Politica
Fermo. I 5 Stelle dopo il consiglio comunale di giovedì: “Cambiano le amministrazioni ma il colore dei provvedimenti sembra essere sempre lo stesso”

Anche il Movimento 5 Stelle replica alle dichiarazioni dei consiglieri di maggioranza dopo l’assenza del numero legale nel consiglio comunale di giovedì scorso. Forze di minoranza che, arrivate alla discussione del Piano Casa, hanno abbandonato l’aula. Gesto che i gruppi di maggioranza hanno definito irresponsabile: “In risposta all'esternazione dei gruppi di maggioranza, che in verità sa molto di scusa, il M5S di Fermo vuole chiarire alcuni punti. Il colore delle amministrazioni comunali si riconosce dai provvedimenti urbanistici e dalle modalità con cui questi vengono condivisi con la cittadinanza. E l'amministrazione Calcinaro, mentre fuori si pattina ancora, porta in consiglio comunale tre varianti urbanistiche. Lo fa di soppiatto senza che vi sia una reale trasparenza. I giornali non ne parlano. Anche su facebook la maggioranza divulga solo foto della piazza e dei festeggiamenti”.

Fermo. I 5 Stelle dopo il consiglio comunale di giovedì: “Cambiano le amministrazioni ma il colore dei provvedimenti sembra essere sempre lo stesso”

5 Stelle che aggiungono: “Il consiglio comunale del 14 gennaio 2016 ci ha lasciati spiazzati e basiti per i suoi contenuti così vicini al modus operandi delle precedenti amministrazioni, cioè fare cassa con l’edilizia facile e ad personam. Durante la discussione dei primi 2 punti più volte dagli assessori e dal Sindaco stesso abbiamo udito che si trattava di piccoli interventi riparatori dei danni fatti nel passato dalle precedenti amministrazioni, più volte ci è stato detto che saranno in realtà pochi quelli che ne usufruiranno, per poi arrivare a dire che, in realtà, non sono i cittadini ad averne necessità ma gli imprenditori...però pochi. Se questi provvedimenti non hanno interesse generale e quindi non sono rivolti alla cittadinanza tutta, che bisogno c'è di avallarli? Forse per fare un favore a qualcuno?Perche' tanta urgenza?E' il piu' urgente dei provvedimenti da prendere per la cittadinanza tutta? Da rilevare come i consiglieri di maggioranza non abbiano sentito la necessità di dire una sola parola nonostante fossero in discussione provvedimenti particolarmente impattanti per la città e nonostante le giuste e motivate contrarietà delle minoranze”.

Movimento 5 Stelle che prosegue: “La modalità di comunicazione ha seguito, poi, l'iter ormai consono a questa amministrazione: documenti disponibili il più tardi possibile, discussione zero, nessuna risposta alle domande in commissione. Tutto ciò ha contribuito a creare una cortina di fumo attorno alla vicenda, tanto che nella cittadinanza non si è sviluppato nessun dibattito come invece sarebbe dovuto esserci per argomenti come l'edilizia, che da Di Ruscio alla Brambatti tanti problemi ha creato.  Tuttavia, nonostante il poco tempo e le informazioni frammentarie, il M5S ha capito l'effettivo contenuto delle 3 proposte. Eliminazione di vincoli per alcuni, mentre per la maggior parte dei cittadini rimangono, cementificazione di una zona destinata in precedenza ad area boschiva e, per ultimo, ciò che più ha infastidito, la riconferma e l'estensione del piano casa ad aree che erano state escluse. Ovviamente, mentre per i primi 2 punti non avevamo altre armi che il voto, per l'ultimo abbiamo sfruttato tutte le nostre possibilità e non si è trattato di una imboscata di nessun tipo perché il sindaco e i consiglieri erano stati avvisati prima di iniziare la discussione. 
Un particolare che è stato omesso nel comunicato stampa della maggioranza è che il terzo provvedimento (il piano casa) riguarderebbe, per la parte nord, tutte aree già oggetto di lottizzazione, e che, quindi, hanno esaurito ulteriori capacità edificatorie. In quelle aree già ora mancano parcheggi, negozi, aree verdi e piazze. Andare a gravare con ulteriori cubature significa avere dell'urbanistica la stessa miope visione delle amministrazioni precedenti. Discorso a parte merita Marina Palmense, che non è stata urbanizzata tramite lottizzazione ma occupa un'area a rischio esondazione, che andrebbe trattata secondo canoni precisi”. 

Da qui la conclusione: “La stessa vecchia storia di sempre, senza attenzionare un territorio già duramente compromesso e con provvedimenti di carattere personalistico. Queste considerazioni, la scarsità di partecipazione verso la cittadinanza e i caratteri di falsa urgenza posti dalla maggioranza ci hanno convinti ad opporci con forza almeno al primo e al terzo provvedimento. Abbandonare l'aula non è stato uno schiaffo alla maggioranza, che invece abbiamo sempre interpellato per tempo e con il massimo della collaborazione quando abbiamo presentato le nostre mozioni, ma il tentativo di far riflettere su provvedimenti così poco meditati ed in contrasto con il nostro ed il loro stesso programma, nonché il tentativo di aprire un dibattito con tutti gli abitanti di Fermo sul futuro della nostra città e sul modo in cui questa debba svilupparsi”.

Letture:2496
Data pubblicazione : 16/01/2016 20:25
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
6 commenti presenti
  • Alberto

    19-01-2016 17:44 - #6
    Per commento n°5. Credo che commento n°3 abbia colto nel segno. D'altronde la sinistra è la più "nominata", addirittura differenziata dal PD. Non che la cosa interessi molto, tuttavia se ripenso al rapporto tra urbanistica e sinistra a Fermo.....tra scelte fatte e scelte non fatte ( come non ricordare la Brambatt), si salvi chi può.
  • Chiara Achilli

    18-01-2016 19:43 - #5
    Per commento n. 3. Non capisco il contenuto del suo post. Mi perdoni ma non trovo nessun nesso tra quanto da lei detto ed il commento n. 2. Molto chiaro nei contenuti riguardanti la critica a tutta l'opposizione destra, sinistra ed altri. Non capisco cosa centrano poi Torresi e Rossi, rispetto alla critica fatta ai 5Stelle ? Mi stupisce invece come sia stato possibile nonostante il passaggio nelle opportune commissioni che nessuno si sia accorto della problematica che sottende l'applicazione del piano casa in zone dove prima era precluso. Come ho letto in altri post con l'approvazione della variante si metterebbero seriamente a rischio la vivibilità in tali aree e non mi pare che sia un argomento da sottovalutare. Comunque è sempre apprezzabile chi mette in guarda la popolazione quando, alla chetichella, si cerca di far passare delle cose che non sono certamente utili alla collettività.
  • Giulio Marco Scriboni

    18-01-2016 16:52 - #4
    Sig. Anomino......Veneziano e quali sarebbero le insinuazioni su quanto ho detto. Non ho da insinuare nulla se non quello che lei ha letto fraintendendo. Mi spiace per lei ma forse non ha capito molto sul mio ragionamento. L'opposizione destra o sinistra pari sono è questa la mia conclusione e non si scaldi se qualcuno ancora ragiona con la sua testa. Suvvia non è da certi pulpiti che si possono accettare lezioni. Faccia il bravo e si rimetta a cuccia da buon cane da guardia dei suoi padroni, questa volta ha sbagliato obiettivo.
  • Propongo Scriboni all'urbanistica senza passare per le primarie

    18-01-2016 14:07 - #3
    Giulio Marco Scriboni, ma perché scrive un post contro la sinistra facendo finta di rivolgersi al m5s? Le sue insinuazioni perché non le dice direttamente a Rossi e Torresi? E magari potrebbe anche raccontare loro delle eroiche e competenti gesta delle grandi intelligenze che si oppone vanoa Di Ruscio .
  • Giulio Marco Scriboni

    17-01-2016 15:05 - #2
    Benedetti 5Stelle. Condivido che il modo che questa maggioranza sta usando per pagare i debiti elettorali sia il solito usato dalla Brambatti e da Di Ruscio. Condivido che di discussione neppure l'ombra. Condivido che non ci sia alcuna urgenza. Ma permettetemi di non condividere il modo in cui siete intervenuti. Avevate, bella bella, la proposta di Consiglio Comunale che vi è stata fornita con largo anticipo e solo ora intervenite per contestare il contenuto ? Magari solo ora dopo aver letto qualche post che vi metteva in guardia sul contenuto di tali proposte "devastanti" ? Suvvia non è così che si fa politica. In altri tempi sui giornali si contestava prima o in contemporanea al Consiglio Comunale e non dopo aver avuto l'imbeccata da qualcuno e dopo oltre una settimana dall' essere stati messi a conoscenza dei fatti. Questa critica vale, anche, per altre forze politiche della, così detta, minoranza i cui rappresentanti, poi sono i maggiori sponsor di questa amministrazione per ovvie ragioni. Dai bene informati risulta che molti partiti, non della maggioranza, vedi PD e Sinistra non erano poi così contrari alla scelta sul piano casa, anzi, pur sapendo cosa si votava. Interessi professionali, inconsapevolezza, opportunismo, compiacenza ?Tutto può essere vista la pochezza politica di certi persanaggi. Cari amici 5 Stelle, almeno per voi occorre chiarezza e onesta. Se come dite l'amministrazione comunale si riconosce dai provvedimenti su l'urbanistica allora occorre ribadire che sempre su qui temi l'opposizione si qualifica o meno. All'epoca Di Ruscio nessun provvedimento di urbanistica passava inosservato, anzi era motivo di grande battaglia, fatta da personaggi competenti e consistenti politicamente, oggi si "vivacchia" solo per il sentito dire. Altri tempi, altri consiglieri ed altra politica. Un consiglio svegliatevi e rendete onore al vostro ruolo altrimenti rischierete la fine di certa "sinistra" di maniera più attenta al buone maniere che alla sostanza e peggio al disfacimento della destra evanescente come i suoi rappresentanti. Non credo sia necessario aggiungere altro !!!
  • patrizia

    17-01-2016 11:26 - #1
    Sembra di vedere un vecchio film....distrazioni goliardiche per mascherare decisioni pessime per i cittadini...poca informazione sul territorio... medesime modalità del governo che tanto vorremmo cambiare....L'opposizione ha fatto ciò che andava fatto!!!
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications