Politica
Asite. Il consigliere di Fermo Libera Gianluca Tulli: “Cambiare immediatamente indirizzo politico”

“Dopo poche settimane dall'insediamento della nuova amministrazione, non si puo' chiaramente pretendere molto. Come consigliere di minoranza prendo atto del messaggio politico che la nuova giunta ha voluto dare sulla riduzione della tari. Messaggio politico piu' propagandistico che di sostanza ma pur sempre mirato a cercare una riduzione della tassa”. Inizia così' l'analisi del consigliere comunale di minoranza Gianluca Tulli in rappresentanza dei civici di Fermo Libera. Tulli che lancia un messaggio alla nuova amministrazione: cambiare.

Asite.  Il consigliere di Fermo Libera Gianluca Tulli: “Cambiare immediatamente indirizzo politico”

Tulli che spiega: “Approvazione che è avvenuta nell'ultimo consiglio comunale non senza difficoltà. Infatti si è dovuto riconvocare un consiglio comunale straordinario a causa della non completa preparazione dell'amministrazione e nella fatti specie dell'assessore proponente. Se si convoca il consiglio comunale a ridosso di una scadenza improrogabile, l'assessore doveva essere completamente preparato ad eventuali richieste di spiegazione della delibera, vista la non presenza dei consulenti. Se si era convinti della correttezza della delibera non la si doveva ritirare per poi riconvocare un consiglio comunale di urgenza due giorni dopo, e questa volta alla presenza dei consulenti”.

Consigliere di Fermo Libera che aggiunge: “Quello che invece noto, e a cui rivolgo la mia sollecitazione all'attuale amministrazione è che non è cambiato l'indirizzo politico che questa amministrazione deve dare dell' ASITE, società che svolge il servizio per cui il cittadino paga la tari. Non c'è stato un significativo segnale di cambiamento. Molte erano le critiche alla passata amministrazione per quanto riguarda lo stato di degrado della città e dei quartieri. Ad Oggi le cose sono rimaste tali. Ad es. Cassonetti che non vengono lavati non so da quanto tempo, che con questo caldo incrementano la puzza, cassonetti spaccati e non sostituiti, quartieri come Capodarco dove l'operatore ecologico è presente sole per due mezze giornate e addirittura nelle ultime settimane ancora meno. Se si gira per la città si nota anche la non curanza del verde, basta guardare la rotatoria di viale trento che interseca via delle foibe e via Bellesi, alle porte della città completamente essiccata. Molti altri esempi si potrebbero fare. Tutto cio' per poi scoprire che la stessa Asite ha chiuso il bilancio 2014 con 2.300.000 euro circa di utile netto”.

Da qui le conclusioni di Tulli: “Una società che di servizi e che è a totale partecipazione del comune piu' che produrre utili dovrebbe produrre servizi e non pagare tasse sugli utili come è avvenuto per il 2014. Soldi persi che potevano essere investiti per la migliore efficenza del servizio stesso. Al tempo stesso si riconosce un aumento del canone che il comune versa all'Asite pari a circa cinque milioni di euro. Un indirizzo politico che deve essere immediatamente cambiato analizzando a fondo la gestione della società ASITE, analizzando effettivamente e realmente i costi di smaltimento dei rifiuti, gli obiettivi da raggiungere come quota di raccolta differenziata. Solo cosi' possiamo raggiungere l'obiettivo di diminuire la TASI a tutte le categorie di utenti. La cura della città invece deve essere una condizione imprescindibile, per il decoro e per il rispetto dei cittadini contribuenti”.

Letture:2558
Data pubblicazione : 05/08/2015 15:26
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications