Politica
Morese VS Ceroni: la resa dei conti. Il giovane coordinatore: “Umanamente avvilente sentire ancora certe voci, parlare di cosa sia giusto o meno dopo aver essiccato un territorio. Deceronizzazione"

“E’ umanamente avvilente sentire ancora certe voci, parlare di cosa sia giusto o meno per Porto San Giorgio. Dopo aver essiccato un territorio ed averlo impoverito di idee, distruggendo qualsiasi riferimento per un centrodestra coeso, oggi tocca pure ascoltarli parlare di progetti futuri. Evidentemente si è perso il contatto con la realtà". Con queste parole il coordinatore di Fratelli d’Italia e componente di Rinnovamento Cittadino, Emanuele Morese, risponde a quanto apparso sulle pagine dei giornali riguardo alla possibilità paventata dal coordinatore regionale di Forza Italia, Remigio Ceroni, di trovare un’unità di intenti.

Morese VS Ceroni: la resa dei conti. Il giovane coordinatore: “Umanamente avvilente sentire ancora certe voci, parlare di cosa sia giusto o meno dopo aver essiccato un territorio. Deceronizzazione

“Il problema non è il ragionamento, ma il pulpito da cui arriva. Dopo aver ricoperto 5 volte la carica di sindaco di Rapagnano, e dopo essere nello stesso tempo anche parlamentare, sentire anche solo l’idea che decida per Porto San Giorgio, mi fa venire rabbrividire – continua Morese – Nelle elezioni comunali fermane avevo promesso che avrei deceronizzato Fermo e ho mantenuto la parola. Adesso proseguiremo con Porto San Giorgio”.

“Alla mia giovane età non ho l’esperienza necessaria per ricoprire alcun ruolo istituzionale, ma posso portare a casa un risultato: ripulire Porto San Giorgio da quelle influenze che partono da uomini, per nulla interessati alla città, che per un tornaconto di poltrone hanno fatto e disfatto a piacimento, polverizzando giunte e coalizioni politiche. A Fermo hanno deciso tutto nell’auto di Ceroni sotto gli occhi increduli di tutti coloro che li osservavano da fuori. A Porto San Giorgio questo non succederà, perché non lo permetteremo”.

Un Morese, quanto mai deciso a fare pulizia nel centrodestra, senza lasciare spazio ad alcun giochetto di palazzo: “Il centrodestra, sangiorgese e fermano più in generale, ha bisogno di ritrovare la propria autonomia e lasciarsi alle spalle certi vecchi atteggiamenti di sudditanza che non hanno portato a nulla. Se non ritroviamo l’orgoglio di prendere in mano alla situazione, la sinistra continuerà a governare male come sta accadendo oggi. Per tornare credibili tra i cittadini dobbiamo rinchiudere nel sarcofago quelle mummie che hanno fatto a pezzi quello che c’era di buono nella destra”.

Quanto a Del Vecchio che ha definito l’iniziativa di Rinnovamento Cittadino una carnevalata che lascia il tempo che trova, Morese è lapidario: “Non è mia abitudine gettare discredito sugli altri, nemmeno quando loro ne gettano su di me. Oggi Forza Italia, forse per la prima volta, apre un dibattito politico vero al suo interno. Mi auguro ne esca rafforzata anche se ho il dubbio che non cambierà nulla come a Fermo, e ci troveremo ancora personaggi che al ballottaggio voteranno e faranno votare Loira anche se sono di destra. A dire il vero – conclude Morese – hanno fatto votare Spacca alle regionali, non mi stupirebbe vederli di nuovo succubi agli ordini di sua maestà Ceroni”.

Letture:6352
Data pubblicazione : 28/12/2015 15:18
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
7 commenti presenti
  • Morese

    30-12-2015 13:56 - #7
    Delle volte mi appassiona molto leggere i commenti di informazione.tv, non tanto per il contenuto ma per il gusto di scoprire chi c'è dietro i vari mario, gioacchino o nel caso tricolore. Vorrei dire a tricolore, come ho avuto già modo di dire, che se vuole puó serenamente venire al mio posto e coordinare FDI a PSG. Non ho alcun problema a cedere il mio posto. Invece di fare il leone, o la leonessa, da tastiera basta andare al coordinamento provinciale di Fermo e dire le stesse cose al coordinatore. Dimostrato che non sono degno di stare i FDI verró espulso. Ma credo che il mio partito sia contento del lavoro che svolgo col mio gruppo. Un lavoro che inevitabilmente mi porta il rancore di molti, da chi mal governa da anni, sino a chi vorrebbe arrivare sulla poltrona, cambiano anche partiti, sapendo di non valere nulla. Non sono un terminetor, non sono politicamente immortale, se valgo poco basta cancellarmi con i fatti. Quando i cittadini lo vorranno me ne andró, ma solo in quel caso. Non perchè me lo chiede Roma o Ancona o tricolore.
  • tricolore

    29-12-2015 17:54 - #6
    Il terminator sangiorgese avrebbe fatto meglio a rimanere civico, ha detto tutto e il contrario di tutto, ma il suo partito che ne pensa??? Prima si è fatto paladino della discontinuità: tutti rottamati, a cominciare da Agostini, Ceroni, Del Vecchio, Vastaroli insieme a tutti i veleni della politica sangiorgese, poi paladino della riconciliazione (finta ) del centrodestra, Adesso civico vicino ai civici, passando per FDI di cui non ha mai condiviso i valori visto che non ha fatto una battaglia contro il gender, sorvolando sull'immigrazione selvaggia e contro l'ISIS. Credo che a questo punto il ragazzino punti al potere altro che Ceroni, altro che vecchi marpioni, questo pensa di essere il padreterno con tutto il rispetto per il padreterno. Tutto ha fatto meno che stare al di fuori delle polemiche contro le persone. Doveva solo fare proselitismo e fare proposte per un canovaccio serio di riscossa politica del centrodestra sangiorgese. Ma credo che punti alla politica di stare (lui solo sui giornali) , altre persone che si volevano avvicinare sono state tutte allontanate...... Deceronizziamo ???? Si ma fra poco cari sangiorgesi dovrete DEMORESIZZARE per non far rivincere Loira ed il centrosinistra!!!!! Meditate .....
  • Marco m.

    28-12-2015 23:41 - #5
    La Città ringrazia ancora oggi Ciccioli che pur non avendo nulla a che spartire con San Giorgio ha staccato la spina alla potervia fatta persona. Susanna anche se non lo capisci, ringrazia anche tu.
  • T.

    28-12-2015 22:30 - #4
    Del Vecchio sta in consiglio Comunale, Marcozzi in consiglio Regionale, Ceroni in Senato. Ma pensi veramente di fregarli tutti e tre? Ricordati....2011......
  • Michele

    28-12-2015 18:45 - #3
    Gioacchino fa quello che vuoi: salva l'articolo, screeshotta, fai copia e incolla.. quello che Morese promette e dice. Morese fa.
  • Susanna

    28-12-2015 18:09 - #2
    Il grande stratega Morese non si ricorda o non vuole ricordare che a mandare a casa il Sindaco Agostini e' stato il suo coordinatore regionale Ciccioli. Taci se non sai. La Meloni e' stata la promotrice di Spacca guarda gli articoli vecchi sui giornali, GRANDE STRATEGA
  • gioacchino

    28-12-2015 15:29 - #1
    Coraggio o sfrontatezza? Queste dichiarazioni le salviamo, le tireremo fuori nel 2017 per valutarne la coerenza.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications