Politica
Marziali, replica al vetriolo a Paci: "Asite e Solgas, manca la trasparenza. Perchè non se ne è discusso in Consiglio? O sopprimeranno anche quello?"

Non è prassi rispondere ad una risposta perchè si rischia di essere ripetitivi ma visto che il consigliere Paci ci ha rivolto una domanda e si è dato da solo una risposta, confermando quando affermiamo da tempo che questa amministrazione spesso se la suona e se la canta, sento la necessità di chiarire alcune cose.

Marziali, replica al vetriolo a Paci:

Vorrei far notare che il riferimento alle stanze segrete di cui al nostro precedente comunicato, riguarda la scelta da voi presa, a porte chiuse, di scindere e contemporaneamente vendere una quota della Solgas e successivamente fondere la stessa con l’Asite, saltando a piè pari i vari passaggi in Consiglio Comunale. Credo che tali scelte debbano necessariamente consumarsi in Consiglio, non in una ristrettissima cerchia di personaggi di cui non si conoscono competenza e reali obiettivi. Si tratta dunque di rispetto delle Istituzioni democratiche cittadine e di trasparenza. Trasparenza che metterebbe al riparo la stessa maggioranza. Ricordo ancora al consigliere Paci, che la Solgas, quanto la Asite, è un bene della città e non certo di un'amministrazione pro tempore, quindi sarebbe opportuno che ogni scelta relativa alle stesse società venga necessariamente discussa nella massima assise cittadina, non altrove, o addirittura in qualche studio privato. Per quanto riguarda il merito della questione, si ribadisce, in quanto è straevidente dagli atti, che la creazione della società Solgas Immobile ha portato, in violazione della legge vigente, ad un doppione dell'attuale Asite. Che senso ha dire o preannunciare che saranno trasferiti alla Solgas Immobile alcuni servizi ora gestiti dall’Asite, quali la gestione della discarica, la raccolta dei rifiuti, etc...? Ci domandiamo: a quale scopo? dov'è il guadagno? Asite verrà smantellata? Se sì, in che modo e con quali conseguenze? allora a questo punto non sarebbe meglio affidare all'Asite la gestione degli immobili della Solgas senza creare un doppione? Ma tutto ciò non dovrebbe forse riguardare preventivamente il Consiglio Comunale? O anche il Consiglio verrà presto soppresso alla pari dell’ Asite? Non sarà certo sfuggito al Consigliere Paci ed ai suoi colleghi di maggioranza il fatto che questa operazione è stata criticata da tutta la minoranza, anche quella fino ad oggi a loro poco avversa. Non sarà dunque il caso di fare qualche riflessione in più su siffatte modalità di comportamento amministrativo? Lei stesso chiedendosi dov'è il danno, riesce a darsi persino una risposta da solo. Infatti, il danno è la creazione di un'altro carrozzone, gemello peraltro di un altro, la Fermo Immobiliare, poi soppresso. La creazione della Solgas Immobile parte male perché si accollerebbe solo debiti e, solo in un domani, togliendo servizi ad altri (Asite), forse, in una ipotesi imponderabile, potrebbe avere - stando alle sue parole - un autonomo cash flow che le consentirebbe di sostentarsi. In conclusione, Le chiedo dunque di farsi portavoce presso la sua maggioranza della necessità di una riflessione critica circa la conduzione di siffatte operazioni, magari ascoltando, con ritrovata umiltà, anche le proposte della minoranza, non a caso unanime nella circostanza nel muovere dissenso. Una risposta va anche al sindaco Calcinaro, il quale, non rispondendo nel merito della questione, imputa al nostro gruppo la contrarietà alla vendita della Solgas. Allo stesso dico, come ribadito in Consiglio Comunale dal nostro capogruppo, che noi non siamo contrari alla vendita di una quota della Solgas. L'operazione va fatta, siamo contrari, per ovvie ragioni di trasparenza, legalità ed efficacia delle scelte, al metodo e alla poca chiarezza che caratterizzano fino ad ora l’operato di questa maggioranza.

 

Letture:3908
Data pubblicazione : 07/02/2016 02:38
Scritto da : Giampiero Marziali (segretario Io Scelgo Fermo)
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications