Politica
Fermo. Entro un mese il bando per la vendita del 49% della Solgas. Ecco cosa cambierà. La spiegazione del sindaco Calcinaro

“Quello di ieri è stato un consiglio comunale molto importante. Stiamo andando avanti veloci su alcune decisioni che la città attendeva da tempo, nei campi più svariati”. E' un sindaco Calcinaro soddisfatto, quello che questa mattina ha spiegato alla nostra redazione cosa cambierà per Fermo dopo il voto di ieri sera. “Ieri sera è stato approvato un atto fondamentale di cui spesso si era dibattuto, si era vista la volontà nel 2014, ma non si era mai concretizzato: la vendita del 49 per cento della Solgas”. 

Fermo. Entro un mese il bando per la vendita del 49% della Solgas. Ecco cosa cambierà. La spiegazione del sindaco Calcinaro

Un passaggio, quello della vendita della Solgas, di cui si parlava da tempo e che finalmente è stato votato e approvato. Cosa cambierà dunque? A spiegarlo è lo stesso sindaco: “Adesso ci sarà la scissione, anch'essa approvata, e poi il bando che metterà in vendita una quota della società, ovvero il 49 per cento, al massimo rialzo. Credo che in un mese riusciremo a fare uscire il bando, veloci come siamo sempre andati”.
Sindaco che per quanto riguarda l'emendamento del PD e del consigliere Bargoni che prevedeva di destinare parte degli introiti per la riqualificazione di piazza Dante spiega: “E' stato un emendamento fatto a penna all'ultimo secondo. Su un argomento così importante serviva una condivisione alla quale si doveva arrivare in precedenza. Sappiamo che piazza Dante è una priorità, ma ci possono essere altre forme di finanziamento, non ci possiamo vincolare”.
Calcinaro che comunque conclude: “Sui vari punti devo registrare dei percorsi a volte condivisi non solo dalla maggioranza ma anche da altre parti dell'opposizione”.

Primo cittadino che evidenzia anche l'importanza dell'estensione del piano casa in quelle aree costiere che erano rimaste scoperte. Un'attenzione, quella per la costa, confermata anche dalle novità in materia di pulizia e servizi igienici affidati all'Asite: “Vorrei far presente il rinnovo della pulizia di spiaggia con novità, mettendo in campo l'Asite, anche per la realizzazione di servizi igienici pubblici sulle spiagge, anche per portatori di handicap. Prevista anche la pulizia dei fossi”.

Letture:2994
Data pubblicazione : 03/02/2016 14:32
Scritto da : Paolo Paoletti
Commenti dei lettori
6 commenti presenti
  • Pasquale

    04-02-2016 07:16 - #6
    Oggi con i proventi della Solgas si pagano i mutui accesi per l'acquisto dell'immobile in Piazza Dante, con la scissione, il mutuo e l'immobile vanno sulla nuova società. Con quali proventi verrà pagato il mutuo? nella relazione di Ercoli si parla che la Solgas non ha avuto danni dalla concorrenza, sono rimasti tutti i clienti, solo che questo anno i margini, sempre positivi, si sono ridotti a causa del caldo, perché vendere? Tutti gli aiuti che la Solgas ha dato alla città, in materia di sponsorizzazioni, domani chi vi provvederà? Il Sindaco deve dare queste risposte, la velocità nel fare le procedure di vendita non deve essere un vanto, l'operazione complessiva deve essere valutata. Il prezzo della vendita, Porto San Giorgio ha incassato 600 euro per utente, da noi 14.400 x 600 = 8640000. La metà ammonta ad euro 4.300.000. Questa è la cifra attesa dalla vendita? Aspettiamo la valutazione chiesta della Solgas, non dovrebbe divergere da tale somma, c'è un precedente.
  • parla politichese

    03-02-2016 18:52 - #5
    parla politichese senza spiegare cosa vogliono fare della partecipata comunale solgas, che ad oggi ha prodotto reddito ed è servita come mucca da mungere per le varie sponsorizzazioni di eventi comunali che altrimenti non si sarebbero svolti. per la redazione, Calcinaro ha fatto un monologo senza dare spiegazioni o il Paoletti ha glissato sulle cose salienti che interessano ai fermani? comunque troppo buonismo con Calcinaro.
  • alberto

    03-02-2016 18:21 - #4
    Vorrei capire, crede forse il neo sindaco Calcinaro che fare le cose velocemente sia sinonimo di buona amministrazione? Nel merito poi della vendita della Solgas, non dice nulla, ribadisce solo la velocità, ahahahahaha, ma non sarà che rischieranno una bella multa per aver superato i limiti di velocità? Ora capitolo chiuso sulla Solgas, perchè domani è giovedì grasso, ma vuoi mettere????????? Mi sembra tanto che questi gggggiovani ci stanno prendendo per il c......... .
  • aria fritta

    03-02-2016 17:10 - #3
    Calcinaro non specifica mai bene quello che intendono fare, sempre per sommi capi, un'aria di sufficienza che diventa anche fastidiosa. Non specifica che fine faranno gli immobili della Solgas che verranno stralciati dalla vendita ed è vero quanto scritto da Zacheo che costituiranno una società con alla base questi immobili con indirizzi che sono gli stessi dell'Asite? A questo non ha risposto Calcinaro. Perchè tante competenze all'Asite, e perchè non dice nulla sul fatto che presso la discarica comunale stanno arrivando rifiiuti da più città, ultima in ordine di apparizione quelli da Ancona con tanti saluti dalla regione. Perchè tante sviolinate all'Asite Calcinaro? Perchè non chiarisce mostrando il contratto tra l'Asite e l'altra società Asia Ambiente ? Che l'opposizione non esiste o è di comodo mi pare evidente, tra quelli non credibili, i fiancheggiatori e gli ignavi siamo messi non male ma malissimo.
  • Carlo

    03-02-2016 16:28 - #2
    Sindaco, lungo il marciapiede della strada nuova (quella rifatta dalla passata Amministrazione, in viale Vittorio Veneto) è pieno di "processionarie" (non sono anziane che vanno in processione) ma delle simpatiche bestioline, che hanno il solo difetto di essere pericolose per uomini, cani e alberi (leggere secondo il vostro ordine di importanza)... posto un sito fatto sul queste simpatiche bestiole http://www.processionaria.it/salute.html e c'è anche una legge per queste simpatiche bestioline...
  • mendicante

    03-02-2016 15:06 - #1
    AAA Cercasi opposizione disperatamente
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications