Politica
Nulla di nuovo nel capoluogo. Per Zacheo a Fermo si naviga a vista

Nell'ultima seduta del Consiglio anche uno scontro con l'Assessore Trasatti per un presunto conflitto d'interessi dello stesso

Nulla di nuovo nel capoluogo. Per Zacheo a Fermo si naviga a vista

Il lunghissimo Consiglio Comunale di ieri (terminato quando erano abbondantemente già passate le 4), come noto, ha riguardato in particolar modo il bilancio e il Documento Unico di Programmazione, ovvero le linee strategico-finanziarie che si intendono seguire nel triennio.

Come da più parti sollevato, al di là dell’entusiasmo manifestato dalla giunta per l’organizzazione di feste ed eventi in piazza, di questo primo anno di amministrazione rimane davvero poco altro.

 

Nessuna progettualità, nessuno spunto di insieme che possa caratterizzare la città. Si naviga a vista, sino ad ora limitandosi alla vendita dei beni comunali con l’unico obiettivo di fare cassa. E’ comunque indubbio che la necessità di dare respiro alla casse comunali sia una priorità, viste le condizioni generali dell’ente.

 

Nel merito, suona poi come un allarme il parere dei revisori dei conti letto in consiglio. Si parla testualmente “di un peggioramento del risultato di gestione” e di “un peggioramento dell’equilibrio economico rispetto al precedente esercizio”. C’è poco da stare tranquilli, un evento improvviso rischierebbe di far definitivamente saltare il banco dell’ente. Peraltro, se l’ASITE non avesse riversato gli utili pari a 1.160.000 euro, sarebbe stato assai difficile chiudere il bilancio, con rischio addirittura per l’Amministrazione in caso di non approvazione dello stesso.

 

Ora la nuova entrata della vendita SOLGAS consente nuovo respiro ed occorre fare le opportune scelte per non disperdere risorse che comunque non sono infinite, trattandosi di poco più di un milione l’anno per cinque anni. Occorre decidere come e dove intervenire in modo mirato, senza dispendio di energie e risorse.

 

E’ stato da tutti riconosciuto l’impegno per riportare la gente in piazza, ma la descrizione del rendiconto finanziario da parte della maggioranza ha lasciato davvero poco. Senza mai entrare nel merito, la stessa si è limitata a descrivere ciò che sarebbe stato da loro realizzato. Poca cosa, ovviamente tolta l’attenzione per la piazza. Peraltro molti dei progetti citati erano di fatto già stati avviati dalla passata amministrazione.

 

Nel documento unico di programmazione tante enunciazioni generali di buoni intenti, tutto purtroppo aleatorio e senza riscontro. Enunciazioni che ricalcano, in gran parte, gli stessi intenti perseguiti dalle amministrazioni precedenti. In sintesi, nulla di nuovo.

 

Il DUP è un documento che, come noto, indica le sole linee strategico-finanziarie, non certo i singoli progetti o addirittura le singole forniture. Per la seconda volta, nel settore della cultura questo avviene laddove si parla di Biblioteca Comunale. Per noi la Biblioteca è centrale e fondamentale per lo sviluppo culturale della città. Negli ultimi anni abbiamo avuto modo di apprezzare l’impegno e la professionalità delle risorse interne, alle quali, a nostro parere, occorre garantire ulteriori risorse e fiducia vista la concretezza e la qualità dei risultati a contatto coi ragazzi. Pare che non la pensi allo stesso modo l’Assessore Trasatti, il quale ritiene che sia necessaria una convenzione con il Festival del Libro “Tutte Storie”. E’ riportato nero su bianco nel DUP approvato stanotte.

 

Facendo rilevare l’incongruenza di tale particolare prescrizione in un documento di programmazione, in quanto si va anche a vincolare le decisioni future della Giunta e dei dirigenti preposti all’acquisizione delle forniture, è stata inoltre fatta notare allo stesso Assessore Trasatti l’inopportunità di tale scelta da parte sua, trattandosi di un evento legittimamente commercializzato da una società nella cui compagine compaiono però persone che fanno parte di altra società presso cui lui stesso era stato consigliere e dipendente prima di mettersi in aspettativa nell’agosto scorso. Si tratta in sintesi di persone e società chiaramente tutte lontane da qualsivoglia responsabilità, ma che hanno visto come loro sodale in affari - per carità, legittimi - l’Assessore Trasatti.

 

Non si può accettare da un Assessore una gestione così sfacciata e scellerata che pone ora come centrale il conflitto di interessi in cui lo stesso si trova a versare. Conflitto di interessi che danneggia peraltro la stessa maggioranza oltre che l’Amministrazione nel suo complesso. Erano eloquenti i volti di alcuni esponenti della maggioranza che erano ignari, sino a ieri sera, di detta condizione dell’Assessore in relazione all’evento indicato. Altrettanto eloquente è stata peraltro la reazione dello stesso Trasatti che, destabilizzato ed innervosito, è arrivato a rivolgere un’espressione offensiva verso il Consigliere Zacheo che lo aveva incalzato sulla questione. Espressione per la quale Trasatti si è comunque subito scusato.

 

Sul punto, al di là della reazione scomposta, l’Assessore non ha potuto replicare, trattandosi di circostanza storicamente documentata. Auspichiamo che gli altri esponenti della maggioranza abbiano un sussulto di dignità, non volendo neppure pensare una condivisione di siffatto comportamento, che significherebbe il passaggio da “Piazza Pulita” a “Piazza l’Amico”.

Letture:3920
Data pubblicazione : 06/05/2016 14:01
Scritto da : Pasquale Zacheo (Movimento Civico Io Scelgo Fermo)
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications