Politica
Porto San Giorgio assente dalla classifica dei comuni 'ricicloni. Il 'giallo' svelato da Giorgio Raccichini consigliere dei Comunisti Italiani

In un articolo comparso sui quotidiani di oggi viene riportato l'elenco dei Comuni considerati "ricicloni" secondo un'iniziativa di Legambiente, nel quale non è presente Porto San Giorgio. Ciò potrebbe far supporre che lo scorso anno il nostro Comune abbia raggiunto una percentuale di differenziazione minore rispetto al passato, ma in realtà mantiene gli stessi livelli di sempre; infatti, nel 2014, la percentuale di differenziata ha raggiunto il 66,9%, un dato leggermente migliore rispetto al 66,4% del 2013.

Porto San Giorgio assente dalla classifica dei comuni 'ricicloni. Il 'giallo' svelato da Giorgio Raccichini consigliere dei Comunisti Italiani

Ricordo che anche lo scorso anno si era notata l'assenza di Porto San Giorgio, immediatamente strumentalizzata dall'opposizione, sebbene il Comune sia stato poi regolarmente premiato tra i Comuni che hanno superato la soglia del 65% di differenziazione. Naturalmente rispetto agli altri Comuni limitrofi sia della zona costiera che dell'interno, a Porto San Giorgio avvengono nel corso dell'anno, soprattutto nei mesi estivi, molte manifestazioni che aumentano sia i valori della produzione pro-capite di rifiuti sia la quota percentuale di immondizia indifferenziata.
Nell'articolo, inoltre, viene dato un grande spazio al rappresentante della società privata Ecoelpidiense, il quale tiene a precisare che alcuni dei Comuni premiati sono serviti dalla sua azienda e che gli altri hanno comunque affidato il servizio di igiene urbana a ditte private. Lo stesso sottolinea che "fuori dalla premiazione restano Porto San Giorgio e Fermo", un'affermazione che ha il sapore di una frecciata contro i Comuni che sono serviti da società di raccolta dei rifiuti a capitale totalmente pubblico.
Mi viene il dubbio che certe esternazioni del privato abbiano un fine ben preciso: far apparire la privatizzazione del servizio di igiene urbana come una misura a beneficio dei cittadini, creando in questi e negli amministratori un clima mentale favorevole allo smantellamento del servizio pubblico. Se questo è, il privato sia sicuro che la maggioranza è gelosa di una società pubblica come la San Giorgio Distribuzione e Servizi, che in questi anni è diventata sempre più efficiente e capace di innovare il servizio di igiene urbana nell'interesse dei cittadini e dell'ambiente.

Letture:2285
Data pubblicazione : 15/07/2015 16:49
Scritto da : Giorgio Raccichini, consigliere comunale Comunisti Italiani
Commenti dei lettori
2 commenti presenti
  • fabio

    16-07-2015 18:28 - #2
    cosa c'entra questo tuo commento caro Cesà? (..) , i Comunisti sono entrati in questa giunta nel 2012, molto prima dell'avvento di renzie e dei suoi servetti pidioti e il pd era ancora un partito votabile(almeno per me..) a differenza di adesso....
  • Catarino Cesà

    15-07-2015 21:56 - #1
    invece di pensare al riciclo dei rifiuti, (.) pensi a come proprio i Comunisti si stanno riciclando stando dentro una Giunta comunale con un PD che a livello nazionale li considera peggio dei rifiuti chimici, dannosi per loro stessi e per gli altri.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications