Politica
I consiglieri di maggioranza rispondono a "Io Scelgo Fermo": "E' l'ennesima occasione persa, i cittadini sono stanchi di questo atteggiamento"

"Alcune volte, siamo sinceri, nonostante ci siamo ormai abituati a questo metodo, ci troviamo spiazzati. La nota del segretario di “Io scelgo Fermo” ne è la riprova: sono due anni che qualsiasi episodio accada in città il capogruppo Zacheo usa i mezzi di informazione per chiedere dimissioni singole o in blocco (con le ultime siamo oltre la ventina) di assessori o sindaco con margini di casualità improponibili".

Non si è fatta attendere la risposta dei consiglieri della maggioranza consigliare nei confronti di Giampiero Marziali, segretario di "Io scelgo Fermo", che nella giornata di ieri aveva diffuso un comunicato stampa in cui accusava di comportamento antidemocratico il sindaco Calcinaro e le forze politiche che lo sostengono. 

I consiglieri di maggioranza rispondono a

"Ma facciamo ordine per i cittadini che ci leggono: in occasione di Fermana-Samb, la prima partita in serie C della Fermana, purtroppo per un incidente si sono spenti i fari dello stadio a causa di un guasto al generatore. Con grande rammarico, ma sono cose purtroppo già successe altrove, la partita è stata sospesa. Mentre l’amministrazione comunale, esente totalmente da alcuna responsabilità, fin dal momento successivo cercava una soluzione per la Fermana, la squadra della città e quindi per i cittadini stessi, Zacheo coglieva la palla al balzo e, insieme alla fida consigliera Bonanni tuonava: “Stadio al buio, qualcuno si deve dimettere”. Qualcuno non meglio precisato, tanto che qualche cittadino sui social ha ironizzato che forse ci sarebbe stato bisogno di un sorteggio per capire chi si doveva dimettere".

 

"Invece nei fatti il generatore è in capo alla Fermana, i controlli erano regolari, tant’è che, a testimonianza di questo, la Lega Calcio ha fissato il recupero della partita dal minuto in cui si sono spenti i fari e mantenendo il punteggio di 1 a 0 - continua la nota dei consiglieri di maggioranza, autodefinitisi "espressione del popolino" in risposta al passaggio del comunicato di Marziali in cui lo stesso segretario di "Io scelgo Fermo" invitava la maggioranza ad evitare "di nascondersi sui social network, di arringare irresponsabilmente il popolino, perché può accadere, come è successo negli ultimi giorni, che qualcuno oltrepassi il limite del lecito -. La squadra di maggioranza invece era responsabile dei lavori di adeguamento dello stadio, svolti a tempi di record come mai avvenuto prima: infatti, nelle altre promozioni del passato, i cittadini ricorderanno che purtroppo per alcune partite la Fermana è stata costretta ad emigrare in altri campi della Regione".

 

"Accertato questo, passiamo al fatto politico sottolineato dal segretario di “Io scelgo Fermo”, che accusa il Sindaco di essere antidemocratico nei confronti dei consiglieri. E stavolta lo facciamo scientificamente: da un numero cospicuo di commissioni consiliari il consigliere Zacheo è assente (parliamo di mesi), nei consigli partecipa solo ai suoi punti, lascia dichiarazioni alla stampa e si assenta dopo mezz’ora mentre i lavori vanno avanti fino a tarda notte e in questi due anni l’unico gruppo consiliare che non ha proposto neanche un piccolo progetto per la città è quello del consigliere Zacheo e della Bonanni. Inutile ricordare altri attacchi personali ai vari membri della giunta e altri buchi nell’acqua (o nel ghiaccio, come quando chiese la verifica di staticità della pista di Natale dicendo erroneamente che sotto Piazza del Popolo ci sono le cisterne romane) del consigliere di minoranza che al dialogo costruttivo con gli uffici e con la maggioranza preferisce lo spettacolo denigratorio sulla stampa. Il colmo è che poi i cittadini, alcuni dei quali magari lo hanno anche votato, stanchi di questo atteggiamento che non denota interesse per la città, se poi contestano questo suo modo di fare politica (antipolitica, ci permettiamo) vengono appellati dal segretario Marziali come “popolino”.

 

Beh, noi da cittadini, prima ancora che da consiglieri, ci sentiamo ancora una volta delusi da chi si era messo in gioco come noi per amministrare la città che diceva di avere scelto - conclude la nota -. E soprattutto non accettiamo e respingiamo la definizione di "antidemocratico" data al nostro sindaco: la nostra lista civica si caratterizza fin dal progetto per non avere alcuna preclusione nei confronti delle forze di minoranza che come noi vogliono il bene della città e la prova sono i numerosi progetti approvati alle altre forze di opposizione che vanno da destra a sinistra. Inolte, il nostro sindaco, che è così attento ai cittadini al punto da dedicare tutto il suo tempo e oltre anche a dare delucidazioni sui social a chiunque le chieda, e soprattutto a chi critica, come può essere definito antidemocratico?"

Letture:1490
Data pubblicazione : 10/09/2017 16:10
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • alberto

    11-09-2017 12:05 - #1
    premessa: calcinaro non ha una vera opposizione consiliare, altrimenti non si capisce come possano passare sotto silenzio il bando della vendita della Casina delle Rose così come proposto e le vicende dell'ASITE; in secondo luogo, il nostro sindaco Calcinaro spesso e volentieri, per eludere le poche richieste di chiarimenti delle opposizioni, sposta il tiro su chi le propone, senza poi entrare nel merito e rispondere.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications