Politica
Porto Sant'Elpidio. "Ridare dignità e decoro alla città": presentato il "Laboratorio Civico" di Alessandro Felicioni

Va via via componendosi il quadro delle formazioni politiche che scenderanno in campo per le prossime elezioni comunali a Porto Sant'Elpidio.
Nei giorni scorsi il commercialista Alessandro Felicioni ha presentato il suo “Laboratorio Civico”, una “fabbrica che produce, fucina di idee, contemporanea, interessante e accattivante”, secondo la definizione coniata dal comitato promotore nel manifesto di presentazione.

Porto Sant'Elpidio.

“Pro spe eligenda”, per una speranza da scegliere (da eleggere) o, ancora più incisivamente, per scegliere di sperare in un paese migliore: questo il motto ideato da una lista che si radica convintamente nel campo del civismo e che si propone di dialogare con tutti senza preclusioni: “La nostra idea è quella di puntare sul buonsenso che negli ultimi tempi si è completamente perso di vista – spiega il candidato sindaco Felicioni -. Ascolteremo tutti per capire se c'è quella convergenza di idee che cerchiamo. In primis, però, dobbiamo consolidarci da soli, perché quando arriverà il momento di confrontarci dovremo avere perfettamente la consapevolezza di ciò che si può rappresentare”.


Chiarissimo comunque l'obiettivo principale: ridare decoro urbano alla città per renderla più vivibile, tornando a dare anche attenzione a quei quartieri che, secondo Felicioni e il suo staff, sono stati progressivamente dimenticati dall'amministrazione in carica a scapito delle problematiche e dei progetti del centro: “Negli ultimi 7-10 anni questa città è diventata brutta, ci piacerebbe che tornasse ad essere un po' più gradevole – spiegano -. Al di fuori del centro esistono tanti quartieri che sono dei piccoli paesi (Corva, Marina Picena, Faleriense), le cui esigenze vanno ascoltate e comprese e nelle quali invece l'amministrazione ha perso il suo presidio di ascolto: il decoro di questi quartieri è imprescindibile per rendere la città più vivibile e carina. Tra l'altro anche la sicurezza, che è un tema molto sentito in questo periodo, passa anche per un paese che si presenti in una certa maniera”.


Centro cittadino che rimane comunque in primo piano nelle cronache elpidiensi per via delle questioni connesse alla Fim e a Piazza Garibaldi: “Spesso il comune ha raggiunto accodi che non sembrano convenienti per la parte pubblica – commenta Felicioni – e per quanto riguarda la Fim siamo quasi sicuri che non si realizzerà nei termini che sono stati descritti. In merito a Piazza Garibaldi, invece, possiamo dire che noi non l'avremmo progettata così, ma che se verrà ultimata prima delle elezioni cercheremo comunque di rendere funzionale quel progetto intervenendo sul suo utilizzo”.


Sul capitolo erosione costiera, invece, Felicioni non si sbilancia, definendola “una questione molto seria che non deve essere utilizzata come cavallo di battaglia della campagna elettorale. Abbiamo comunque idea di come approcciare il problema, coinvolgendo tecnici e soggetti specializzati. Basta esperimenti: occorre uno studio serio che porti ad una soluzione ottimale”.


“La molla è stata il fatto di vedere altre persone come me – conclude Felicioni spiegando le motivazioni che lo hanno spinto a scendere in campo – così appassionate e presenti, il che mi ha fatto riflettere sul fatto che se qualcuno rimane inerta la colpa può anche essere attribuita a lui. E' scattata in noi una coscienza civica, ci siamo sentiti in debito nei confronti della nostra città e abbiamo voluto restituire qualcosa. L'obiettivo finale è a lunga gittata, sui 10-15 anni, ed è quello di ridare decoro e dignità al paese, rendendolo al tempo stesso più sicuro”.

Letture:1669
Data pubblicazione : 27/12/2017 11:03
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications