Politica
Di Ruscio sulla candidatura alle regionali: “Ceriscioli sarà il sindaco delle Marche, io saro’ il sindaco del fermano”

“L'UDC è una forza politica che è stata sempre al mio fianco, in tutta la mia esperienza politica-amministrativa. Proseguire insieme, nel rispetto delle scelte fatte dai vertici nazionali del partito è un segno di coerenza”. Così Saturnino Di Ruscio, candidato al consiglio regionale delle Marche per Ceriscioli presidente, spiega il senso del suo sì alla proposta di candidarsi nelle file del partito con lo scudo crociato. Di Ruscio che annuncia anche di essersi anche iscritto ufficialmente al partito.

Di Ruscio sulla candidatura alle regionali: “Ceriscioli sarà il sindaco delle Marche, io saro’ il sindaco del fermano”

“Sono sempre stato vicino alle idee del centro - spiega Di Ruscio - penso al tema della famiglia ed alle tante iniziative organizzate con esponenti nazionali ed europei dell'UDC – aggiunge - amo la politica, la mia città e tutto il meraviglioso territorio provinciale, e solo questo poteva spingermi a candidarmi a sindaco nell'anno 2001 nel comune che abbiamo contribuito a rendere capoluogo di provincia ed oggi alle elezioni regionali, mantenendo, rispetto ad allora, lo stesso spirito di servizio”.

Di Ruscio che aggiunge: “Servire e non servirsi è il principio enunciato da Don Luigi Sturzo al quale ho ispirato tutta la mia esperienza di amministratore pubblico. Coerentemente con quanto ho già dimostrato, se i cittadini fermani e del fermano vorranno con me ed attraverso di me portare questo valore in Regione, sono convinto che finalmente potremo far sentire la voce del territorio a livello regionale anche perché saremo forza di maggioranza. Fermo, attraverso di me, sarà finalmente rappresentata in Regione e questo colmerà una lacuna politicamente molto grave che evidenzia di quanto poca considerazione abbia goduto questo territorio. “A Luca Ceriscioli mi lega la comune esperienza di sindaco. Lui sarà il sindaco delle Marche: io sarà il sindaco del fermano”.

Ex sindaco di Fermo che torna a parlare della conferenza della scorsa settimana:“Nella conferenza stampa di giovedì scorso ho cercato di chiarire il mio percorso da esponente civico che, in un centro-destra molto litigioso, è stato considerato non una risorsa ma una scomoda presenza. La sintesi è che prima avevo nemici in casa e avversari fuori dalla porta: ora ho solo oppositori dall'altra parte. Se questo è il primo risultato della mia scelta di campo, penso che a beneficiarne sarò non solo io a livello personale, ma tutto il territorio”.

Candidato Udc alle regionali che aggiunge:“La mia campagna elettorale e poi il mio mandato, dimostreranno che Di Ruscio è sempre lo stesso: determinato e risoluto quanto solidale e attento alle esigenze dei cittadini. Ecco perché mi impegno, fin d'ora, nel caso di elezione a consigliere regionale, a devolvere il 20% della mia indennità di carica ad opere di beneficenza ed associazioni che operano nel sociale e per i giovani. Nominerò una commissione di saggi al di sopra delle parti che, sulla base di un bando e criteri oggettivi, decideranno a chi assegnare tali somme”.

Letture:4128
Data pubblicazione : 27/04/2015 12:49
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
22 commenti presenti
  • Carlo

    28-04-2015 13:16 - #22
    il Pd può inghiottirsi di tutto e fare accordi pure con Belzebù, ma non perdona attacchi ai suoi centri di potere. Nino ha attaccato il sistema (.) non glielo perdoneranno. in qualche modo lo faranno fuori. in lista non ci sarà
  • vincenzo

    28-04-2015 11:58 - #21
    Saturnì me dispiace ma non voto Ceriscioli e il PD.
  • Andrea C.

    28-04-2015 11:20 - #20
    Da "Di Ruscio" a "Di Roscio", triplo salto mortale con avvitamento, senza rete.
  • anche Alfano è alleato del Pd, e allora perchè non Di Ruscio!

    28-04-2015 11:17 - #19
    Non capisco tutto questo scandalo nel vedere Di Ruscio candidato con Ceriscioli perché è in un partito sicuramente non di sinistra che, al momento, è in coalizione con il PD. Anche Forza Italia appoggiava il Governo Letta e non si scandalizzava nessuno. E' vero che molti non lo vorrebbero in lista perché dà fastidio, però oramai la politica è questa e bisogna adeguarsi. Credo che sarà votato da gente di centrodestra, vista la bassa qualità dei candidati proposti
  • Pas quinto

    28-04-2015 10:53 - #18
    Dante, rifacendosi a Giustiniano, diceva che "nomina sunt consequentia rerum". Chissà se avrebbe sostenuto tale concetto alla luce della situazione politica fermana: la sinistra candida carabinieri alle comunali ed esponenti del centro destra alle regionali; il centro destra candida personaggi di centro sinistra alle comunali ed alle regionali e tutti, alla fine, si ritrovano al centro, che per definizione è il luogo del compromesso e del malaffare, dove regnano coloro che si definiscono "moderati" ma che tali sicuramente non sono negli appetiti e nelle ambizioni. Smetto perchè sopraffatto dai conati di vomito!!!
  • metti un Nino nel motore

    28-04-2015 10:34 - #17
    Nino è partito in quinta, manifesti, vele a gogò, cambiamo il simbolo per il resto è ok. Da paladino del centrodestra in comune a sinistro alle regionali, grande Nino, un uomo per tutti gli schieramenti.
  • PD esasperato

    28-04-2015 10:20 - #16
    Prima il PD di Fermo fa salatre la Brambatti, candidato sindaco un non PD e manco fermano e adesso mi ritrovo Di Ruscio alleato del PD alle regionali, ma siamo matti. Se rimane così non voto alle comunali e alle regionali, non mi facci prendere per il naso.
  • che pena

    28-04-2015 10:14 - #15
    non andrò a votare perchè questa gente mi suscita solo pena. Di Ruscio poi è il massimo, da destra a sinistra in un baleno, ma qual'è il problema? E' solo dei cittadini che non hanno da tempo più riferimenti.
  • Simone

    28-04-2015 08:54 - #14
    Non mi avete nemmeno pubblicato il commento...che tristezza!
    Risposta
    Buongiorno Simone, ieri abbiamo avuto un problema con i commenti visto che ne stanno arrivando davvero tanti. Ora sono stati tutti pubblicati. Scusateci per il disagio.
  • mario

    27-04-2015 20:56 - #13
    Per Fermo ed il fermano, la candidature di Di Ruscio è molto importante, perché sé verrà eletto, avremo in Regione un degno rappresentante che farà sentire in maniera efficace le aspettative del territorio. Dove i precedenti rappresentanti Ortenzi , Malaspina e Bellabarba consiglieri di maggioranza della giunta Spacca, di certo non hanno brillato per il territorio. Anzi hanno taciuto sul nuovo ospedale di Campiglione, e ancor più grave con il Governo Monti il Presidente Spacca e Solazzi candidati attuali di Marche 2020 hanno votato a favore sull'eliminazione della provinicia di Fermo, quando si parlava di riduzione del numero delle province. Il territorio alle prossime Regionali va tutelato mandando in Regione personaggi capaci e non mediocri.
  • GRANDE NINO! L'UNICO CHE CI PUO' RAPPRESENTARE FINALMENTE CANDIDATO!

    27-04-2015 20:29 - #12
    ERA ORA, FINALEMNTE POSSIAMO AVERE UNA PERSOAN SERIA E CONCRETA A RAPPRESENTARCI IN REGIONE. NON DOBBIAMO LASCIARCI SFUGGIRE QUESTA OPPORTUNITA'!
  • solo quattro fermani in regione

    27-04-2015 19:09 - #11
    La candidatura di Di Ruscio toglie voti ai 4 candidati del pd, il rischio di vederne solo 1 o 2 in regione è alto
  • Rosa Ferrari

    27-04-2015 16:17 - #10
    Io invece, (signora del poster), non mi fido proprio di Di Ruscio. Non è che gli altri siano meglio, per carità, ma di lui politicamente è meglio stare alla larga. Se la coerenza, le idee, l'umiltà, la disponibilità all'ascolto hanno un senso bhe, allora, facciamo con lui un salto nel vuoto senza paracadute.(.). Dei politici che vanno come tira il vento, (.) anche. Se vogliamo cambiare, dobbiamo dire basta a queste persone. Io ho deciso sono nauseata e non andrò a votare, questi figuri pieni di se e politicamente inutili. Meglio stare con la famiglia che perdere tempo con i fannulloni (che nulla fanno) e sanno solo promettere.
  • Marco

    27-04-2015 14:47 - #9
    Non posso crederci, il nemico giurato del centrosinistra degli ultimi 15 anni che, dopo aver tentato invano di candidarsi col centrodestra come consigliere regionale e come sindaco, trova ospitalità nel centrosinistra. Mi viene da piangere. Cari Nicolai e Bagalini, se avete un po' di dignità, vi prego, opponetevi e bloccate questo insulto.
  • joe

    27-04-2015 14:15 - #8
    nino ma i cartelloni lì hai fatti stampare il 25 aprile? ma a chi la vuoi raccontare? i cartelloni lì avrai tenuti in garage da 2 anni a questa parte lasciando vuoto solo il cerchio del simbolo :D che tristezza
  • mario

    27-04-2015 14:10 - #7
    auguri ,di cuore speriamo che questa volta noi fermani ci svegliamo
  • c'è setti

    27-04-2015 13:59 - #6
    vogliamo il commento di Cesetti! E il PD fermano che dice? Vi ricordate quante glie ne avete dette quando venne Dell'Utri a Fermo? ahahahahah ora ve lo ritrovate con voi in coalizione... tutti insieme appassionatamente....
  • Simone

    27-04-2015 13:50 - #5
    Che non si fa per una poltrona!! Questa gente (.) che ha portato le persone a disinteressarsi rassegnate di questa politica ora ci sguazza dentro cercando disperatamente una poltroncina. Giusto un briciolo di potere per restare a galla (.)
  • #impazziscoperlavecchia

    27-04-2015 13:37 - #4
    ti voto solo se mi sveli il nome del pubblicitario
  • Bene Saturnino !!!

    27-04-2015 13:11 - #3
    La candidatura di Di Ruscio colma un vuoto gravissimo, Fermo sarebbe stato l'unico capoluogo di provincia senza un suo candidato. Lo abbiamo conosciuto tutti da Sindaco e tutti gli dobbiamo riconoscere grande capacità di lavoro, attaccamento alla città e oggi anche lungimiranza politica, il suo essere stato sempre un rappresentante civico fa si che non deve mediare tra contrapposti interessi di partito, ma mettersi d'accordo solo con i cittadini che sicuramente saranno ben rappresentati. Questa è una occasione unica per avere un ns. forte rappresentante nel consiglio regionale. Aggiungo che Spacca e Ceroni. sono pronti ad entrare in maggioranza con il PD, qualora Ceriscioli non abbia la maggioranza in Consiglio, allora bene ha fatto Di Ruscio a candidarsi senza accordi sottobanco che avrebbero ancora una volta penalizzato Fermo. Che nessuno si scandalizzi di questa candidatura, nel centro sinistra perché nulla è ormai al proprio posto: Catalini del PD candidato sindaco di un rimasuglio di centro destra, Spacca alleato di Forza Italia in fase di decomposizione, la lega e Fratelli d'Italia che si autoescludono. Bene Di Ruscio candidato in regione !!!! Votiamolo.
  • simone

    27-04-2015 12:57 - #2
    cittadini fermani é ultima occassione che abbiamo per tutelare territorio e per mandare a casa chi fa inciuci ,e solo nteressi personali ,forza dott di ruscio
  • Carlo

    27-04-2015 12:56 - #1
    Stavolta siamo sicuri, o è un nuovo scherzo? Non è he tra 5 giorni si candida a presidente della Polonia?
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications