Politica
Porto San Giorgio. Avviata la procedura per apposizione del vincolo di esproprio al tratto terminale nord di Viale dei Pini. Agostini: “Votato favorevolmente. Il problema va assolutamente risolto"

“Come avevamo anticipato, ieri sera il gruppo 100% Civico ha votato a favore della proposta dell'Amministrazione Loira, che quindi all'unanimità dei presenti ha avviato la procedura di apposizione del vincolo di esproprio del tratto terminale nord di Viale dei Pini. Ciò abbiamo fatto nella consapevolezza che il problema viario vada assolutamente risolto ed in qualsiasi modo ciò accada va bene purchè vi sia soluzione”. Così Andrea Agostini, del gruppo 100% Civico commenta il consiglio comunale di ieri sera in cui è stata avviata la procedura per apporre il vincolo di esproprio al tratto finale di Viale dei Pini.

Porto San Giorgio. Avviata la procedura per apposizione del vincolo di esproprio al tratto terminale nord di Viale dei Pini. Agostini: “Votato favorevolmente. Il problema va assolutamente risolto

Agostini che spiega le motivazione del voto favorevole: “Ciò anche coerentemente al fatto che proprio l'Amministrazione Agostini nel 2009 appose il vincolo e ciò fu lo strumento di forza per raggiungere poi dopo diversi incontri con il Comune protagonista per intervento mio e dell'assessore Marinangeli un accordo tra tutti i soggetti interessati sia sul tratto di Viale dei Pini che su quello di Viale Cavallotti. Due direttrici viarie a congiungersi a Viale delle Regioni per decongestionare e mettere in sicurezza il traffico veicolare ciclabile e pedonale nonché arredare i luoghi specie per la creazione di una piazza antistante e circostante la Parrocchia della Sacra Famiglia. Opere che si sarebbero realizzate senza esborso per i Sangiorgesi a fronte di un piccolo aumento di volumetria edilizia rispetto a quanto consentito dal PRG. Ieri quindi non abbiamo polemizzato sui tre anni perduti inutilmente dall'Amministrazione Loira che quel vincolo ha lasciato decadere per arrivare a riproporlo nella singolare data del 13 agosto, ma abbiamo chiesto chiarimenti per conoscere chi si è sottratto all'accordo del 2011 e per quali ragioni. Né il Sindaco Loira né l'assessore Talamonti hanno saputo fare un nome ed indicare una qualche cifra o volume per rendere comprensibili i termini della questione”.


Agostini che aggiunge: “Il mistero è rimasto dunque tale, la trasparenza non esiste, ma una cosa la si è capita.Vuoi perché il Sindaco ha detto che negli archivi risulta un documento ma non firmato da tutti i privati, vuoi perché l'assessore ha chiarito che un eventuale accordo è solo questione tra privati che vede estraneo spettatore il comune, abbiamo che in tre anni il Comune non ha convocato tutti i privati interessati e non si è speso in alcun modo per proseguire sulla via dell'accordo raggiunto e comunque a ristabilire un dialogo che nel tempo poteva pure essere venuto stante il mutato scenario del mercato edilizio dal 2011 al 2015. A nostro avviso il comune avrebbe dovuto creare un tavolo e cercare la quadra economica tra tutti i privati, ma questo non è stato. Cosa ne deriva ? Che la soluzione viaria su viale dei Pini sarà solo una mezza soluzione ai problemi di quartiere. Se ne è reso conto anche il consigliere di maggioranza PD Laurenzi che ha sollevato criticità e si è proposto di essere parte attiva nella ricerca di soluzioni concrete che allo stato attuale difettano (dall'abbattimento di un pino, alla sede ciclabile, al posizionamento della pubblica illuminazione ecc.). In verità però le criticità più significative saranno date dal fatto che viale de Pini mancando il sostegno di viale Cavallotti diverrà via di scorrimento a maggiore densità di traffico, specie nella considerazione del prossimo campo sportivo a nord della città, che insieme alla tensostruttura Don Bosco ed all'area verde circostante le Canossiane rappresentano opere compensative volute dall'Amministrazione Agostini. Altro fatto critico è che così verrà decretata una volta per tutte la parola fine all'ipotesi di interramento dei cavi dell'alta tensione perché una volta realizzata la nuova superficie viaria chi andrà mai a devastarla per la realizzazione di ulteriori opere ? Criticità che diverranno realtà, specie nella considerazione che il Sindaco Loira nel suo intervento a microfono ha prima dichiarato che il prolungamento di Viale Cavallotti rimane un impegno dell'amministrazione, salvo poi fuori microfono in controcanto alla mie parole affermare che di spendere due milioni tra esproprio e realizzazione non se ne parla nemmeno. Dell'alta tensione sappiamo già che nulla si farà da bozza di bilancio di giunta comunale di questi giorni e prima ancora per dichiarazioni espresse in consiglio comunale nella scorsa primavera, che hanno visto la spaccatura in maggioranza tra comunisti italiani da una parte e PD dall'altra con esclusione di Laurenzi, anche egli come Raccichini e Bisonni favorevoli all'interramento, che per protesta abbandonò l'aula. Auspichiamo Loira attivi finalmente la via del dialogo con tutti i privati interessati dal comparto che come sostiene anche Laurenzi a questo punto "va ridisegnato" e dia risposte ai cittadini anche su Viale Cavallotti, la Sacra Famiglia, i tralicci ed i cavi dell'alta tensione”.

Letture:2509
Data pubblicazione : 14/08/2015 13:05
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Francesco

    14-08-2015 15:39 - #1
    Ma in comune c'è un tecnico capace di spigare le problematiche necessarie per interrare le conduttore a 130000 Volt.? Dove piazzereste le due cabine di sezionamento per passare da linea aerea a linea interrata? Il costo ve lo siete immaginato o solo sognato?
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications