Politica
Sant'Elpidio a Mare. "La raccolta differenziata molto onerosa per i cittadini". Il Movimento 5 Stelle: “Pronti a trovare alternative alla Ecoelpidiense”

“Nel 2014 Sant'Elpidio a Mare si conferma il comune più riciclone delle Fermano, ma siamo sicuri che sia il caso che l'amministrazione Terrenzi brindi al risultato e canti vittoria?”. Inizia così la nota del Movimento 5 Stelle elpidiense che accende la discussione sui costi della raccolta differenziata che gravano sulle tasche dei cittadini.

Sant'Elpidio a Mare.

"Crediamo – scrive il Movimento 5 Stelle - che la percentuale di differenziazione sia molto importante, ma altrettanto importante siano anche altri fattori da tenere in considerazione, come ad esempio il costo molto oneroso della raccolta a carico dei Cittadini Elpidiensi,quasi € 8.000.000 in 5 anni dal 2011 al 2016 (anno di scadenza del contratto con l'Ecoelpidiense), piuttosto che l'opportunità da parte della precedente amministrazione ma anche di questa attuale di creare pratiche virtuose nel territorio, come ad esempio un centro per la raccolta di materiale usato ad esempio elettrodomestici, vestiti, mobili da far gestire alla Caritas cittadina, per la creazione di un filiera del riuso (Porto Sant'Elpidio ce l'ha) per aiutare magari chi è in difficoltà economica ed anche per evitare che materiale riutilizzabile vada in discarica con un ulteriore costo per la cittadinanza (65€ a tonnellata è il costo per il Comune come da contratto)”.

Movimento 5 Stelle che propone: “ Si sarebbero potute attivare pratiche di sensibilizzazione nei confronti della cittadinanza a partire dalle scuole per far capire l'importanza di non abbandonare i rifiuti per le strade evitando così regolamenti per punire i trasgressori che, seppur necessari, lasciano il tempo che trovano perché educare è meglio che punire. Invitando a convegno personaggi di caratura Nazionale come Alessio Ciacci ex assessore all'Ambiente di Capannori (uno dei primi comuni che ha sperimentato la strategia rifiuti zero) si potrebbe far capire qual è la strada da percorrere per arrivare a non produrre più rifiuti. Si potrebbero incentivare le aziende del territorio a produrre meno rifiuti o a creare prodotti riciclabili a fronte di sgravi fiscali . Basterebbe un minimo di volontà e lungimiranza per capire che il rifiuto non è necessariamente solo un costo ma potrebbe diventare una enorme risorsa per tutti noi”.

Da qui l'impegno: “Per questo, ci attiveremo con tutte le forze politiche che vorranno aiutarci, affinché nel 2016 prima della scadenza del contratto con l'Ecoelpidiense si possano percorrere altre strade per la raccolta differenziata e cercheremo di spronare l'amministrazione al fine di attivare tutte le pratiche sopra elencate e molte altre per le quali da tempo ci battiamo.

 

 

Letture:2238
Data pubblicazione : 17/07/2015 10:26
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • La Magana

    17-07-2015 10:47 - #1
    Ritenetevi fortunati, io sto a civitanova Marche e il Comune ogni anno paga € 8.000.000 al Cosmari, voi alemeno li pagate in 5 anni !!!!
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications