Politica
Fermo al voto. Il candidato sindaco Zacheo in visita alla Camera di Commercio e alle sporzionatrici dell'Asite. E non mancano i veleni contro Calcinaro

FERMO Prosegue la campagna di ascolto a tutto campo del candidato sindaco Pasquale Zacheo. Ieri visite alla Camera di Commercio e alle sporzionatrici dell'Asite. “Chi oggi scrive contro di me e le mie soluzioni, è chi in passato ha sbattuto loro la porta in faccia" il commento al vetriolo di Zacheo.

Fermo al voto. Il candidato sindaco Zacheo in visita alla Camera di Commercio e alle sporzionatrici dell'Asite. E non mancano i veleni contro Calcinaro

"In Camera di Commercio per un confronto a tutto campo. Il candidato Sindaco Pasquale Zacheo - si legge nella doppia nota dell'ufficio comunicazione del comitato della lista "Io Scelgo Fermo" - ha preso parte questa mattina a un incontro con la Camera di Commercio di Fermo. “Abbiamo scelto di incontrare singolarmente i candidati Sindaci che ne hanno fatto richiesta. – ha spiegato in apertura il presidente Graziano Di Battista – La città di Fermo ha molteplici valenze e percorrere il nostro territorio genera ogni volta una grande emozione. Abbiamo una piazza splendida e chiunque visita al nostro centro storico, dagli arabi ai cinesi, ha ogni volta un’esclamazione di meraviglia. Il centro ha però necessità di essere animato”. All’incontro ha partecipato la Giunta camerale. Oltre al Presidente Di Battista, erano presenti il vice Presidente Sandro Coltrinari e i componenti Alessandro Migliore, Annarita Pilotti, Primo Tacchetti e Riccardo Tarantini. Fra le proposte avanzate dal candidato Sindaco Zacheo, sono state molto apprezzata le possibilità di fornire un bonus energia alle aziende e l’introduzione della filiera corta nelle mense scolastiche. “La città deve meglio rimarcare la sua duplice vocazione, da una parte quella turistico-culturale attraverso il centro storico, dall’altra quella turistico-balneare attraverso il litorale. È necessario inoltre – ha aggiunto Zacheo - snellire la burocrazia per le nostre aziende e i cittadini, attraverso l’ampliamento dello Sportello Unico delle Attività Produttive (SUAP), da gestire anche mediante il Cosif, un’organizzazione che potrà rendere efficiente ed omogeneo, per tutto il comprensorio fermano, l’importante servizio. L’obiettivo è quello di rendere Fermo una città sovra territoriale: attraverso diversi servizi che dovranno essere forniti a tutto il territorio del comprensorio, in rete con gli altri comuni, in condizioni di migliore qualità e risparmio a favore della comunità. Per il mio precedente incarico, ho sempre avuto una visione ampia del territorio fermano, mantenendo la città di Fermo al centro del complesso sistema sociale ed economico” Fra gli argomenti affrontati anche quelli relativi alla pressione fiscale ed allo Sportello Europa: “Abbiamo condiviso la necessità di attenuare la tassazione per le imprese – ha spiegato Zacheo – stiamo lavorando ad un’operazione di possibile abbattimento del milione di euro che arriva dalla tassazione Imu per le aree edificabili. Per meglio gestire i fondi europei sul territorio, è stata condivisa la necessità di costituire un gruppo di lavoro, con le necessarie competenze professionali, che possa garantire progettualità costante e aderenza ai fabbisogni reali.”. Fra i temi immancabili la riqualificazione dell’ex Mercato Coperto, la realizzazione di una diversa viabilità in centro e di una nuova accessibilità alla Piazza per creare movimento fra le mura cittadine. “Con la Camera di Commercio c’è stata, e ci sarà, piena sintonia e condivisione. Ringrazio in particolare il Presidente Di Battista e i componenti della Giunta per l’attenzione che mi hanno riservato, ma soprattutto per la sensibilità che hanno sempre dimostrato a favore del territorio e delle aziende”, ha concluso Zacheo". Poi è stato il turno delle sporzionatrici dell'Asite: "Per ascoltare - coontinuano da Io Scelgo Fermo - la verità dalle protagoniste ed evitare basse strumentalizzazioni. Ascoltare dalla voce di chi in prima persona vive l’annosa questione che si è trasformata con il tempo in una vicenda non solo lavorativa ma che lede la dignità personale. Dialogare con le protagoniste per trovare risposte plausibili alle domande di chi quotidianamente affronta difficoltà per vedere riconosciuto un proprio diritto. È con questi presupposti che ieri sera il candidato Sindaco Pasquale Zacheo ha incontrato presso la sede elettorale una folta rappresentanza delle 55 “sporzionatrici” delle mense scolastiche da mesi senza stipendio. Una ventina di donne che, giorno dopo giorno, si spendono per il benessere dei nostri figli in attesa di una busta paga che tarda ad arrivare. Dalla loro viva voce il candidato Sindaco ha potuto ascoltare difficoltà e problemi di una vicenda che, solo per essere stata giustamente presa in considerazione, rischia di essere strumentalizzata in questa campagna elettorale proprio da chi, nella precedente esperienza amministrativa da assessore ai Servizi Sociali prima e da vicesindaco poi, non ha ascoltato le loro richieste più che legittime". “Chi oggi scrive contro di me e le mie soluzioni, è chi in passato vi ha sbattuto la porta in faccia. – ha sottolineato Zacheo – Quanto è stato da me proposto per risolvere la vostra vicenda lavorativa, è stato prospettato a ragion veduta, studiando tutta la documentazione. La nostra soluzione è di immediata percorribilità, attraverso un percorso amministrativo che coinvolga in prima persona, in un nuovo soggetto giuridico, i lavoratori interessati, così sottraendo gli stessi dalle conseguenze negative di chi, lontano dalla vicende fermane, stenta ad adempiere alle obbligazioni assunte con l’ente appaltante e con i lavoratori. Non ci può essere accettato un simile atteggiamento da appaltatori che forniscono servi alla nostra città, impiegando nostri concittadini. Sugli appalti, da parte nostra, ci sarà costante vigilanza, senza escludere ipotesi di rescissione dei contratti per inadempienza.”. “Siamo esasperate – hanno ripetuto a più riprese le “sporzionatrici” - andiamo a lavorare per due ore al giorno sapendo che non riceviamo lo stipendio. Lo facciamo per senso di responsabilità verso le famiglie e i loro bambini”. Ad accompagnare le lavoratrici, Sara Cicchinè candidata consigliere per il Partito Democratico: “E’ la politica che deve rispondere alle richieste della comunità. – ha rimarcato in risposta alle perplessità di una delle lavoratrici - Zacheo è l’unico che ha da subito inserito la risoluzione della vostra vicenda nel suo programma”. “Restituendo dignità a voi lavoratrici, dignità che deve essere riconosciuta ad ogni lavoratore in generale – ha concluso Zacheo - conferiremo qualità al servizio mensa. La nostra proposta è stata posta all’attenzione delle rappresentanze sindacali, ovviamente nella volontà di ricercare soluzioni condivisibili e condivise”. “L’attenzione della nostra coalizione sulla questione dei lavoratori addetti allo sporzionamento è stata sollecitata da uno specifico approfondimento fatto dal candidato consigliere Sara Cicchinè, giovane donna, madre, lavoratrice e sindacalista, che ha saputo interpretare al meglio ogni aspetto, anche intravedendo le possibili soluzioni per il futuro. Sono la competenza e l’impegno dei nostri candidati a rimarcare la differenza in questa campagna elettorale"

Letture:3143
Data pubblicazione : 15/05/2015 09:47
Scritto da : redazione
Commenti dei lettori
9 commenti presenti
  • io

    16-05-2015 19:56 - #9
    Ciao Orlando, ne' Zacheo nel passato, ne' la Cicchine' che e' nuova nella casa del PD hanno mai passeggiato per Fermo abbracciati a figure da te evidentemente detestate e questo a dimostrare il fatto che le figure cambiano e cambiano anche le teste. Resta il simbolo, che vuol dire molto ma non basta. La differenza la fanno le persone e gradirei che lo capissi.
  • Isabella

    16-05-2015 00:20 - #8
    Concordo con Zacheo.Il sistema degli appalti va controllato.Qundo si indicono gare con il massimo ribasso, si sa gia' che chi ne risentira' e' l'anello piu'debole ossia il lavoratore.
  • Firme dal notaio

    15-05-2015 18:43 - #7
    Dopo la brutta pagina politica delle firme dal notaio c'è chi ha ancora il coraggio di votare Zacheo e il PD? Si meritano di perdere, così almeno capiranno di averla fatta grossa.
  • AVANTI ZAC

    15-05-2015 17:41 - #6
    Forza Zacheo!Ogni giorno che passa sempre più persone sono dalla tua parte e sono sempre più quelli che hanno capito il tuo progetto innovativo per Fermo.Il resto sono solo slogan misto a vuoto giovanilismo unito ad una buona dose di parac.... i pochi progetti che porta avanti piazza pulita o erano già in cantiere o sono scopiazzati, fino ad ora non ho ascoltato una sola proposta concreta per la nostra città!
  • luce

    15-05-2015 16:57 - #5
    Chi continua a commentare dicendo che Zacheo é del pd dimostra di non aver capito niente e di non avere argomenti. Gli ex assessori stanno su altre liste tipo piazza pulita e non certo con Zacheo che con la sua lista porta solo gente nuova. Rosicate perché non avete idee. AFermo meritiamo di più
  • Mario

    15-05-2015 14:19 - #4
    Complimenti a Pasquale Zacheo che ascolta finalmente queste lavoratrici. Potrai fare tantissimo per fermo insieme alla tua lista io scelgo fermo. Continua cosi.
  • Giovanni

    15-05-2015 14:10 - #3
    Bravo Zacheo,FINALMENTE si pensa ai lavoratori non come noi. quelli che credono di poter imbrogliare la gente semplice come noi, avvocati, scienziati e via cantando non li votiamo. VOTIAMO ZACHEO
  • Orlando

    15-05-2015 10:52 - #2
    Mamma mia in che trappola sei finito, caro Comandante. In un assemblea parli del problema delle sporzionatrici e dici di essere attento a questo problema, allora guardati intorno e vedi chi siede accanto a te nelle assembleee, vedi chi fa parte dei gruppi di lavoro che dici di aver creato, guardati intorno quando giri per i quartieri e ti fai accompagnare dalle stesse figure che erano in consiglio comunale fino a qualche mese fa! A volte mi sembra di vedere una figura fuori luogo, mi sembra di vedere una persona con veste candida attorniata da un mare di politicanti che da anni governano questa città e l'hanno ridotta in questa modo. Hanno curato un malato fino a portarlo al coma e adesso vengono in piazza a dire che hanno la cura ad ogni malattia! Mi dispiace Comandante, ma finchè avrai accanto tutti i Brambattiani, gli ex assessori di ultima generazione, i "mutanti" periodici della politica fermana non avrai credibilità. La nuova sinistra (gli eletti) ha gettato in campo la Chiesa (quella politica, non quella del popolo) e la Televisione (altro oppio dei popoli) e alla fine potrebbe fare uno scherzetto in barba a sondaggi e appoggi nazionali.(.)
  • joe

    15-05-2015 10:37 - #1
    il "coraggio" senza eguali del PD che, dopo essere stato al governo della città per 4 anni, ora si accorge della problematica delle lavoratrici Asite....e che fa? alimenta la problematica perché si è in campagna elettorale, quando potevano benissimo risolvere la vicenda visto che erano loro al governo della città.....ma tutto questo le lavoratrici asite se lo son chiesto? dove erano questi politici fino a ieri?
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications