Politica
Pedaso con il fiato sospeso, escluse le liste di Berdini e Simonetti. I due candidati ottimisti sull'esito del ricorso

Il colpo di scena che non ti aspetti: a Pedaso, una delle tre località della Provincia di Fermo chiamate a rinnovare il proprio consiglio comunale nella tornata elettorale di giugno, il sindaco uscente Barbara Toce correrà da sola contro il quorum.

Pedaso con il fiato sospeso, escluse le liste di Berdini e Simonetti. I due candidati ottimisti sull'esito del ricorso
Photo credits: marcafermana.it

Questo è per lo meno lo scenario che si prospetta in questo momento e che potrebbe essere scongiurato soltanto da una sentenza in direzione opposta da parte del Tar. Ma cosa è accaduto esattamente? Le liste dei due sfidanti della Toce, quelle a sostegno di Vincenzo Berdini e di Stefano Simonetti, sono state escluse dalla competizione elettorale per degli errori formali.

Per quanto riguarda la lista di Berdini, tutto regolare nell'elenco dei sottoscrittori e nessun problema nemmeno nella compilazione del documento di accettazione: l'errore riguarda il luogo di nascita dell'ex sindaco così come riportato nel frontespizio del documento dove si raccolgono le firme. “In sostanza la commissione elettorale della Prefettura, guidata dal vice prefetto Ianieri, sostiene che, dato l'errore nell'indicazione del luogo di nascita, i sottoscrittori potrebbero avermi confuso per un'altra persona – spiega lo stesso Berdini –. A mio parere è stato preso per sostanziale un errore invece puramente formale”.

Diversa la situazione della lista di Simonetti, come spiegato direttamente dallo stesso candidato sindaco. “L'errore è stato del pubblico ufficiale che ha trascritto male le generalità dei sottoscrittori nell'atto di autenticazione delle firme – chiarisce l'avvocato -. L'errore non è dunque attribuibile a noi che, pur tra mille difficoltà, abbiamo effettuato rigorosamente tutti gli adempimenti burocratici e di legge”.

Ora entrambi i candidati hanno tre giorni di tempo per presentare ricorso al Tar ed entrambi sono al lavoro per prepararlo. Nel giro di altri 2-3 giorni, poi, dovrebbe arrivare la sentenza del Tribunale ed è quindi ragionevole sostenere che entro il fine settimana Pedaso conoscerà il proprio destino. Berdini si professa sostanzialmente ottimista, pur non nascondendo come ogni volta che si vada davanti ad un giudice l'esito non sia mai scontato. “Siamo in contatto con gli avvocati per la preparazione del ricorso – continua l'ex primo cittadino -. L'orientamento del legislatore solitamente è quello di interpretare la volontà di chi presenta l'atto. In sostanza la domanda a cui bisogna dare risposta è se quel refuso possa davvero aver influenzato la volontà dei sottoscrittori e a me sembra chiaro che non sia così. In ogni caso quello che posso garantire è che in questi giorni continueremo a lavorare come se il Tar ci darà ragione”.

Fiducia sull'esito del ricorso anche per Simonetti che, in quanto avvocato, fa affidamento sugli orientamenti passati della giurisprudenza in materia. “La giurisprudenza del Consiglio di Stato parla di desumibilità indiretta delle generalità esatte del singolo sottoscrittore direttamente dal documento di identità presentato al pubblico ufficiale. In passato sono stati “salvati” casi più gravi, quindi credo proprio che ci siano buone probabilità di vincere il ricorso. In ogni caso noi in questi giorni ci muoveremo come se non fosse successo nulla – spiega Simonetti, che poi chiude sottolineando le differenze tra il caso della sua lista e quello di Berdini -. Penso sarebbe il colmo se venisse accolto il ricorso di Berdini e non il nostro perché in quel caso si tratta di un errore attribuibile allo staff del candidato, mentre nel nostro di un errore di una terza persona”.

Pedaso deve quindi ancora trattenere il fiato per una settimana, in attesa di sapere se potrà vivere una normale competizione elettorale o se invece tutto si trasformerà in una corsa al quorum per riconfermare Barbara Toce ed evitare il commissariamento.

 

Letture:2540
Data pubblicazione : 15/05/2017 11:35
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications