Politica
Porto San Giorgio. Agostini attacca Loira e la sua giunta: "Sono i campioni delle multe, appena vinte le elezioni disattiveremo il bancomat PD"

Manca ormai meno di un mese alle elezioni di Porto San Giorgio e continuano le polemiche a distanza tra i candidati sindaci. Andrea Agostini, ex primo cittadino alla guida di una coalizione di centro-destra, attacca l'amministrazione Loira sulla politica delle multe portata avanti negli anni del suo mandato, ritenuta spropositata anche se confrontata con quelle di alcune città limitrofe, aventi tute una popolazione superiore a quella sangiorgese.

Porto San Giorgio. Agostini attacca Loira e la sua giunta:

"Non conosciamo i dati nazionali, ma certo che nella nostra bella realtà marchigiana il Comune di Porto San Giorgio gode di uno straordinario primato: siamo campioni di multa - si legge nella nota -.Non si tratta di semplice fortuna, perché in verità l’Amministrazione PD del Sindaco Loira ha lavorato di impegno negli anni per raggiungere il prestigioso traguardo. Infatti se nel 2014 la previsione di entrata da multe era di 344.802,41 €, nel 2015 è stata elevata a 660.764,08 € con una crescita del 91%.

L’amministrazione è però molto ambiziosa e, nonostante il risultato notevolissimo di cui andare già fieri, ecco che nel 2016 ci si vuole superare alzando l’asticella a ben 1.217.110,70, dunque un ulteriore +84,20%. Un successo tira l’altro e si arriva così alla previsione 2017 di 1.913.900,70 €, quindi ancora una crescita del 57,25%.


In sintesi, l’Amministrazione PD del Sindaco Loira dal 2014 al 2017 è stata capace di elevare la pressione da multe del 455,07%.
Il dato, già allarmante di per sé, è ancora più grave se comparato con i comuni limitrofi che hanno tutti un numero di abitanti superiore a Porto San Giorgio.


Sant’Elpidio a Mare: 240.000,00 €
Fermo: 320.000,00 €
Porto Sant’Elpidio: 360.000/00 €
Civitanova Marche: 1.050.000/00 €
San Benedetto del Tronto: 1.350.00/00 €

E’ questa una politica della sicurezza? Solo se si ritiene che Porto San Giorgio sia diventata in 3 anni capitale internazionale quanto a raduni di bande di automobilisti e di motociclisti che si sfidano in città a gareggiare a chi viola più norme del Codice della Strada.
Di certo una pressione tale rappresenta nei fatti una tassazione occulta contro la quale il cittadino utente della strada può poco o nulla a fronte dei costi di giustizia.
Così nella maggior parte dei casi il cittadino paga, tu paghi!
Solo i T-Red nel 2017 dovranno rendere alle casse comunali sangiorgesi 1.339.000,00 €, quindi 111.583,33  € ogni mese. Anzi, dal primo luglio e per tutto il secondo semestre dovranno fruttare 167.374,99 € al mese perché dovranno essere recuperari i 334.749,99 € cui il Sindaco Loira ha inteso rinunciare per la durata della campagna elettorale disattivando i presidi semaforici dal 28 marzo al 30 giugno per...troppo lavoro dei vigili urbani, come recita la motivazione dell’atto.


I T-Red sanzionano l’attraversamento con il rosso per 163,00 € e la sottrazione di 6 punti della patente e l’attesa del verde oltre la striscia bianca di arresto per 41,00 € e 2 punti della patente, una sanzione, quest'ultima, voluta espressamente dalla Giunta comunale sangiorgese (23/8/2016, n.165.)
L’11 giugno nella cabina elettorale i sangiorgesi intendono davvero dare continuità a tutto ciò?!?
La prima giunta Agostini disattiverà il bancomat Loira PD. “CON NOI LA MUSICA CAMBIA!”

Letture:2969
Data pubblicazione : 16/05/2017 13:04
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Lella

    16-05-2017 17:12 - #1
    Se le multe ci sono.....è perché ci sono infrazioni!!!! Se 1+1 fa sempre 2, la musica pure è giusto che rimanga questa!!!! Ci si lamenta quando si grida alla sicurezza....ma la musica sarà diversa quando i cittadini saranno più attenti alle regole: davanti ad un semaforo o lungo una carreggiata o in prossimità dei divieti di sosta. Ognuno metta in campo la propria educazione....anche stradale. Do Re Mi Fa
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications