Politica
LA POLITICA BOLLENTE. Fermo e l'eterno conflitto tra Maggioranza e Zacheo

Il Consigliere contesta ancora la questione Marina Palmense e le scelte della Giunta. Le forze che sostengono Calcinaro replicano parlando di delirio di onnipotenza

LA POLITICA BOLLENTE. Fermo e l'eterno conflitto tra Maggioranza e Zacheo

Anche a Fermo il barometro politico fa registrare temperature molto elevate. Non che sia una novità: nelle ultime settimane, infatti, lo scontro tra la Giunta Calcinaro e il Consigliere Zacheo ha raggiunti picchi estremi, specie sulla questione dell'area camper di Marina Palmense e del coinvolgimento dell'Assessore Mauro Torresi.

 

Un tema del quale si discuterà nel Consiglio comunale di martedì, con Zacheo che lamenta però l'esclusione della sua specifica interrogazione dalla precedente assise. “L’interrogazione deve essere presentata dieci giorni prima, ma per l’occasione la Presidente del Consiglio ha inteso escludere dal conteggio il giorno della presentazione. Un espediente che non consentirà ovviamente a questa maggioranza di sottrarsi dalle responsabilità non solo politiche connesse alla questione. Si tratta dell’ennesimo maldestro tentativo di mettere la polvere sotto il tappeto”.

 

Una seduta, quella del 30 giugno scorso, che secondo Zacheo ha mostrato il vero volto di una maggioranza incapace - secondo il suo punto di vista - di governare una città che svolge anche il ruolo di capoluogo di provincia.

 

In primis la scelta di uscire dal Cosif, frettolosa, a distanza di qualche mese da una ricapitalizzazione del Consorzio e senza considerare la questione del personale in uscita.

 

Poi le variazioni ad un bilancio approvato soltanto un mese prima. “Un fatto che è significativo dell’incapacità di gestire con criterio logico e coerente la spesa pubblica. Ad un solo mese dall’approvazione del bilancio, ci si sarebbe accorti di nuove straordinarie spese. E allora, senza criterio e senza soprattutto guardare al futuro, meglio spendersi tutto ciò che abbiamo ricavato dalla vendita dei gioielli di famiglia (Solgas) o dagli utili dell’Asite, ormai ufficialmente assunta a bancomat del Comune. Ovviamente, una gran parte di queste nuove spese straordinarie riguardano l’organizzazione di eventi affidati al solito Trasatti. Le briciole al povero Assessore Scarfini e allo sport cittadino”.

 

Pochi giri di lancette ed ecco la risposta unitaria delle tre liste di maggioranza, incentrata sull'impossibilità di dialogo con il Consigliere Zacheo. “L'Amministrazione Calcinaro ha avuto modo di verificare - a turno - la vocazione propositiva e dialogante della maggior parte dei consiglieri e dei partiti di minoranza che, vista l’eterogeneità e l’apertura mostrata dalle liste di maggioranza, hanno suggerito proposte o - come minimo - hanno argomentato le posizioni contrarie, votando a favore o contro i diversi interventi del governo cittadino. A sua volta la maggioranza ha accolto queste proposte quando le ha ritenute conformi con il proprio mandato o programma elettorale, oppure le ha rigettate con rispetto assumendosi l’onere della decisione.

Il Consigliere Zacheo no, così come la forza politica di cui è espressione. In un anno di consiliatura non ha proposto niente - né in Consiglio né in Commissione - su qualsiasi nodo o aspetto critico della nostra città, men che meno ha suggerito concrete e fattibili opportunità di intervento. Un disfattismo totale, in alcuni casi cieco e isolato rispetto anche a tutte le altre forze di minoranza. Una continua critica (che, per carità, nei modi e termini costruttivi è addirittura doverosa dai banchi della minoranza), che scivola continuamente in una posizione “ad personam”, prendendo di mira oggi un assessore, domani il sindaco, ecc.”.

 

Dall'ex candidato Sindaco, rimarcano, soltanto voti contrari, come nell'ultimo Consiglio su riqualificazione del Tirassegno, dell'ex Cops e di Piazza Dante, fino all'utilizzo dei proventi derivanti dalla cessione del 49% della Solgas.

 

Uno Zacheo in preda ad un delirio di onnipotenza, secondo le forze che sostengono l'Amministrazione in carica, interessato soltanto a “giudicare, imputare, accusare, condurre le sue personalissime battaglie di retroguardia, nulla interessandogli i problemi veri della città”.

Letture:4267
Data pubblicazione : 02/07/2016 16:43
Scritto da : Andrea Braconi
Commenti dei lettori
2 commenti presenti
  • tix

    04-07-2016 18:38 - #2
    Ma che risponde come Mauro Torresi che ha prolungato la festa a viale Trento con tanto.di divieti stradali per far contente le persone che magnava?
  • devi rispondere caro Calcinaro

    04-07-2016 11:55 - #1
    come fare l'opposizione da parte di Zacheo saranno fatti suoi e i cittadini fermani giudicheranno, ma un siondaco Calcinaro e una giunta sono tenuti a rispondere nel merito senza divagazioni. I fermani hanno votato come sindaco Paolo Calcinaro e non Zacheo, quindi mi sembra ovvio che il sindaco risponda a delle domande, delle quali arrivo pure a sostenere che sono condivisibili a prescindere da come si fa opposizione.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications