Politica
Casina delle Rose, anche "Io scelgo Fermo" attacca l'amministrazione: "Manca una capacità di ideazione progettuale. Si sceglie la strada più semplice, quella della vendita per fare cassa"

A Fermo non si arrestano le reazioni delle minoranze dopo l'inserimento della Casina delle Rose nel piano delle alienazioni. Anche la lista "Io scelgo Fermo", che è uscita dall'aula al momento del voto, attacca l'amministrazione con un duro comunicato stampa sul tema.

Casina delle Rose, anche
Il capogruppo di "Io scelgo Fermo" Pasquale Zacheo

"Il Gruppo di Io Scelgo Fermo, in sintonia con gli altri gruppi di minoranza, stanotte ha lasciato l’aula Consiliare al momento della votazione relativa alla vendita della Casina delle Rose ed al bilancio consuntivo. E lo si è fatto, prima di tutto, per protestare contro il metodo di questa maggioranza che preferisce discutere delle questioni cruciali per la città nelle ore notturne, quando la gente non può sentire. Alla faccia della trasparenza e della democrazia. Chi ha paura si nasconde nel buio della notte. Auspichiamo che la Presidente del Consiglio assuma finalmente un atteggiamento meno accondiscendente, che possa soprattutto consentire la partecipazione della cittadinanza. E’ significativa e dovrebbe far riflettere l’assenza del pubblico alla riunioni consiliari. Non si può imporre alla cittadinanza, al consiglio ed al personale dipendente dal comune estenuanti e meno fruttuose discussioni in ore notturne.
Altro motivo della protesta ha riguardato la vendita, senza un programma o un progetto, di un immobile di così rilevante valore storico, sociale e culturale, quale è la Casina delle Rose. Questa maggioranza lo fa tradendo il proprio elettorato ed il programma che aveva proposto ai cittadini. Alla faccia della coerenza. Ha tentato di salvare la faccia il solo consigliere Tramannoni di “Io non mi Fermo”, imbarcato con Torresi in maggioranza nell’accordo sottobanco al secondo turno elettorale, che ci ha tenuto a precisare che la vendita era prevista almeno nel loro programma.
Noi già lo scorso anno avevamo proposto una soluzione progettuale che prevedeva la riqualificazione della Casina delle Rose, la cui destinazione poteva essere decisa di comune accordo magari dopo una raccolta di idee tra giovani. Lo stesso progetto riguardava la riqualificazione del mercato coperto, la mobilità cittadina e provinciale, i giovani e lo sport. Il tutto attraverso risorse, concrete e dimostrabili, che si andavano a recuperare dall’abbattimento delle spese energetiche del comune, attraverso istallazioni tecnologiche moderne con funzionamento a celle di combustibile (idrogeno) a zero impatto per l’ambiente. Avevamo anche proposto di inserire nel progetto la squadra della Fermana e l’Ospedale, in un partenariato che avrebbe portato benefici per tutti. Invece, pur di non ammettere la qualità del nostro programma, hanno rifiutato ogni ulteriore approfondimento lasciando che l’Ospedale andasse per la sua strada a installare una centrale a gas nel cuore della città.
Manca una capacità di ideazione progettuale. Si sceglie la strada più semplice, quella della vendita per fare cassa. Abbiamo già venduto la SOLGAS, ora vendiamo la Casina delle Rose, domani chissà venderemo anche il Palazzo Comunale e gli altri gioielli di famiglia.
Altro aspetto negativo ha riguardato il bilancio consuntivo, il primo test effettivo per questa maggioranza, un’occasione per dimostrare come aveva speso e operato. Anziché spiegare, ha preferito il rifugio nel buio della notte, lontano dalla gente. Intanto, visto che sindaco e assessori ancora non riescono a spiegare alcuni importi da loro inseriti sulle voci di bilancio, abbiamo richiesto ed ottenuto l’intervento del Collegio dei Revisori su alcune questioni poco chiare. Stanno emergendo questioni davvero sorprendenti che a breve renderemo pubbliche. Perché la gente deve sapere!"

Letture:2406
Data pubblicazione : 09/05/2017 16:14
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications