo vivendo, tanto per citare Battisti).  La conduzione regionale del nostro Partito è impeccabile, le scelte vengono discusse, approvate  e portate avanti in assoluta trasparenza e democrazia”. 

Marcozzi che aggiunge: “In merito alla mancata candidatura di un illustre Fermano della quale nei giorni scorsi si è interessata la stampa, facciamo rilevare, innanzitutto, che la lista di Forza Italia candida rappresentanti del proprio Partito. Mai Forza Italia si è permessa di condizionare le libere e autonome scelte di altri Partiti.  Tuttavia per essere candidati sotto il nostro Simbolo servono requisiti di equilibrio, correttezza, coerenza e senso di appartenenza.  Chi è interessato ad una candidatura deve fare richiesta agli Organi regionali del Partito, ai quali non risulta siano pervenute richieste di altre candidature oltre quelle espresse.  Su principi esposti evitiamo di esprimere al riguardo il nostro pensiero per evitare ulteriori polemiche. Tuttavia facciamo presente che non può trovare spazio chi, dopo aver avuto tutto da Forza Italia, non ha mostrato mai alcun riguardo, se n’è andando sbattendo la porta, ha continuamente lanciato epiteti, ha bussato ossessivamente quella di tutte le formazioni politiche presenti sulla scena, per finire, nella spasmodica ricerca di una candidatura, di assumere la responsabilità regionale di un partito che non c'è”.

Letture:2546
Data pubblicazione : 26/04/2015 12:51
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
11 commenti presenti
  • erik

    27-04-2015 09:02 - #11
    Si sapeva gia' da tempo cosa stava combinando La Di Felice e il suo mentore. Era inutile dirlo sulla stampa, la cosa che ha omesso di dire il coordinamento provinciale e' che La Di Felice stava facendo la lista per le comunali al Signor Di Ruscio mentre ancora era in F.I. , appena Nino ha detto di non candidarsi piu' a Sindaco ecco le dimissioni della SignorIna Di Felice
  • papero fortunato

    27-04-2015 09:00 - #10
    La Marcozzi usa un linguaggio e delle parole al limite dell'insulto nei confronti di Mariantonietta Di Felice figura storica e valente di Forza Italia a Fermo, ex assessore nelle amministrazioni Di Ruscio e capogruppo durante l'era Brambatti, una delle pochissime figure politiche che ha fatto opposizione davvero in questo periodo nero per la città. Capisco che la Marcozzi abbia il fiato corto per la lunghissima campagna elettorale per Lei cominciata alle provinciali dell'ottobre 2014, con accordicchi vari in funzione delle regionali, ma questo non le consente di stravolgere gli accadimenti e sferrare un attacco sconsiderato alla Di Felice che ha un effetto boomerang, cioè Le si sta ritorcendo contro. Mariantonietta Di Felice poteva essere un buon candidato sindaco per il centrodestra, ma a Fermo prevalgono altre logiche, la meritocrazia, le capacità, la coerenza e la moralità sono qualità poste in secondo piano rispetto alla fame e all'ingordigia del potere, che hanno l'effetto di alterare le persone, di portarle fuori dalla normale dialettica, con possibile deragliamento .......
  • Catarino Cesà

    27-04-2015 00:04 - #9
    Sinceramente si fa fatica a non considerare una azione contro il partito l'aver presentato candidata a sindaco di Fermo la Rutili, per cui dire che la De Felice non sia attendibile ma non dire che Ceroni sia un incompetente è, sinceramente, una assurdità che solo l'arroganza di chi ora può gestire al peggio Forza Italia, senza più problemi interni.....roba da matti.
  • Concetta

    26-04-2015 21:58 - #8
    Come mai la Marcozzi parla o meglio attacca solo la DI Felice ?? Ceroni e Marcozzi possono dare una spiegazione al perché nelle ultime settimane 5 componenti di Forza Italia , vertici comunali e provinciali hanno dato le dimissioni dal partito ?
  • NELLO

    26-04-2015 20:31 - #7
    Ormai forza italia, o meglio sforza italia, è solo un brutto ricordo fatto di personaggi che non avevano ne arte ne parte nella loro vita e, per un frangente di smarrimento italiano, hanno avuto la fortuna IRRIPETIBILE di sedere su poltrone immeritate. Ora sono tutti senza lavoro e, purtroppo per loro, gli uffici di collocamento accettano solo candidature di gente che conosce un mestiere. A mai più.
  • A PENSAR MALE....

    26-04-2015 18:40 - #6
    Difficile commentarvi, vengono in mente espressioni come "sciacalli ingrati e politicanti incompetenti" poi basta riflettere sul fatto che siete quelli di Forza Italia, per giunta quelli che in sede locale hanno scelto Ceroni. In attesa di leggere - tanto prima o poi arriverà - la lettera di dimissioni di Jessica Marcozzi, i cui meriti politici consistono per ora nella foto di sognante espressione (.)
  • L'osservatore

    26-04-2015 17:18 - #5
    Com'era prevedibile Jessica Marcozzi evita accuratamente di rispondere alle critiche politiche e parla solo di candidature come se la politica fosse solo questo. La verità è che la Di Felice ha ragione. La Marcozzi è candidata alle regionali e può contare sull'appoggio di Remigio Ceroni e per lei il resto non conta. A Fermo Ceroni, Marcozzi e Romanella hanno scelto Catalini come candidato sindaco che abita a Porto San Giorgio, lavora fuori provincia e viene dal PD. In regione Ceroni ha voluto come candidato presidente Spacca che da dieci anni governa con il PD. Un centrodestra che non sa trovare al proprio interno i candidati alle più alte cariche non ha più niente da dire agli elettori. Per la Marcozzi, però, la conduzione regionale di Forza Italia (cioè Remigio Ceroni) è impeccabile.
  • Il Vecchio Oligarca

    26-04-2015 16:22 - #4
    Il nulla assoluto.(.)
  • dario

    26-04-2015 16:18 - #3
    Forza italia Fermo chi??????? La Marcozzi di Sant'Elpidio e il suo mentore da Rapagnano??????? La Di Felice una delle poche persone perbene e capaci ci e' rimasta anche troppo nel vuoto cosmico.
  • giulianito

    26-04-2015 15:13 - #2
    Gessica sara' ricordata dopo il 1giugno per un' intensa campagna elettorale con interventi che vanno dalla sagra dei funghi al convegnk sull'erba mentuccia. Vedremo quanti voti prendera' e poi potremmo tracciare un giudizio. La di felice invece da sempre in forza italia, impegnata ed appassionata, indimenticabile assessore ai servizi sociali, coerente, corretta puntuale oppositrice dell'amm.ne brambatti, amata dal popolo, incarna perfettamente i valori di liberta' e democrazia di forza italia, aveva le qualita' giuste per fare il sindaco, non ha mai rivendicato poltrone, incarichi, cariche non ha sgomitato, urlato o sbattuto la.porta,ha semplicemente un'opinione diversa rispetto alla tua gessica oppure mi vui far credere che in forza italia esiste una conduzione dittatoriale che impedisce l'espressione del pensiero altrui? Mi vuoi anche far credere che la diaspora di big della politica dal partito: lo stacanovista ficcadenti, la gentile iacopini, l'attivissimo torresi, l'imprevedibile capriotti, la pasionaria di casabianca brillantini, tutti quanti si volevano candidare a sindaco o a posto tuo e se ne sarebbero andati? Ma per piacere gessica di sant'elpidio e re mi gelo di rapagnano "sete rmasti in due, tre con laurenzi", forza italia a fermo non la vota manco sorama e per questo la vostra ultima vittima e' il candidato di centro destra catalini, nonche' la citta' di fermo di cui non ve ne frega niente.....vedremo dopo il 1 giugno che ne sara' di forza italia senza la di felice e company, siete un deserto di idee, una plastificata gelatina senza sapore che si sciogliera'. Per intanto alle regionali io non vi voto (-1), o la va o la.spacca.....
  • bugie....

    26-04-2015 13:16 - #1
    Marcozzi le bugie hanno le gambe corte!!! Tu e ceroni ci vivete per fare ostruzionismo a Di ruscio, che è l'unico che vi ha dato visibilità quando è stato sindaco!!! Si è visto quando non lo è più stato, siete incalcolata ed inesistente opposizione ovunque, la di felice la dovreste solo ringraziare, ma ovviamente l'obiettivo è quello di restare solo tu e ceroni, a breve ci riuscirete, state sereni, p.s. Di ruscio vi ha fregato ha avuto una ottima candidatura senza farvelo capire!!! E ci siete cascati!!!
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications