Politica
Il Centrodestra sangiorgese perde pezzi. E Loira incassa applausi inaspettati

L'amarezza di Francesca Vitali nel suo addio ad una Forza Italia e a una coalizione di “primedonne”. Con un plauso all'impegno del sindaco e di Gramegna

Il Centrodestra sangiorgese perde pezzi. E Loira incassa applausi inaspettati

Ringrazio, con queste righe, il Coordinatore Regionale di FI Remigio Ceroni, la Coordinatrice provinciale Jessica Marcozzi, il Coordinatore comunale Sangiorgese Francesco Pavoni ed il direttivo forzista al completo, per l'opportunità avuta a gennaio scorso di far parte del direttivo di FI P.S.G. e di ricoprire nel medesimo, l'incarico di addetta stampa.

 

Ringrazio i cittadini Sangiorgesi, operatori portuali in testa, per aver identificato in me un punto di riferimento col quale confrontarsi quasi quotidianamente sulle problematiche del porto, forse avendo scorto in me la passione e l'affidabile impegno nelle cose che faccio, non solo in ambito politico.

 

Tuttavia, non me la sento di portare avanti questo compito, in considerazione di quanto ho avuto modo di appurare in questi mesi: il centrodestra Sangiorgese, come è emerso dai comunicati di alcuni dei suoi maggiori e stimati protagonisti, è frammentato, il "nuovo" ed il "vecchio" faticano a trovare un punto di incontro, il pomo della discordia sembra essere la scelta del candidato Sindaco, ma anche, a mio avviso, la consapevolezza, che spaventa, in previsione della campagna elettorale del 2017, di aver consegnato il Nostro amato paese, dopo i contrasti che nel 2011 hanno portato a franare su se stessa la Giunta Agostini, ad una persona pulita ed equilibrata nei modi, nei toni e nell'agire, qual è l'attuale Sindaco Nicola Loira, che quasi certamente sarà riconfermato nel ruolo, mancando un qualsiasi competitor con la sua capacità di fare a meno di comportarsi da primadonna, la sua lucidità politica e, soprattutto, la sua facoltà di farsi recepire un pò come il "papà" di tutti noi Sangiorgesi.

 

La mia scelta è nata da una domanda che mi sono posta allo specchio:-Senza considerare la diversa appartenenza politica, chi voteresti, per il bene di Porto San Giorgio e dei Sangiorgesi?

Essendo la politica nella sua accezione più nobile il fare il bene del collettivo, anziché il proprio, non me la sarei sentita nemmeno di indicare il mio nome come preferenza, convinta come sono che ad oggi il meglio siano Loira Sindaco e, ad esempio, un Assessore ai Servizi Sociali dall'incomparabile umanità, come Francesco Gramegna, al quale ho personalmente detto che è il mio inarrivabile modello politico.

 

Avevo iniziato quest'avventura con l'auspicio di portare avanti dei progetti per il sociale ed in questa direzione continuerò certamente a lavorare perché sono quanto mai convinta che il senso della nostra vita terrena si elevi proporzionalmente a quanto riusciamo a fare per gli altri.

Letture:4249
Data pubblicazione : 04/05/2016 17:17
Scritto da : Francesca Vitali
Commenti dei lettori
10 commenti presenti
  • francesca vitali

    06-05-2016 12:22 - #10
    In effetti, Democratico, questo è un centrodestra rabbioso. Nei toni, nei linguaggi...Io ho letto in questo atteggiamento la ricerca di compensazione alla mancanza di contenuti. Non ho sentito un esponente e dico uno, parlare di sociale, di fare qualche iniziativa...dalla stampa è emerso quello che dico: attacchi. Alla maggioranza o interni. Basta. Adesso nei miei riguardi hanno due timori: 1)sono libera e la libertà spaventa chi pretende il controllo degli altri; 2 )che possa proporre ad altri alcuni progetti e andare a rinforzarli.
  • Luca Marani

    05-05-2016 21:29 - #9
    Francesca, ho letto con grande piacere la tua lettera ed ho apprezzato il tuo desiderio di essere sincera ed obiettiva al là dei colori politici. Forse non sono doti per praticare l'azione politica di questi tempi ma rappresentano un bell'esempio di umiltà, coraggio e ricerca della verità che condivido e plaudo. :-)
  • democratico

    05-05-2016 18:28 - #8
    Da queste reazioni scomposte e rabbiose dei suoi elettori si percepisce il vuoto intellettuale e l'inconsistenza di questo centro-destra. Dire poi che Loira e la sua giunta siano "tutta apparenza e poca sostanza" denota la disperazione di chi vede, "obtorto collo", la città mutare completamente volto. Chiedere, per esempio, a quei nostri concittadini che devono muoversi in carrozzella o ai bambini che riempiono con le loro mamme Piazza Bambinopoli. Pazienza, ci rassegneremo al livore di chi, non potendo raggiungere l'uva, dice che è acerba. Coraggio Vitali. Tu hai capito ciò che questi signori non vogliono capire.
  • Francesca Vitali

    05-05-2016 16:35 - #7
    E' giusto che si commenti, ma, per favore, coinvolgete solo me. Le sviolinate a Loira e Gramegna, sono affar mio. Nel 2012 ero a festeggiare la vittoria di Loira, che avevo votato. Ricordo l'augurio di Veltroni sul palco con lui all'ultimo comizio, ricordo l'abbraccio di suo figlio dopo il comizio a Piazza Torino....le ragioni del mio gesto sono chiare e non si tratta di un passaggio al Pd: non potrei mai stare in una coalizione di centrodestra che appoggi l'Avvocato Agostini sindaco. Egli stesso si espresse a favore del divorzio breve, ritenendo evidentemente che certe rotture non possano essere che definitive...un assetto in cui coesistano lui e Del Vecchio, non fa per me. In FI mesi addietro si parlava proprio di evitare la sua terza candidatura; dopo il fallimento nel 2011, dopo la sconfitta nel 2012, per sportività e saggezza una candidatura come consigliere sarebbe la cosa migliore. In quell'ottica era stata avanzata un'altra candidatura, con la rassicurazione che serviva solo ad arginare la prima e a cercare intanto un candidato sindaco nuovo e slegato dai partiti.... Si era partiti con dei presupposti precisi, intuendo che cominciano a cambiare, ho fatto marcia indietro. O avrei dovuto prendere in giro tutti? Ricorderà, Homosapiens, che mesi addietro mi accusò di inseguire la poltrona...a questo punto sono poche le cartucce che le restano al mio indirizzo...
  • Luca

    05-05-2016 15:06 - #6
    Ma chi è questa Vitali la Madonna che ad ogni apparizione trova spazio o so infila ovunque? Lasci perdere la politica e sopratutto il modo di amministrare di questa Amministrazione che appare deficitario in molti aspetti. Potremmo ribattezzare la giunta Loira con l"acronimo di "tutta apparenza e poca sostanza " o "il minimo indispensabile". Poche e confuse idee senza occuparsi de veri temi che stanno mettendo in ginocchio l'intera città. Contenta la Vitali contenti tutti.
  • HOMOSAPIENS

    05-05-2016 12:45 - #5
    Alla Vitali gli è rimasto il PD e Rifondazione comunista e poi può dire di esserseli fattii tutti.
  • x Francesca Vitali

    05-05-2016 11:48 - #4
    L'ho sempre apprezzata per i suoi articoli, ma oggi più che una resa incondizionata all'inesistenza ed inconsistenza del centrodestra in città, mi sembra una sviolinata a Loira e Gramegna oltre ai loro riconosciuti meriti, esagerati e fuori contesto. Posso capire uscire da Forza Italia un partito in corso di dissolvimento ed a livello locale inguardabile, ma tessere elogi sperticati al duo Loira, Gramegna proprio non lo capisco, perchè ritengo da sangiorgese che non ce ne siano le condizioni.
  • francesca vitali

    05-05-2016 10:22 - #3
    Non ci sono competitors in FI né soprattutto nel centrodestra. Non ho la valigia pronta per il partito di Loira e Gramegna. Ho chiesto una cosa ad entrambi: a Loira di farmi essere suo vicesindaco e a Gramegna di cedermi la sua poltrona, indipendentemente dalle preferenze. Ovviamente è una battuta! E non crede sarebbe ora di metterci il nome? Non Le riconosco la levatura morale del personaggio di Pasquino nel film "Nell'anno del Signore". Già vale poco ciò che scrive, senza nome poi...
  • E FORZA REMIGIO !

    05-05-2016 08:33 - #2
    Vai Remigio che sei tutto noi!!!!! Niente niente ti affideranno le elezioni comunali di Roma, la gestione del Milan e magari pure quella di MEDIASET. Non hanno ancora cambito l' inno ? "E FORZA REMIGIO..OO.OO"
  • Catarino Cesa

    04-05-2016 18:25 - #1
    ci sono due cose da dire: la prima è che se non si trova nessuno che a destra possa fungere da competitor non vuol dire che non ci sia in altri movimenti o partiti diversi da FI, per cui queste riflessioni riguardano solo FI e non altri partiti, a meno che chi esprime certe riflessioni non stia già preparando la valigia per andare nella sponda opposta, magari proprio dalle parti dell'assessore che tanto celebra. La seconda cosa di dire è che c'è nel titolo dell'articolo un errore di fondo, il dare per scontato che il PD sia di sinistra, mentre per moltissimi il PD è la nuova forma di centro destra che si sta imponendo come sostituto di FI.......il PD non è sinistra ma ben altra cosa.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications