Politica
“La storia delle persone non si dissolve con una campagna elettorale”. Zacheo replica agli attacchi e legge la lettera inviatagli da Salvatore Borsellino. LEGGI LA LETTERA INTEGRALE

Il grande protagonista della conferenza stampa di questa mattina, a chiusura della campagna elettorale, è stato Pasquale Zacheo. Il candidato sindaco, nel rispondere alle polemiche che lo hanno visto al centro di numerosi attacchi negli ultimi giorni, si è dichiarato onorato per aver ricevuto una lettera scritta da Salvatore Borsellino.”C'è bisogno di uomini come te – scrive Salvatore Borsellino – che spazzino via il puzzo del compromesso morale della indifferenza della contiguità e della complicità e facciano finalmente sentire nel nostro paese il fresco profumo della libertà”.

“La storia delle persone non si dissolve con una campagna elettorale”. Zacheo replica agli attacchi e legge la lettera inviatagli da Salvatore Borsellino. LEGGI LA LETTERA INTEGRALE

Zacheo che, nel corso della conferenza stampa, in merito agli attacchi ricevuto ha detto: “Da una parte la cosa non mi scuote più di tanto, sono abituato ad essere oggetto di critiche. La delusione c'è stata per qualcosa di diverso che è andato oltre. Non la critica politica ma la delegittimazione e la diffamazione, in alcuni casi gravissima, che nulla a che fare con questa comunità. Non si è mai ricordato un attacco così violento nei confronti di una persona”.

Zacheo che parla di un clima che non è riconducibile al dopo Brambatti: “Perché in questo caso sarebbe stata stata una critica sui temi. Qui si aggredisce la persona e c'è qualcosa che non va. Quanto avvenuto non appartiene alla cultura democratica e sociale di questa comunità. Qualcuno ha pensato di usare la propria professione per fare politica, delegittimare ed escludere un competitore dalla campagna elettorale. Per loro provo umana comprensione, perché da loro noi tutti abbiamo ricavato la forza delle nostre idee. Il fatto stesso di essere attaccati dimostra come il nostro progetto e la nostra squadra fa paura, proprio perchè c'è qualcosa di nuovo”.

Il candidato sindaco ha ribadito: “La storia delle persone non si dissolve in campagna elettorale. Salvatore Borsellino mi ha mandato una lettera bellissima, per far capire da che parte stiamo e con che piglio affronteremo il futuro della città.Rimane l'amarezza – spiega Zacheo - di come come quello che hai fatto in 27 anni viene messo in discussione in 15 giorni da qualcuno che va dicendo di tutto di più. Quando abbiamo deciso di dire chiaramente che eravamo per la trasparenza e la legalità e quando ho annunciato che terrò l'urbanistica per far uscire la città da questo incaglio si è scatenato il putiferio. Professionisti, competitori politici, avvocati, giornalisti: sono contento di aver suscitato loro la possibilità di aver trovato amici nuovi tutti uniti contro uno. E' stata una campagna elettorale tutti contro uno. Tutti ad attaccare la coalizione, il nostro progetto, Zacheo. A noi ha fatto piacere costare che tutti abbiano guardato noi con attenzione. Ci hanno dato lustro perché evidentemente abbiamo fatto paura per i nostri propositi amministrativi. Dopo 8 anni da 'eroe', stimato da tutta la città per il lavoro fatto, in 15 giorni sono diventato criminale cittadino. Non sono certo eroe cittadino e ma non sono neanche criminale. La conoscenza rappresenta un'opportunità mi chiedo come possa diventare un difetto. Dobbiamo affrontare il percorso amministrativo con trasparenza e senso di rispetto delle istituzioni e delle persone”.

Zacheo che lancia un messaggio a chi lo ha attaccato: “A loro rimane la mia comprensione, mentre a me resta la bellezza di aver condiviso un percorso attraverso persone di grande qualità che mi hanno dato la possibilità di crescere”.

A dare il loro appoggio a Zacheo ed a tracciare un bilancio anche i rappresentanti delle altre liste c'erano Manolo Bagalini, segretario comunale PD, Giampiero Gallucci di Nuovo Polo Fermo Capoluogo, Tiziano Vagnoni e Patrizio Cardinali di Impegno Civico per Fermo e Anna Laura Posa per Io Scelgo Fermo.

 

 

LEGGI LA LETTERA INTEGRALE SCRITTA DA SALVATORE BORSELLINO

Letture:5119
Data pubblicazione : 28/05/2015 14:09
Scritto da : Paolo Paoletti
Commenti dei lettori
15 commenti presenti
  • ZANNA BIANCA

    29-05-2015 13:38 - #15
    .... tanto so che non lo pubblicate, come altri miei commenti su ZAC.... ma del ripensamento di Borsellino non parla nessuno......... da far girare i morti nella tomba. Meditate gente...meditate!!!!!!!!!!!!!!
  • Pasquale

    28-05-2015 21:40 - #14
    Penso che questa volta a Zacheo il film non sia riuscito, Borsellino dopo avere fatto degli accertamenti prende le distanze da Zacheo e rinnega il precedente email inviato su sollecitazione di Zacheo
  • vincenzo

    28-05-2015 21:22 - #13
    sempre meglio la parola di uno che ha dato la vita per gli altri (ammazzando il fratello ha ucciso anche lui) che quella di un comico o un politico di turno! Spero che i fermani votino con le loro teste.
  • GIOVANNA

    28-05-2015 19:39 - #12
    Una lettera del genere può soltanto essere un grande motivo di orgoglio, sia per chi l'ha ricevuta, sia per chi ha deciso di votare il Comandante. Ad maiora, Comandante!!!!!!!!!
  • non replica

    28-05-2015 19:18 - #11
    il titolo corretto è "Zacheo NON replica agli attacchi e continua a non rispondere nel merito". E' una posizione politicamente inaccettabile.
  • Simone

    28-05-2015 18:07 - #10
    Ma da che cosa si deve difendere Zacheo? Da che cosa CI deve difendere? Nessuno ha mai messo in dubbio la sua correttezza e il suo trascorso impegno contro la criminalità. Il fatto è che molti a Fermo pensano che non siano queste - correttezza e impegno - qualità sufficienti, anzi, che questa siano soltanto un presupposto, irrinunciabile magari, ma pur sempre un presupposto. Per governare ci vogliono idee e progetti per la città, proposte e visioni generali del vivere comune, ci vuole "politica" nel senso più alto del termine. Mentre invece sembra che Zacheo ci metta la rettitudine, e il suo partito (insieme agli altri) ci metta i "progetti" e i ... desideri. Verrebbe da dire che se Borsellino lo invita ad evitare "contiguità" o "complicità" sarà per lui un bel compito rispettare questa direttiva, ovviamente non nei confronti della criminalità - ci mancherebbe altro - ma nei confronti dei molteplici interessi economici e politici che ronzano intorno all'amministrazione e alle stanze dove si decide. In parole povere gli si potrebbe dire: "... adesso ti voglio proprio vedere!".
  • Massimiliano Bartocci

    28-05-2015 17:31 - #9
    Faccio parte delle agende rosse sin dalla sua formazione e quindi posso dire che da sempre Salvatore si è tenuto lontano dalla politica e che difficilmente si è espresso senza consapevolezza di causa. Si tratta quindi di una lettera privata maldestramente utilizzata. Il che la dice lunga sul livello di correttezza che anima la nostra società. Il problema infatti non è tanto Zacheo quanto i personaggi che inevitabilmente gli stanno intorno e che sono gli stessi della precedente amministrazione. Ma una domanda mi frulla in testa. Come possiamo pensare di vincere la mafia se anche un capitano dei carabinieri ritiene inutile il suo ruolo investigativo e preferisce un più tranquillo e sicuramente meno incisivo lavoro come quello di sindaco ? Scrivere ad un fratello di un magistrato ucciso dalla mafia-stato per abbandonare la prima linea mi sembra una contraddizione.
  • Coraggio Capitano

    28-05-2015 16:25 - #8
    C'è bisogno di uomini come te che spazzino via il puzzo del compromesso morale della indifferenza della contiguità e della complicità e facciano finalmente sentire nel nostro paese il fresco profumo della libertà
  • LA STORIA DI ZACHEO PARLA PER LUI

    28-05-2015 16:17 - #7
    Caro Marco, non è semplicemente la lettera di un magistrato (e che magistrato), ma è la storia stessa di Pasquale Zacheo a parlare per lui
  • Lucia

    28-05-2015 16:16 - #6
    A parte il fatto che non si tratta del fratello di un "magistrato qualsiasi" e a parte il fatto che Salvatore Borsellino è un uomo che da vent'anni gira l'Italia con iniziative volte a sensibilizzare i cittadini alla lotta alla criminalità organizzata, al malgoverno e alle collusioni tra politica, poteri occulti e mafia, certamente che i fermani voteranno con le loro teste, quelle stesse teste che in una Sala San Martino gremita all'inverosimile, applaudirono non molto tempo fa quella stessa persona che oggi invia ad uno dei candidati a Sindaco di Fermo questa bellissima lettera.
  • giancarlo

    28-05-2015 16:05 - #5
    Non dovrebbe convincerti a votarlo, dovrebbe convincere i Fermani dell'onestà e serietà del candidato, il voto è libero a coscienza. Precisiamo Salvatore Borsellino è il fratello di un servo dello stato che ha dato la propria vita per lo stato e non lo stato per la propria vita, e se devo prendere l'esempio da qualcuno lo prendo da lui e dalla sua lotta alla legalità.
  • germano

    28-05-2015 15:51 - #4
    la paura di non arrivare al traguardo pone la scelta di pubblicare una mail, che dal tono in cui è scritto ha i caratteri dì familiarità tra il mittente ed il destinatario, neanche fosse un comunicato stampa....spero arrivi in fretta il silenzio elettorale perché non so quanto in basso si possa ancora scendere
  • Carlo

    28-05-2015 15:30 - #3
    Mi domando perché non abbia pubblicato con la stessa brillante prontezza anche l'SMS...
  • Marco

    28-05-2015 15:23 - #2
    Rispondo al mio omonimo al commento #1.. di certo i fermani dovrebbero votare seguendo la propria testa, ma penso che ricevere il sostegno e l'ammirazione di una persona come Salvatore Borsellino è un gran bel biglietto da visita per il candidato Zacheo. Poi ogniuno lo interpreta come vuole.
  • Marco

    28-05-2015 14:32 - #1
    La lettera del fratello di un magistrato dovrebbe convincermi a votare per lui? Lui sarebbe onesto mentre gli altri no? Spero che i fermani votino con le loro teste.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications