Politica
Fermo al voto. Il futuro di Piazza Dante: Asite e Vigili Urbani. Il progetto di Piazza Pulita e Il Centro

“Ci sono luoghi di Fermo che rappresentano un biglietto da visita della città capoluogo, vista la loro collocazione e conformazione. Uno di questi è certamente Piazza Dante, alle porte del centro storico e con l'abside della chiesa di San Francesco a dare forza, dall'alto, alla sua immagine”. Relativamente al progetto di restyling che ne interessa gli edifici, in particolare quello che ospitava il Consorzio Agrario, Piazza Pulita e Il Centro per Calcinaro sindaco spiegano di avere un'idea quanto mai chiara.

Fermo al voto. Il futuro di Piazza Dante:  Asite e Vigili Urbani. Il progetto di Piazza Pulita e Il Centro

Ecco la proposta del candidato Calcinaro e delle due liste che lo appoggiano: “L’immobile, di proprietà del Comune, può essere immediatamente adibito a sede degli uffici dell'Asite, attualmente situata a Santa Caterina, con un risparmio di diverse migliaia di Euro attualmente pagati per l’affitto dei locali. Tale risparmio potrà permettere alla Società municipalizzata di investire su una ristrutturazione minima dell’immobile, da adibire anche a nuova sede dei Vigili Urbani, che manterrebbero comunque un presidio nel Centro Storico, ma che vedrebbero risolti gli attuali problemi derivanti dal fatto che il piano terra di Palazzo dei Priori non risponde alle loro necessità ed esigenze. A Piazza Dante, potrebbe inoltre essere creato un piccolo front-office per le informazioni turistiche e un facile collegamento pedonale al Terminal autobus dei Maxiparcheggi. Il tutto salvaguardando il punto distribuzione della Croce Rossa che verrebbe spostato in Centro Storico”.


Piazza Pulita e Il Centro che aggiungono: “Questo è solo un esempio dei progetti che potrebbero essere messi in campo con una migliore e più dinamica attività amministrativa comunale che faccia ripartire Fermo dall'immobilismo recente e che comprenda anche il censimento del patrimonio pubblico e messa a bando di spazi inutilizzati per attività culturali o creative. Spazi comunali, anche piccoli, ad oggi sottoutilizzati o chiusi, possono essere dati in gestione a privati o realtà associative del territorio attraverso bandi pubblici. Il Comune ne manterrebbe la proprietà e la facoltà di potervi svolgere ogni attività istituzionale ritenuta necessaria. Nel frattempo la gestione privata permetterebbe che questi luoghi della città tornino a vivere. Il modello da imitare c'è ed è quello del Teatrino di Capodarco, che proprio con un bando di gestione ha scoperto in questi ultimi anni una vivacità senza precedenti. Su questa linea va letta la riapertura della Polo Pop-House: storico centro di aggregazione giovanile situato di fronte alla Chiesa di San Francesco che, dopo un restauro oramai ultimato con fondi trovati quando l'attuale candidato sindaco Paolo Calcinaro era assessore, dovrà essere riaperto e cogestito da associazioni giovanili fermane, attraverso un apposito bando pubblico”.

 

Piazza Pulita e Il Centro che concludono: “Proposte e non imposizioni dall'alto quelle delle liste che sostengono il candidato Paolo Calcinaro, che approfondirà i 50 punti del programma e si confronterà con i cittadini lunedì 18 maggio al Centro Sociale di Rione Murato, il 19 a Villa Vitali, mercoledì 20 proprio al Teatrino di Capodarco e giovedi 21 maggio al Centro Sociale di San Marco”.

Letture:2846
Data pubblicazione : 18/05/2015 10:01
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
3 commenti presenti
  • Stefano Paci

    19-05-2015 12:38 - #3
    Vorrei ricordare a Michele Rastelli che la sua precisazione formalmente corretta nulla toglie al fatto che la Solgas è una partecipata di proprietà del Comune di Fermo al 100 %
  • matteo

    19-05-2015 10:41 - #2
    Per non parlare della gestione dei campi sportivi.......Il quartiere S.Caterina grida ancora vendetta !!! (.)
  • Michele Rastelli

    18-05-2015 12:01 - #1
    Spiace smentire Calcinaro e le sue liste, ma l'affermazione " l'immobile, di proprietà del comune,..." e' falsa in quanto l'immobile e' di proprietà della Solgas che non è affatto la stessa cosa.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications