Politica
Fermo. Piscina Comunale. Io Scelgo Fermo presenta l'interrogazione: “Necessario immediato intervento. Si può giocare su tutto e con tutto, ma non con la sicurezza e la salute delle persone”

Il movimento Io Scelgo Fermo annuncia di aver presentato: “ Da diversi giorni, un’interrogazione urgente, auspicando l’immediato intervento del Sindaco e della Giunta in relazione ad una situazione molto complessa e delicata che riguarda, nell’attualità, la piscina comunale. Gli aspetti sollevati sono purtroppo molteplici e suscettibili di immediato intervento, perché atterrebbero alla salute degli utenti ed alla tutela dello stesso ente”.

Fermo. Piscina Comunale. Io Scelgo Fermo presenta l'interrogazione: “Necessario immediato intervento. Si può giocare su tutto e con tutto, ma non con la sicurezza e la salute delle persone”

“Il Sindaco – spiega il gruppo di minoranza - anziché adoperarsi immediatamente della questione, la cui gravità peraltro si evince dagli atti in possesso dello stesso Comune, ha preferito far rispondere ai dirigenti comunali, rinviando l’eventuale esame della vicenda al prossimo consiglio comunale, come se la salute dipendesse da una discussione tra consiglieri. Da parte del Sindaco, nessun apparente provvedimento idoneo a dissolvere eventuali dubbi o pregiudizi per la comunità. Si tratta di un atteggiamento che denota o irresponsabilità o incapacità. Delle due, l’una! Comprendiamo anche l’imbarazzo di Calcinaro che aveva sovrainteso, quale assessore e vicesindaco, gli appalti per la gestione della piscina e per lavori di straordinaria manutenzione presso lo stesso impianto, ma appare ora imprescindibile una urgente e decisa risposta amministrativa, considerate l’urgenza di salvaguardare la sicurezza degli utenti della piscina, quanto la necessità di preservare il Comune di Fermo da eventuali conseguenze legali, con una struttura non in regola che accoglie una moltitudine di avventori”.

Nell’interrogazione di Io Scelgo Fermo si legge:“Premesso che la piscina comunale è un bene di rilevanza assoluta per la comunità, trattandosi di un luogo di pratica sportiva, cura e benessere per la persona”, che “accoglie numerosi cittadini di Fermo e dell’intero comprensorio fermano”, per la quale “è quanto mai necessaria la puntuale predisposizione di tutte le misure di tutela e sicurezza per l’utenza”, ma è stato soprattutto evidenziato che dal “contenuto della documentazione giacente agli atti del comune si è invece constatato che:
- il certificato prevenzione incendi è stato conseguito solo dopo il recente intervento del NAS di Ancona;
l’ASUR - AV 4 – Dipartimento di Prevenzione – U.O.C. Igiene e Sanità Pubblica, a seguito delle analisi sulle acque, ha accertato il reiterato superamento dei valori limite stabiliti dalla normativa vigente;
- a fronte di controlli ufficiali delle acque che debbono essere garantiti almeno in ogni trimestre, risultano controlli molto sporadici (appena una volta all’anno e l’ultimo operato solo su richiesta del Nas);
- il certificato di agibilità non è mai stato mai rinnovato nonostante i numerosi interventi strutturali e di impiantistica, quindi pericolosamente irregolare;
- l’attuale gestore non sarebbe in possesso delle prescritte licenze.

Io Scelgo Fermo che aggiunge: “E’ già di per sé intollerabile, a prescindere dal resto, il pregiudizio arrecato alla sicurezza dei cittadini, nell’evidenza di un certificato prevenzione incendi ottenuto solo di recente, e solo dopo l’intervento del NAS di Ancona. Risulta altrettanto intollerabile la scarsa attività di controllo delle acque, peraltro nell’evidenza di un reiterato superamento dei limiti consentiti. In questi ultimi mesi, non a caso visti i risvolti, aveva destato perplessità e preoccupazione la ripetuta presenza degli uomini del NAS presso l’impianto comunale. Speriamo che il Sindaco, questa volta affrontando nella realtà i problemi della città, abbia l’accortezza di dare una risposta più celere alla comunità, a prescindere dalla risposta in consiglio. Si può giocare su tutto e con tutto, ma non con la sicurezza e la salute delle persone!”

Letture:5059
Data pubblicazione : 29/10/2015 12:55
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Marco Rongoni

    30-10-2015 13:31 - #1
    Qui si rasenta il “Procurato Allarme”. Sbagliato, non si può giocare con tutto e su tutto, perché così come non si può scherzare su sicurezza e salute, non lo si deve fare nemmeno con il lavoro. Non si possono gettare ombre, senza peraltro elementi oggettivi, su una società come la Virtus Buon Convento che da lavoro a circa 20 persone, che da quando è a Fermo ha solo costruito per Fermo e per i Fermani, che ha migliorato una struttura in decadenza e colmato i vuoti lasciati da altre società. Non si può giocare sulla pelle degli altri. I nostri ragazzi passano svariate ore a settimana in piscina e se noi genitori avessimo riscontrato un ambiente come quello che si dipinge nel comunicato, pensate che non saremmo intervenuti ?
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications